Slider by IWEBIX

Decadence (Metallic Kitty)

Pubblicato il 23/04/2007 da in Interviste | 0 commenti


Visualizzazioni post:74

Intervista Metallic Kitty Decadence

[i]Reduci dall’uscita dell’ottimo “3rd Stage Of Decay”, per gli svedesi Decadence il futuro si prospetta roseo. Eccovi riportata qui sotto una chiacchierata con la cantante, nonché manager stakanovista, Metallic Kitty per far conoscere qualcosa di più sui Decadence a coloro che per la prima volta si avvicinano a questa band.[/i]

Com’è nata la band?

[b]Nel 2003, all’età di 16 anni, ho fatto un’audizione per una band ancora senza nome.
Era costituita solo da due chitarristi e un batterista. Io ho chiamato la band Decadence e introdotto Kenneth Lantz come bassista. Ora i tre membri originali non fanno più parte della band e Kenneth ha cambiato la sua posizione diventando chitarrista solista.
Questo è stato l’inizio di tutto e da allora sono successe veramente un sacco di cose.
Ritengo sia una storia abbastanza intrigante, quindi vi suggerisco di leggere la biografia sul nostro sito ufficiale: www.decadence.se per scoprire il resto della storia.[/b]

Sei ancora soddisfatta di “3rd Stage Of Decay” o cambieresti qualcosa?

[b]Completamente. Sono davvero soddisfatta del nostro nuovo album “3rd Stage Of Decay”.
Credo sia il nostro album migliore e anche quello più forte; se volessi iniziare qualcuno alla nostra musica, questo sarebbe l’album con cui lo farei. Naturalmente niente nella vita è perfetto, quindi sì, ci sono dei dettagli che cambierei se ne avessi l’occasione, ma nel complesso sono molto orgogliosa di questo lavoro. [/b]

Intervista Metallic Kitty Decadence

Parlami dei testi. Credo siano molto importanti per la musica dei Decadence, dico bene? Dimmi qualcosa a proposito dei testi della vostra ultima fatica.

[b]Tutti i testi che ho scritto per i Decadence (anche quelli di “3rd Stage Of Decay”) sono perlopiù ispirati da problemi personali, rabbia e depressione che possono sia farci da guida, sia darci un certo modo di vedere il mondo, se stessi o varie situazioni attraverso diverse prospettive.
E’, in parte, il concetto che fa pensare la gente ai vari avvenimenti nella vita e che li spinge a guardare ad essi con speranza.
Sì, hai ragione; i testi sono molto importanti per comprendere il significato nascosto dei Decadence. [/b]

State facendo delle date a supporto dell’album?

[b]Si, stiamo facendo tutte le date che possiamo per spargere la voce su “3rd Stage Of Decay” e la nostra musica in generale.
Abbiamo in programma anche uno show a Roma il 25 Maggio al Jailbreak.[/b]

Come siete stati accolti dal pubblico?

[b]Preferiamo il pubblico oltre i confini della Svezia. Il supporto che abbiamo ricevuto negli altri paesi è stato incredibile. L’anno scorso in Italia è stato fantastico!
Ho sempre sostenuto che i Decadence siano una live band; quando saliamo sul palco è veramente il momento in cui siamo vivi!
Anche per questo stiamo lavorando sodo per organizzate un tour più grande per raggiungere sempre più persone. [/b]

Cosa ne pensi della scena metal odierna (in Svezia e nel mondo)?

[b]La scena svedese per me è molto isolata. Tutte le bands vogliono suonare come gli In Flames e fare una sorta di death metal melodico. A me piace scoprire e sperimentare nuovi suoni; voglio qualcosa che sia unico e che si differenzi dal resto.
Il genere più vicino al mio cuore è il thrash della Bay Area; un genere che sta venendo lentamente messo in ombra da quest’ondata di death svedese, NWOAHM e ciò che chiamo MTV metal (nu metal).
Il mio obiettivo e la mia speranza è di rendere più forte la scena thrash metal, riportare in auge ciò che negli eighties era grande in tutto il mondo e magari addirittura portarlo un passo oltre, ecco perché definiamo la nostra musica come melodic thrash metal: prendi il thrash metal e influenzalo con le death metal bands più ispiratrici come i Death ed ecco che hai ottenuto i Decadence. [/b]

Intervista Metallic Kitty Decadence

Kitty, sei anche la manager della band, parlami dell’evoluzione subita dai Decadence sin dagli esordi.

[b]Quando abbiamo iniziato non mi sarei mai aspettata di arrivare fino a questo livello, all’epoca eravamo solo una nuova e giovane garage band.
Il primo passo verso l’attuale sound dei Decadence fu quando sbattemmo fuori dal gruppo i primi due chitarristi e Kenneth ed io facemmo presa sulla stesura dei pezzi.
Quando i tre membri fondatori furono rimpiazzati iniziammo immediatamente a lavorare ad un full-lenght album. Poco dopo iniziammo a farci conoscere sul serio anche dal vivo suonando con i black metallers norvegesi Ragnarok e la cult death metal band svedese Centinex.
Il nostro nome iniziò a diventare conosciuto e questo ci aiutò a svilupparci.
L’ultimo step evolutivo consistette nel terzo rimescolamento dei ruoli nella line-up sino all’attuale:
Metallic Kitty (voce), Kenneth Lantz (chitarra), Joakim Antman (basso) e Erik Röjås (batteria).
E’ la migliore formazione che abbiamo mai avuto; i Decadence sono finalmente diventati un gruppo stabile e in forte crescita. [/b]

Cosa riserva il futuro ai Decadence? Qualche progetto?

[b]Ci sono sempre nuovi piani e progetti per il futuro dei Decadence; sempre nuovi album da realizzare e nuovi show da programmare.
Abbiamo molto da dare e stiamo solo aspettando l’occasione per farlo! [/b]

Grazie per la disponibilità Kitty, le ultime righe di quest’intervista sono tutte tue…

[b]Grazie per esserti interessato ai Decadence e per averci dato il suo sostegno con questa intervista e recensendo l’album. Grazie anche a tutti i lettori di quest’intervista; vi lascio con la speranza che vogliate fare parte del mondo dei Decadence e condividere questa musica con noi!

Horns up from Metallic Kitty of Decadence. [/b]

Sito ufficiale : www.decadence.se

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *