Slider by IWEBIX

Two Of A Kind – Two Of A Kind (2007)

Pubblicato il 7/06/2007 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Two Of A Kind
Autore: Two Of A Kind
Genere: AOR
Anno: 2007
Voto: 8

Visualizzazioni post:43

E’ quando si raggiunge quel momento in cui non si sa cosa ascoltare di preciso, quando se ne ha abbastanza della musica che si ascolta da anni ma non si riesce a trovare un nuovo genere, beh, è proprio in queste situazioni che mettere nello stereo un disco come “Two of a kind” è una delle cose più geniali da fare. La band capitanata da un elegante e geniale veterano dell’Hard Rock europeo quale Fred Hendrix, propone un disco che non ha nulla di “mai sentito” ma ha come base una musicalità unica e quasi dimenticata negli ultimi anni. Ma non bisogna pensare che Fred Hendrix sia l’unico motore del disco; c’è infatti l’ipercreativo fratello Ron alle tastiere, il quale colora ogni canzone assieme ad un ottimo Gesuino Derosas alla chitarra e Hans In’t Zandt alla batteria. Per non parlare poi delle due eccezionali voci che s’intrecciano continuamente tra un pezzo e l’altro, quelle di Esther Brouns e Anita Craenmehr, meravigliosamente adatte ad un genere che riscopre l’hard rock ’80 con forti tendenze AOR e può essere definito come un mix di un Bon Jovi, Heart, Toto, Place Vendome e Michele Luppi. Ma veniamo alla struttura vera e propria di “Two of a Kind”: l’album ha dalla sua dei punti di forza sicuramente indiscutibili, quali l’ottima prestazione delle due voci principali che, oltre ad intonare melodie vocali efficacissime e orecchiabili, si distribuiscono in cori formidabili e ricchi di sfumature; inoltre, la freschezza di un sound molto più moderno rispetto agli ’80 cancella quell’idea di non originalità. L’opener “Light in the dark” è un immediato segnale positivo, l’aggressività combinata tra chitarra e tastiera si stende perfettamente sotto una buona linea vocale, un’aggressività che continua anche nella track successiva, “The longest night”, decisamente più vincente, melodica, commerciale e grintosa. Fondamentalmente i seguenti “Little by little”, “Heaven can wait” e “Give me a reason” continuano a suonare con lo stesso metodo per niente tecnico o virtuoso, ma semplicemente musicale, orecchiabile e geniale. In un genere come questo non possono di certo mancare ballad strappalacrime e romantiche, e in “Two of a kind” le si trovano in song come “Unbearable”, “Into the fire” e “In Your Arms”; queste tre sono disposte una dopo l’altra nella tracklist dell’album, e segnano un momento di calma e profondo gusto musicale prima di riprendere con l’hard rock di chiusura. Tra le ultime veramente ben riuscita (e forse “happy”) è “To the top”.
“Two Of A Kind” è dunque un disco tutto da ascoltare, veloce e immediato. Sicuramente non è uno di quelli che lascia il segno, ma è sempre ottimo per essere ascoltato in qualsiasi momento. Qualcosa più di un semplice dischetto fatto per vendere, è gusto, niente di nuovo o di originale, semplicemente gusto musicale. Consigliato!

Tracklist:
01 – Light In The Dark
02 – The Longest Night
03 – Little By Little
04 – Give Me A Reason
05 – Heaven Can Wait
06 – Unbearable
07 – Into The Fire
08 – In Your Arms
09 – Whole Again
10 – To The Top
11 – Die A Little More Everyday

Lineup:
Esther Brouns – Voce
Anita Craenmehr – Voce
Hans in’t Zandt – Batteria
Gesuino Derosas – Chitarra
Ron Hendrix – Tastiere
Fred Hendrix – Basso

Sito ufficiale: www.toak.name
Album distribuito in Italia da Frontiers – www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *