Icy Steel (Alberto Eretta)

Visualizzazioni post:431

Intervista Icy Steel

[i]Arrivano dalla Sardegna gli Icy Steel, forti di un ottimo disco omonimo d’esordio con l’etichetta tedesca Pure Steel Records si pongono come una nuova e solida realtà in ambito epic metal! Abbiamo avuto il piacere di poter parlare con questi quattro Figli di Odino, ed ecco cosa ne è venuto fuori![/i]

Ciao ragazzi e benvenuti sulle webpagine di entrateparallele.it! Iniziamo questa chiacchierata con la presentazione della band e dei suoi componenti ai lettori! Vogliamo sapere tutto!!

[b]È un piacere ragazzi, gli ICY STEEL nascono tre anni fa per opera di Stefano Galeano (voce e chitarra), Alberto Eretta (chitarra), Alessandro Oggiano (batteria) e Roberto Ladinetti (basso), l’amore verso l’Heavy Metal ci ha portato con mille sacrifici ma anche con tante soddisfazioni a realizzare questo progetto.[/b]

Come siete arrivati al contratto con la Pure Steel Records e come vi trovate a lavorare con loro? Mi sembra che l’etichetta stia facendo un ottimo lavoro valorizzando band come la vostra, di assoluta qualità ma non ancora molto conosciute!

[b]Dopo aver creato un nostro spazio personale sul MySpace mettendo due brani on line, Volker Raabe (Pure Steel Records)ci ha contattati chiedendoci più informazioni riguardo la band e altro materiale da ascoltare. E’ nata subito un’intesa dalla quale è arrivata successivamente la proposta del contratto. Per ora le cose con loro vanno molto bene, c’e molto rispetto da entrambi le parti, speriamo che con l’andare del tempo molti sentano parlare di noi!![/b]

Parliamo del disco.. avete dato alle stampe un album che non conosce cali di tono grazie all’alta qualità dei brani che lo compongono, devo dire però che ho cominciato ad amare totalmente “Icy Steel” solo dopo alcuni ascolti.. non è un disco diretto, ma emozionalmente intensissimo, come ho scritto nella recensione lascia senza fiato: volevate ottenere un risultato di questo tipo?

[b]Ti ringraziamo per i complimenti, però per quanto ci riguarda “Icy Steel” è un album diretto, soprattutto per impatto sonoro… molto ragionato e curato, insomma lontano dai trend del momento!! Abbiamo cercato di ottenere il massimo miscelando diversi elementi, dalla potenza alle parte più melodiche riflessive, ai cori, questo mix caratterizza molto il nostro stile.[/b]

Intervista Icy Steel, la band

Un’altra carta vincente del vostro sound penso siano le magiche atmosfere che riuscite a creare nei vostri brani e che rendono completo all’ascolto il “quadro” della vostra musica: oltre a provare delle emozioni si può anche vedere con gli occhi della mente quello che narrate. Che ne pensate?

[b]E questo ci rende molto felici, se l’ascoltatore prova le stesse emozioni che proviamo noi quando componiamo, vuol dire che abbiamo fatto un buon lavoro!! Nei nostri brani utilizziamo molto sentimento, molta immaginazione, ci immedesimiamo al cento per cento nel pezzo, è questo che rende l’atmosfera fantastica![/b]

Dovendo a tutti i costi fare un paragone con le grandi band del passato, direi che la vostra musica mi porta alla mente i Warlord e i Manilla Road più evocativi e i Manowar dei primi album.. ossia Us epic metal! Ci ho preso? Quanto sono importanti per voi queste band?

[b]Ovviamente queste sono band molto importanti, le nostre ispirazioni maggiori vengono dall’Heavy Metal degli anni 80, quello puro, quello vero e incontaminato, con questo genere che siamo cresciuti musicalmente ed è questo quello che continueremo a fare, perché il nostro cuore e la nostra passione per esso ce lo impongono.[/b]

Torniamo all’album: “Icy Steel” suona eighties fino al midollo, e parte di questo merito va sicuramente a carico della produzione. Volete raccontarci dove e come si sono svolte le varie fasi di lavorazione del disco?

[b]La registrazione è stata fatta nei Red Warlock’s studio di Sassari con il nostro grande amico fonico Andrea Giribaldi… ogni canzone durante la registrazione è stata pensata e arrangiata nei minimi particolari, siamo riusciti ad ottenere dei suoni così come li volevamo sin dall’inizio, l’unico neo è che per la batteria abbiamo avuto dei limiti di tempo “in altra sede” per questioni economiche elevate, Alessandro ha avuto solo 2 ore di tempo per registrare le parti di tutto l’album!![/b]

Intervista Icy Steel

Facciamo ora un’ulteriore passo indietro: raccontateci come nascono i pezzi degli Icy Steel! C’è un unico compositore o i brani sono frutto del lavoro di tutta la band?

[b]Tutti gli ICY STEEL collaborano alla produzione del pezzo, si porta un idea in sala prove e la si sviluppa in quattro, (ognuno mette il suo) si fa una registrazione di una demo, dove da lì possiamo farci un idea del risultato finale del brano, o possiamo capire se manca ancora un qualcosa per renderlo tale.[/b]

I testi del disco trattano della mitologia nordica: si può parlare di concept-album? La scelta di questo argomento non è stata casuale, vero? Inoltre Icy Steel significa acciaio ghiacciato.. tutto quadra!!

[b]Grazie per la domanda, perché questo è un punto che vogliamo specificare assolutamente, in quanto è stato frainteso un pò da tutti. I testi non affondano sulla mitologia nordica tranne “Secret of Rune” e “I See Steel”. Le altre sono sì testi epici, ma in maniera metaforica, e le metafore che si possono intuire nelle canzoni si rifanno ai nostri ideali, mentre in canzoni come “Corrupted King” e “Pandemonic Ride”, abbiamo due storie unite dove l’onore è il punto essenziale, che rappresenta un forte ideale per la band!![/b]

Personalmente i brani che più apprezzo del disco sono l’accoppiata “I See Steel” – “Corrupted King”. C’è un brano dell’album a cui vi sentite più legati? Per quale motivo?

[b]Reputiamo come figlie tutte le nostre canzoni, dunque ci sentiamo legati a tutte loro, tutte sono significative![/b]

Icy Steel, heavy epic metal from Italy

Mi è piaciuto molto anche il disegno di copertina.. volete parlarcene più approfonditamente?

[b]Il disegno della copertina è stato pensato interamente da noi, l’impatto che abbiamo voluto ottenere era quello della potenza(come l’artwork dimostra) l’arrivo di un qualcosa di forte e imponente, un qualcosa che ci rappresentasse forti e determinati , come la nostra musica e il carattere.[/b]

Il disco è uscito il 16 Marzo: quali responsi avete raccolto finora da addetti ai lavori e fans?

[b]Possiamo ritenerci molto soddisfatti fino ad ora, nel nostro spazio riceviamo ogni giorno diversi complimenti per il disco e anche le recensioni sono andate alla grande, la maggior parte sono state positive, certo c’e anche chi l’album non lo ha capito e non gli è piaciuto, questo penso che sia normale. Però ripetiamo di essere molto soddisfatti!![/b]

Supponiamo che dobbiate convincere un indeciso metallaro ad acquistare il vostro cd. Quali parole usereste?

[b]Non servono molti giri di parole, a chi piace l’Heavy Metal glorioso degli anni ‘80 e vuole farsi un tuffo nel passato ..acquisti “Icy Steel” e non se ne pentirà assolutamente, ve lo possiamo garantire!!!
E ve lo garantisce anche Entrate Parallele J[/b]

Avrei una curiosità: se pronuncio “Icy Steel” e “ I see steel” ottengo praticamente lo stesso suono.. è una casualità o un qualcosa di voluto?

[b]La cosa è stata voluta, è un gioco di parole che calza a pennello con il significato del testo (il fabbro del nord) e il nome del gruppo, è un connubio perfetto :D[/b]

Intervista Icy Steel, heavy metal from Sardegna

Voi siete una delle poche band provenienti dalla Sardegna (e più precisamente da Sassari) che conosco: esiste una scena underground nella vostra zona? Più in generale, cosa ne pensate della cosiddetta scena italiana?

[b]Per quanto riguarda l’Heavy Metal in Sardegna, la scena è veramente povera, e i pochi gruppi che ci sono vengono poco supportati, qui i locali hanno grandi demeriti!!! Nel resto della penisola, soprattutto nell’underground, abbiamo diversi gruppi di alto livello, e questo è veramente importante, perchè negli ultimi tempi è proprio il cosiddetto “sottosuolo” a dare la linfa vitale a questo genere!![/b]

Attività sul fronte live? Parlateci dei vostri progetti presenti e futuri!

[b]Speriamo di suonare il più possibile, perché per un gruppo esibirsi è il massimo, possiamo darvi una chicca a voi di “Entrate parallele”, il prossimo 22 dicembre ci esibiremo allo Swordbrothers Fest in Germania, sarà il nostro primo evento internazionale!! e ovviamente come progetto per il futuro c’e in primo piano l’uscita di un nuovo album, abbiamo pronto già del nuovo materiale[/b]

Bene ragazzi, questo spazio finale è tutto vostro! Grazie per la disponibilità e speriamo di risentirci presto! Vi auguro ogni bene e.. onore e gloria a voi!

[b]Grazie ragazzi per averci dato la possibilità con questa intervista di farci conoscere ai vostri lettori, vogliamo ringraziare tutti coloro che ci supportano e amano la nostra musica…
Un saluto da parte degli ICY STEEL.![/b]

SE IN BATTAGLIA NON C’E MAN FORTE TRA GUERRIERI, NON C’E UN ESERCITO CAPACE DI VINCERE

Sito ufficiale: www.theicysteel.com (in costruzione)
Spazio myspace: www.myspace.com/icysteelband

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.