Slider by IWEBIX

Holy Martyr – Hatred and warlust (2002)

Pubblicato il 21/03/2006 da in Demo | 0 commenti

Titolo: Hatred and warlust
Autore: Holy Martyr
Genere: Epic Metal
Anno: 2002
Voto: 8

Visualizzazioni post:98

Quando ho letto il nome della band ho provato un tuffo al cuore: Holy Martyr, come il pezzo degli Omen! La successiva lettura di titolo del demo e titoli dei pezzi ha fatto il resto: un rapidissimo posizionamento del cd sulla piastra seguito da un ansiosa pressione sul tasto play….se una serie di indizi fanno una prova, per un appassionato ascoltatore di epic americano le premesse sono delle migliori….
Il disco si apre con la marcia verso la battaglia di un gruppo di uomini salutati dal gracchiare di un corvo, poi parte “Warmonger”: gran pezzo, più speed che epic, (anche se su tutti i pezzi che compongono il demo compare una certa vena epica nelle atmosfere) doppia cassa e chitarroni con un ritornello che ti resta in testa già dopo il primo ascolto. Si prosegue con “Under Siege”, un’altro assalto sonoro: altro gran pezzo, i cori epici si alternano con ripartenze a tutta velocità e solo di chitarra veramente azzeccati. Si prosegue con “Hatred is my strenght” e pure qui il registro non cambia : velocità, ritmiche spettacolari per precisione e potenza, chitarre devastanti e voce evocativa…attenzione però, i pezzi non sono tutti uguali, ogni canzone è una piccola gemma che brilla di luce propria! La quarta traccia è, secondo me, la vera perla di questo demo: “Son of a King”, un concentrato di epicità, cuore e potenza! In questo pezzo parti veloci e parti più riflessive sono ben miscelate e riescono a “portare” all’ascoltatore gli stati d’animo del Figlio del Re, tutto questo grazie all’intensità e alla sincerità con cui la band “vive” questo pezzo, entrato di prepotenza tra i miei preferiti. “The shadow over Innsmouth” parte a tutta birra e non ti lascia respirare un’attimo! Come prima: ritmiche killer, chitarre taglienti, vocals azzeccate… ma non banali! . L’ultima traccia è “Metalian” perfetto inno del metallaro, degna chiusura di un grande demo. Ehm, in realtà la chiusura spetterebbe a “Frost and fire” dei fenomenali Cirith Ungol, qui Martyrizzata con un pò di velocità in più, ma credo che questo pezzo non abbia bisogno di presentazioni….
“Hatred and Warlust” consegna alla scena metal underground italiana una grande band di ottimi musicisti, capaci di proporre musica di qualità suonata con il cuore! Era da un po’ che non mi capitava di sentire un disco genuino, vero e sincero come questo “Hatred and Warlust”, un demo di assoluto valore. E adesso attendo con impazienza il secondo demo! Grandi Holy Martyr, avanti così!!

Tracklist:
1- Warmonger
2- Under Siege
3- Hatred is my strength
4- Son of a king
5- The shadow over innsmouth
6- Metallian

Lineup:
Alex Mereu – voce
Carlo Olla – chitarra
Ivano “Muad ‘Dib” Spiga – chitarra
Andrea Mucelli – basso
Giacomo Macis – batteria

Sito ufficiale: www.holy-martyr.com
Contatti: info@holy-martyr.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *