Slider by IWEBIX

20/01/2007 Deicide + Visceral Bleeding + Psycroptic (Rock Planet, Cervia, RA)

Pubblicato il 4/04/2007 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:422

Gennaio: inizio del tour europeo dei Deicide, sulle webzines metal giunge voce che Glenn Benton per motivi poco chiari non si presenta alle prime serate. Inizialmente sostituito dal batterista dei Severe Torture, Seth Van Loo, e in seguito dal bassista/cantante Garbaty “Yaha” della death metal band polacca Dissenter.

Tutto sembra procedere bene in Inghilterra, Francia e Spagna ed eccoli giungere a Ravenna per la loro prima data italiana, a cui seguirà quella del 21 a Bassano del Grappa; il locale tra l’altro ha addirittura avvisato l’arrivo delle band sul sito internet! Ma che carini!
Eppure i miei sospetti e quelli di molti si rivelano fondati, Glenn non si presenta neanche in Italia! Glenn è l’anima dei Deicide, nonché l’unico rimasto della formazione originale insieme al drummer Steve Asheim, perciò molti fra i fan e i meno decidono che non vale la pena di assistere allo show..
Raggiungo il Rock Planet con leggero ritardo rispetto all’orario d’inizio e il pubblico affatto scarso si rivela una piacevole sorpresa ai miei occhi! Anzi, il locale si riempirà sempre di più col proseguire della serata e l’avvicinarsi dell’esibizione degli attesi Deicide.

Live Report Deicide, Psycroptic

Sul palco si stanno già scatenando gli australiani Psycroptic. Band attiva dal 1999 che si autodefinisce come sonorità tra il dark e il death, supportano nei vari tours Dismember, Cannibal Corpse e Nile, solo per citarne alcuni.
Mi erano stati fatti notare più di un anno fa e l’ascolto in particolare di “The Scepter Of The Ancient”, loro secondo album, aveva centrato appieno i miei gusti in fatto di death ma soprattutto di gran tecnica e originalità a differenza del primo “The Isle Od Disenchantement”. Che rabbia non essere arrivata in tempo per ascoltare almeno una canzone di questo bellissimo album…
La tecnica appunto è sicuramente la loro arma vincente che assieme ai suoni possono essere vagamente accostati a quelli degli americani Origin; eppure la voce di Jason Peppiatt non mi convince, sarà che mi ricorda troppo la cadenza usata nel nu metal..

Mentre gli Psycroptic lasciano il palco, Ralph Santolla gironzola indisturbato fra noi comuni mortali con la sua birrozza in mano. Eheh!

Concerto Deicide, Visceral Bleeding

Arrivano gli svedesi Visceral Bleeding che già supportarono i Deicide nel tour di “Scars of The Crucifix” con Obituary, Cryptopsy e Skinless. Formatisi verso la fine degli anni ’90, ottennero subito un buon riscontro con l’uscita del primo album “Remnants of Deprivation” avvenuta dopo l’entrata del batterista Tobbe Persson e la sostituzione del cantante Dennis (che decise di dedicarsi interamente al side-project di allora Spawn of Possession) con Martin Pedersen.

Concerto Deicide, Visceral Bleeding

La band è in gran forma, anche loro hanno una gran tecnica .. direi ancora più tirata, portando sul palco il loro Brutal Death, anche se a mio parere poco originale.
Come al solito sono colpita dal batterista, che esegue impeccabilmente ogni pezzo…anzi pare quasi impercettibile nelle sue “legnate”!
Tutti e tre i batteristi sono delle vere e proprie macchine da guerra e osservarli al lavoro è un piacere paralizzante!
Intanto Martin incita il pubblico al massacro!

Finalmente giunge il momento fatidico…ormai non bado neanche più all’orologio!
I blasfemi Deicide (all’epoca prima col nome di “Carnage” poi di “Amon”), sono una band floridiana attiva dal 1987 dalla carriera travagliata che ha visto l’abbandono da qualche anno dei fratelli Hoffmann e l’annullamento di diversi tour, il cui leader (voce/basso) Benton è anche la voce dei grandi Vital Remains. Le chitarre degli Hoffmann vengono sostituite da Jack Owen proveniente dai Cannibal Corpse e Ralph Santolla, partecipe del tour con i Death nel 1993 e nel video “The Philosopher”, ex-Millenium ed ex-Iced Earth.

Live Report Deicide

Gli strumenti vengono controllati e sistemati a dovere. La loro attesa è leggermente più lunga rispetto agli altri gruppi, ma eccoli che salgono tutti sul palco, e al microfono signore e signori c’è Garbaty dei Dissenter, nonché il sosia di Glenn! La somiglianza fisica e vocale è incredibile! Ma per quanto simile possa essere, si distingue non poco dal tono e dalla carica del growl di Glenn, che ho potuto constatare nel 2005.
Voce e musiche assolutamente uniche nel death metal americano in particolare e mondiale in genere, che mi hanno fatto amare questa band sin dalle prime note posizionandosi al secondo posto tra le mie preferenze musicali.

Deicide Live al Rock Planet

Se con Glenn le canzoni erano sin da subito riconoscibili al mio orecchio, con Garbaty nell’immediato stento leggermente in questo compito, complice anche l’alto volume delle casse che come sappiamo confonde, ma la scaletta è strepitosa e vengono proposte addirittura più della metà dell’ottimo ultimo lavoro dei Deicide “The Stench of Redemption”, che ha subìto ritardi nell’uscita, per poi spaziare dagli album degli esordi in avanti.

Soddisfatta, anche se delusa dall’importante assenza come credo tutti i fan presenti, giunge quasi la fine .. ma i Deicide ci hanno riservato due soprese: Jason degli Psycroptic impugna gasatissimo il microfono e intona “Bastard of Christ”!! Niente male! Poi viene il turno di Martin dei Visceral Bleeding che canta “Serpents of the Light” e la folla gradisce assai! Forse più per la canzone che non per il cantante, ma questi sono dettagli..

I gruppi si ringraziano a vicenda, ringraziano il pubblico per il coinvolgimento e soprattutto per l’affluenza, sono convinta che nonostante l’assenza di Benton il pubblico abbia apprezzato comunque il concerto.

P.S.

Passano alcuni giorni e curiosando fra le notizie in ambito metal leggo che Steve Asheim è stato arrestato a Innsbruck per un qui pro quo durante il deposito di soldi macchiati di rosso (pennarello), la polizia pensava volesse fare una rapina! Fortunatamente la cosa è stata risolta e Steve è stato rilasciato in giornata…
Come se non bastasse, a Essen in Germania, dopo lo show, Joe Haley chitarrista degli Psycroptic è stato colto da un attacco epilettico e quindi ricoverato. Il gruppo in seguito al brutto evento ha deciso di abbandonare il tour e ritornare in Australia.

Se posso aggiungere una nota personale, nonostante la grande delusione che la mancanza di Glenn ha causato, ammiro ugualmente la band che ha decido coraggiosamente di iniziare e continuare il tour senza di lui, anche grazie a dei validi sostituti, nonché i locali che non hanno annullato le serate rischiando quindi di incassare anche meno delle previsioni iniziali.

Silvia e Jack Owen Silvia e Ralph Santolla

Tra la compagnia di vecchi amici, “riesumatisi”, oserei dire, per l’occasione e il concerto, rimarrà in me un indimenticabile ricordo… riesco anche a beccare Jack Owen e Ralph Santolla per una foto! Yeah!

Setlist dei Visceral Bleeding:
Time to Retaliate
Exposive Surgery
Merely Part Remain
Rip the Flesh
Disgust the Vile
Remnants of Deprivation
Indulge In Self Mutilation
Absorbing the Disarray
When Pain Come to Town
Fury Unleashed

Setlist dei Deicide:
Dead by Dawn
Scars of the Crucifix
Stench of Redemption
Death to Jesus
When Satan Rules his World
They Are the Children of the Underworld
Desecration
Dead but Dreaming
Christ Denied
Behind the Light Thou Shall Rise
Walk with the Devil in Dreams You Behold
Homage for Satan
Lunatic of God’s Creation
Kill the Christian
Sacrificial Suicide
Once upon the cross
Bible Basher
Satan Spawn The Caco Deamon
Bastard of Christ
Serpents of the Light

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *