Slider by IWEBIX

15/04/2007: Ensiferum (People of Art, San Damaso, MO)

Pubblicato il 14/05/2007 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:79

Dopo una buona ma breve esibizione all’Evolution 06 abbiamo l’occasione di rivedere gli Ensiferum in sede headliner al People di S. Damaso (MO). La sede dell’evento è organizzata bene e facilmente localizzabile. Pochi i presenti, ma il concerto sarà di buon impatto e piacevole.
Ci perdiamo i Naildown perchè rallentati in autostrada dai rientri dei soliti ignoti. Arriviamo giusto in tempo per i Suidakra. I tedeschi ci regalano un intrattenimento perfetto! Il quartetto riesce infatti a convincere i pochi presenti a incitamenti e cori!

Live report Ensiferum Suidakra, People Of Art, San Damaso, Modena

Freschi del nuovo album “Caledonia” i Suidakra sfornano da essi pezzi a raffica, promuovendolo appieno! Grande presenza e ottime esecuzioni. Pochi minuti passano per il cambio palco ed è il turno degli headliner della serata, i finnici Ensiferum, anche loro presentano il nuovo album in uscita, chiamato “Victory Songs”. Si parte con l’intro “Ad Victoriam” che dà tempo al quintetto di varcare il palco e, come da disco, si passa a “Blood is the price of glory”.

Live report Ensiferum Suidakra, People Of Art, San Damaso, Modena

In così poco tempo abbiamo l’opportunità di capire la serietà e la professionalità dei nordici che tritano gli strumenti lasciando pensare a persone che non suonano che per passione. Si torna al disco “Iron” con “Treacherous Gods” e, forse il pezzo più convincente della band “Tale of Revenge”. Sempre da “Victory song” è tempo del singolo “One more magic potion” folkeggiante e veloce, forse un pò ruffiana ma degna del genere che portano avanti i ragazzi.

Live report Ensiferum Suidakra, People Of Art, San Damaso, Modena

C’è tempo anche di imparare una parola in finlandese. Per l’appunto “Ahti” ripetuta più volte dal pubblico. Ottima mossa del volpone Petri che vuole i cori come su disco. I finnici sfornano poi una serie di canzoni dai vari dischi tra cui degne di nota “LAI LAI HEI”, “Dragonheads” e “Token of time”. Nessun tempo sbagliato, nessuna nota imperfetta. Tutti rientrano nei canoni tra cui la bellissima Meiju Enho nascosta nell’ombra che aiuta con le tastiere ad eseguire le parti più folk della band.

Live report Ensiferum Suidakra, People Of Art, San Damaso, Modena

Tempo anche di poter risalire sul palco ed eseguire le mancanti e classiche della band “Hero in a Dream”, “Guardians of fate”, “Iron” e l’acclamatissima “Battle song”. Lode quindi a questi ragazzi che cercano di portare avanti un genere di nicchia che si sta facendo sempre più strada e grazie agli organizzatori per portare in Italia un pò di questo metal underground che fa sempre piacere ascoltare in sede live.

Ivan “Ivol” Gaudenzi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *