Slider by IWEBIX

Pagan’s Mind – Infinity divine (2000)

Pubblicato il 27/03/2006 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Infinity divine
Autore: Pagan's Mind
Genere: Power-Prog Metal
Anno: 2000
Voto: 8+

Visualizzazioni post:52

E’ quasi singolare recensire un promo cd che si possiede già da tre anni…
Ma siccome il suddetto cd è un gran album lo si fà con estremo piacere!!!
I Pagan’s Mind ci riprogongono il loro album di esordio “Infinity Divine” con una registrazione migliore, una nuova riscrittura ed esecuzione di un paio di tracce e due canzoni bonus conclusive arrivando in questo modo ad cd con 12 tracce e quasi 70 minuti di eccellente power-progressive metal!!!
Tutti i pezzi in questione sono di pregevole fattura e strutturati in modo tale che i passaggi di stampo puramente power e quelli di chiara matrice progressive si alternino e si “aggancino” tra di loro con una continuità musicale veramente notevole.
Su dodici songs, per farci rifiatare dopo I primi sei pezzi veramente possenti troviamo un bel pezzo lento, ovvero la traccia 7 “ Dawning of the Nemesis “, una ballad messa come a spartiacque nell’album, per poi ributtarci nella furia musicale dei P.M. con altre 4 tracce di grande valore e complessità.
Chiude l’album la bonus track “ At the Gates “, un brano di quasi 10 minuti ove i P.M. rielaborano questa canzone di King Diamond: scivolando in passaggi prettamente hard rock, spezzando il ritmo con stacchi di batteria death, proponendo atmosfere gotiche e surreali ci consegnano una canzone un po’ fuori dagli schemi dell’ album che dal mio punto di vista è forse la più bella ed espressiva dell’ intero cd ( ahimè peccato che sia una cover 😛 )… anche se “ A new Beginning “ con riff veramente ammiccanti e con una musicalità di diretta assimilazione le contende lo scettro da vicino.
La maestria di questi ragazzi è indiscutibile: solo 2 album all’attivo ma entrambi sono prodotti di grande quantità e qualità.
Il gruppo sfodera una ottima tecnica senza però eccedere in virtuosismi eccessivi o in lunghi fraseggi barocchi.
In ogni canzone possiamo apprezzare il lavoro dei due chitarristi che si alternano sulla parte d’accompagnamento e su quella virtuosa seguendo una sezione ritmica di un dinamismo eccezionale con frequente uso di tempi dispari e stacchi sincopati.
A completare il tutto passaggi di tastiera mai troppo invadenti ma sempre di ottimo gusto e utilizzo di cori per dare maggiore enfasi e potenza nei vari tratti delle canzoni (specialmente nei ritornelli).
La voce di Nils è un qualcosa di particolarmente difficile da descrivere perchè non riesco a fare un giusto paragone con altri cantanti metal e non, ma ha una tonalità e una timbrica veramente tutte sue che personalizzano ogni singola canzone in modo originale.
Aspetto con fiducia il loro prossimo album.

Tracklist:
1. Prelude To Paganity
2. Caught In A Dream
3. Infinity Divine
4. Embracing Fear
5. Astral Projection
6. Angels Serenity
7. Dawning Of The Nemesis
8. King’s Quest
9. Twilight Arise
10. Moonlight Pact
11. A New Beginning
12. Embracing fear (Bonus Track)
13. At the graves ( Bonus Track)

Lineup:
Nils K. Rue – Vocals
Thorstein Aaby – Guitar
Jorn Viggo Lofstad – Guitar
Steinar Krokmo – Bass
Ronny Tegner – Keyboard
Stian Kristofferssen – Drums

Sito ufficiale: www.pagansmind.com
Album distribuito in Italia da Self – www.self.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *