Slider by IWEBIX

Sarti 19 – L’Immagine (2006)

Pubblicato il 28/12/2006 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: L'Immagine
Autore: Sarti 19
Genere: Rock
Anno: 2006
Voto: 7

Visualizzazioni post:67

Con coraggio e tenacia, i bolognesi Sarti 19 portano avanti da un po’ di anni un discorso musicale tutt’altro che scontato, che si caratterizza per un rock senza compromessi, cantato in italiano, con venature a metà fra la creatività e la follia. Questo loro nuovo EP, che esce sotto l’ala protettrice della Ululati Dall’Underground, mette nuovamente in risalto questi elementi e aggiunge ulteriori tratti distintivi non da poco. Tuttavia, un primo ascolto dei brani, quell’ascolto per intenderci che si fa a scatola chiusa, non sapendo bene a cosa si andrà incontro, lascia leggermente perplessi, soprattutto perché non si capisce se i Sarti 19 facciano sul serio o scherzino. Come interpretare ad esempio i doppi sensi e i giochi di parole che si susseguono incastrandosi le une nelle altre, con riferimenti a metà fra l’artistico e il sessuale che caratterizzano i ritmi veloci de “L’Ultimo Addio”? Che cos’è il “Drago” che dà il titolo al brano di apertura, e che si presta a un buon numero di interpretazioni? Potrebbe essere ad esempio l’insieme delle costrizioni che obbligano le persone ad agire secondo normalità e a non uscire dagli schemi, concetto a cui i Sarti 19 si ribellano con forza, gridando che “sono io arbitro di me stesso / sono io che comando adesso”, ma non è detto che sia l’unico significato in esso contenuto. Per non parlare di “Metà Della Mela”, un’atipica dichiarazione d’amore in cui si parla di idiosincrasia, di strada giusta, di un invito ad accogliersi, ma anche di malattia e di morte, mettendo così in risalto che amare molto spesso significa anche soffrire.
Hanno molte cose da dire, i Sarti 19, le dicono bene, e oltre a saperle dire le sanno anche mettere in musica nel modo giusto. Oltre alla voce di Francesco Gualdaroni, che dispone tra l’altro di un’energia e di una presenza scenica fuori dal comune, è da sottolineare l’estro creativo di tutti gli altri membri della band, e il fatto che fra di loro milita quello che probabilmente è il migliore bassista di Bologna. Come non approfittare di un prodotto simile?

1-Drago
2-L’Ultimo Addio
3-Le Mani Sono Qui
4-Metà Della Mela
5-Rainbow Island

Francesco Gualdaroni: voce, chitarra acustica
Marco Masotina: chitarra elettrica
Matteo Colonna: basso e kimika
Edo Bertolini: batteria e kimika

www.sarti19.com
info@sarti19.com
www.musicalnews.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *