Slider by IWEBIX

Zedher – Metal Possession (2005)

Pubblicato il 6/04/2006 da in Demo | 0 commenti

Titolo: Metal Possession
Autore: Zedher
Genere: Thrash Death Metal
Anno: 2005
Voto: 6

Visualizzazioni post:83

Nel recensire questo demo dei nostrani Zedher mi sono ritrovato davvero spiazzato. Il disco in questione, dal titolo “Metal Possession”, presenta delle qualità davvero ottime, buona produzione, buone canzoni, buone prove tecniche dei musicisti, ma ha dalla sua l’incommensurabile difetto della voce in scream di Agonia, che rende tutte e quattro le tracce davvero spinose. Mi spiace quasi dover parlare male di questo demo, che ripeto è ben fatto, perché presenta quattro tracce di ottimo thrash black, misto fra Slayer e Necrodeath (che fra l’altro è uno dei generi che preferisco) ma la scelta di un cantato in scream davvero acuto e un po’ acido, che mi ricorda un po’ i Mayhem, è davvero azzardata.
Analizzando le tracce troviamo che tutte sono molto legate alla tradizione del thrash, con alcuni spenti sia dalla bay area dei primi ottanta, altri mutuati da influenze più europee, vedi il thrash teutonico. Apre la titletrack “Metal Possession”, con relativo intro, potente e massiccia come poi saranno anche le altre, dove di respiro se ne lascia poco, avvolti sempre da una aura di violenza sonora. “Zedher” invece mi ha ricordato molto di più ciò che hanno fatto finora i Necrodeath, e ho trovato ottimi degli inserti in cantato growl in alcuni bridge della canzone, growl che la fanno risultare la migliore traccia del demo. “Phantasm” è di chiara derivazione Metallica, molto carica e dinamica con un riffing di chitarra molto ottantiano, ma comunque cattivo e granitico. Anche il drumming di Mechanix è molto preciso e anche azzeccato, senza mai strafare, ma comunque sempre utile alla canzone. Chiude “Real Cannibal” dall’incedere più lento e incalzante nella sua prima parte, governata da un atmosfera lugubre, con liriche mutuate o dedicate a Cannibal Holocaust, storico film horror degli anni settanta.
Nota di merito agli Zedher per la produzione e registrazione, avvenuta agli Outer Sound Studio di Roma, che hanno tirato fuori un suono dove sono ben nitidi tutti gli strumenti e nessuno si sovrappone, le chitarre e il basso sanno essere aggressive e con un ottimo mordente, mentre la batteria è ben registrata in ogni sua parte, dedita a macinare ritmi mai troppo veloci, ma sempre granitici. Nota dolente rimane lo screma quasi insopportabile di Agonia, che rende ostico l’ascolto di questo demo. Inutile sindacare sulle scelte stilistiche di un artista, ma forse quel tipo di voce non si dedica bene alla musica proposta dagli Zedher. Quasi in totale, comunque, il lavoro è davvero di ottima fattura.

Tracklist:
1- Metal Possession
2- Zedher
3- Phantasm
4- Real Cannibal

Lineup:
Azeman – chitarra
Mechanix – batteria
Agonia – voce
Maleun – basso

Sito Ufficiale: www.zedher.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *