Slider by IWEBIX

Andrew W.K. – I get wet (2001)

Pubblicato il 27/11/2006 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: I get wet
Autore: Andrew W.K.
Genere: Rock Alternativo
Anno: 2001
Voto: 7

Visualizzazioni post:75

Era da un po’ che volevo parlare di questo artista; meteora? Sottovalutato? Sfigato? Genio? È stato definito in moltissimi modi, ma per molti lui è descrivibile solamente con il suo nome, Andrew WK!

Andrew WK (White Killer) si presenta da solista sulle scene musicali nel 2001 con l’album “I get wet”.
Fin da un primo ascolto ci si rende conto che ci si trova al cospetto di un album decisamente non valutabile per la sua tecnica o la complessità dei testi, ma più che altro per l’orecchiabilità e l’energia che il singer americano mette in mostra.
Le musiche infatti sono un misto di generi quali rock melodico e punk, quasi tutte simili, che finiscono con l’essere quasi impossibili da dimenticare già ad un primo ascolto e che vi faranno scatenare grazie all’euforia del carismatico e schizzato cantante (guardatevi qualche suo video e capirete!). La voce di Andrew infatti non brilla di certo per la sua tonalità, anzi, è più simile ad un raglio continuo dove sembra quasi che WhiteKiller si mangi le parole. Canzoni come “Party hard” (il suo trampolino di lancio), “She is beautiful” (utilizzata anche come OST di “Freaky Friday”, e coverizzata dai Children of Bodom), “Time to die” e “I get wet”, sono solo alcune delle canzoni che vi sbalzeranno nel mondo di Andrew con la loro furia.

“I get wet” è comunque un album da avere, soprattutto se fate parte di quel pubblico che si reca già ubriaco ai concerti, fregandosene di tecnica, accordi e testi, ma solo per pogare, perché avete divertimento e stupidità nel sangue; ‘cause it’s time to party!

Tracklist:
1- It’s Time To Party
2- Party Hard
3- Girls Own Love
4- Ready To Die
5- Take It Off
6- I Love NYC
7- She Is Beautiful
8- Party ‘Til You Puke
9- Fun Night
10- Got To Do It
11- I Get Wet
12- Don’t Stop Living In The Red

Sito ufficiale: www.andrewwk.com
Spazio Myspace di Andrew WK: www.myspace.com/ANDREWWK

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *