Slider by IWEBIX

Blot Mine – Ashcloud (2005)

Pubblicato il 22/03/2006 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Ashcloud
Autore: Blot Mine
Genere: Black Metal
Anno: 2005
Voto: 7

Visualizzazioni post:110

Grande intuizione quella dell’iperattiva etichetta svedese Metal Fortress di immettere nel mercato, in versione rimasterizzata e arricchita da un nuovo layout, la ristampa dei nastri originali di questo “Ashcloud”, fatica discografica di qualche anno fa degli scandinavi Blot Mine, band dedita ad un black metal in cui i Dark Funeral sono qualcosa di più di un semplice riferimento e formata da membri ed ex membri di Midvinter, Setherial e Sorhin. Non sono un gran consumatore di black metal, ma devo ammettere che questo lavoro merita appieno il voto che leggete sopra: il primo punto a proprio favore i Blot Mine lo incamerano grazie all’ottimo lavoro svolto da Tommy Tägtgren (fratello del famoso Peter) che, con una produzione da urlo realizzata nei celebri Abyss Studios, fornisce ai pezzi una marcia in più, permettendo all’ascoltatore di godere appieno delle trame sonore ordite dalla band. Punto secondo, i testi: davvero interessanti e personali, capaci di raccontare le ideologie (musicali e non) che animano il combo scandinavo, ideologie ben spiegate anche nel libretto, che contiene un esplicativo testo dal titolo “Matters Of Matter”. Punto terzo, la musica: cosa aspettarsi da un disco Black Metal che ha nel DNA la band che ho citato ad inizio recensione? Una specie di tributo ai Dark Funeral? Niente di più sbagliato! E’ innegabile che ci siano dei richiami al combo svedese, ma i Blot Mine riescono a creare delle canzoni che godono di strutture musicali di alta qualità e che soprattutto non stancano dopo pochi ascolti, oltre ad avere una certa varietà: prevalgono le canzoni dove a farla da padroni sono furia e folli velocità, “Dead Centre” o “Where Space And Time Collide” ne sono un’ottimo esempio, ma compaiono anche episodi più cadenzati (e comunque non meno pesanti) come “ Right Of Way”, canzone che mi riporta alla mente le atmosfere glaciali che solo con gli Immortal avevo potuto provare sulla mia pelle. Questo “Ashcloud” merita davvero attenzione: fatelo vostro, sarebbe un delitto farlo passare inosservato!

Tracklist:
1- Dead centre
2- Evil intent
3- Right of way
4- Luminous bodies
5- Ashcloud
6- Gynocide
7- Where space and time collide
8- Bolted down (and dying)

Lineup:
Steril Vwreede – voce
Thunaraz – chitarra
Athel W. – chitarra
Thorn – basso
Zathanel – batteria

Sito ufficiale: www.blotmine.com
Metal Fortress Records : www.metalfortress.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *