Slider by IWEBIX

Shakra – Infected (2007)

Pubblicato il 5/06/2007 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Infected
Autore: Shakra
Genere: Hard Rock
Anno: 2007
Voto: 8

Visualizzazioni post:76

Orson Welles ci aveva preso. O quasi. A lui piaceva far notare come In Italy for thirty years under the Borgias, they had warfare, terror, murder, bloodshed. They produced Michelangelo, Leonardo da Vinci, and the Renaissance. In Switzerland, they had brotherly love, five hundred years of democracy and peace, and what did they produce? The cuckoo clock. Il buon Orson non sapeva che a Berna la fiorente comunità svizzera avrebbe prodotto qualcosa dall’etimologia ancora più stramba del suo nome, una band hard rock al nome della quale ogni ginocchio si sarebbe piegato tentando di risalire alla sua etimologia nei cieli, sulla terra e nei peggiori bar di Caracas.
Mi sto naturalmente (!) riferendo agli Shakra, piombati per caso nell’ignoranza della mia vita e installatisi automaticamente nel mio sempre più disastrato mangiaCD della 206, per infettarmi in modo permanente il sistema nervoso con un ottimo rock caratterizzato da riffoni sostenuti, ottimi suoni, assoli e parti melodiche perfettamente integrati nel tessuto musicale e una voce d’antologia che sembra Andy Deris che gioca a caso coi filtri vocali di Jorn Lande.. insomma un’incudine che ha solamente sul foglio progettuale metà metallo di quanto necessario alla nostra vita ma che che è inciampata su un quad damage. In un mondo che ha visto i Darkness sciogliersi, John Denver morire e i Red Hot Chili Peppers ancora in piedi, vi assicuro che “Inferno” e “Vertigo” prenderanno possesso del vostro corpo e vi ritroverete a canticchiarle e fare headbanging ovunque senza curarvi della gente che vi sta disprezzando all’intorno.
Gli Shakra (non potete quantificare la mia difficoltà nel concepire “Shakra” e non “Shakira”) la sanno lunga anche sui lenti; e per la stessa alchimia di prima vi ritroverete con espressione triste a guardare le gocce di pioggia che si infrangono sulla vostra panda rossa piena di catene di metallo posteggiata là in fondo e a cantare sommessamente “Love’s gonna find another wayayay”, cullati dal dolce lullaby di “Love Will Find a Way”, suadente ballad che pare scritta a sei mani assieme a Bon Jovi e agli Edguy.
L’album non perde di ritmo, e procede con rocce rotolanti, acuminate ma molto melodiose come “The One” (che ricorda a tratti lo stile delle tracce cantate degli Apokalyptica), “Higher Love”, e la trascinante “Playing with Fire”, energizzati dalla quale sarete in grado di fare delle cose di cui vi pentirete subito dopo finita la canzone.
Sono rimasto piacevolmente sorpreso e positivamente colpito da questa formazione (che, il cilicio possa farmi pentire abbastanza, non conoscevo nonostante non siano certo di primo pelo, ma alzi la mano fra di voi chi non è nato già insegnato), l’album è solido, vario, roccioso, godibile, particolare e frizzante. Neanche Lovecraft saprebbe trovare degli altri aggettivi, per cui il mio consiglio è di leggere tra le righe quello che sto consigliando di fare con questo disco!
Come on and join the Vertigo!

A cura del Manz

Tracklist:
01. Make Your Day
02. Inferno
03. The One
04. Playing With Fire
05. Dance With Madness
06. Love Will Find A Way
07. Vertigo
08. The Conquest
09. Higher Love
10. Cardiophobia
11. Look At Me
12. The Other Side
13. Acherons Way

Line up:
Mark Fox – Voce
Thom Blunier – Chitarra
Thomas Muster – Chitarra
Oli Linder – Basso
Roger Tanner – Batteria

Contatti:
Questo è l’indirizzo del sito:
http://www.shakra.ch/english/index.htm
Vi fornisco direttamente il click per la parte in inglese, anche se so molti di voi avrebbero preferito il tedesco. Ho tentato di raggiungere il loro myspace ma l’url deve avere un qualche tipo di problema. Il sito è ben fatto, e dopo qualche clic d’ingrandimento (è in Arial 2) è più godibile e offre notizie sul gruppo e il blog (in tedesco) dove aggiornano sullo stato dei lavori, e un piccolo sample del nuovo disco.

Album distribuito in Italia da Audioglobe – www.audioglobe.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *