Slider by IWEBIX

Nile (Karl Sanders)

Pubblicato il 18/06/2007 da in Interviste | 0 commenti


Visualizzazioni post:62

Intervista Nile Karl Sanders

[i] In un tranquillo hotel milanese, vicino a stazione centrale, troviamo ad attenderci un Karl Sanders, leader e chitarrista della death metal band Nile, in piena forma e, per nostra fortuna, decisamente loquace. Forte di una discografia di tutto rispetto, il trio greco-americano torna sul mercato mondiale con questo nuovo [b]“Ithyphallic”[/b] uscito sotto Nuclear Blast, che farà a lungo parlare di sé e della band. [/i]

Ciao Karl, iniziamo subito con “Ithyphallic”. Avrai già avuto un qualche resoconto da chi ha il promo cd. Cosa ti hanno detto?

[b] Non ancora, ho fatto molte interviste promozionali, a dire il vero, ma il feedback finora è stato davvero buono! Sono curioso di sapere cosa ne pensano i fans![/b]

Personalmente credo sia l’album dei Nile con l’atmosfera più oscura. Merito anche della produzione a mio avviso, un po’ più secca rispetto agli altri dischi.

[b] Sono d’accordo! [/b]

Nella line up, manca un bassista. Chi ha suonato le parti di basso?

[b] Dallas! Ha fatto lui tutte le ritmiche di basso, a parte su “Eath Of The Dead”, in cui serviva un suono di un basso fretless… l’ho fatto io! Abbiamo deciso di suonarlo noi, perché costava meno che assumere qualcuno per suonarlo, che magari non l’avrebbe fatto come volevamo noi. Così Dallas s’è lanciato! Per il tour abbiamo un ragazzo proveniente da un band death americana… davvero un folle! [/b]

Avete pianificato un tour mondiale?

[b] Partiremo quest’estate con l’Ozz Fest, mentre in Europa verremo più avanti in autunno, insieme ai nostri amici Six Feet Under con cui abbiamo già fatto tour in passato. [/b]

Intervista Nile Karl Sanders

Cosa puoi dirmi sul metodo di composizione per quest’album?

[b] Uhm, ci troviamo io e Dallas, proviamo un po’ e scriviamo le parti di batteria minime con il pc, poi le inviamo a George che registra dei demo a sua volta, poi ci invia circa diecimila parti di batteria diverse, lui suona tutto quello che gli passa per la testa! È un fucking Greek ahahaha!… (testuali parole! Ndr ).[/b]

E sulle liriche?

[b] C’è qualcosa di nuovo, non tutte sono prettamente inerenti gli scritti egizi, anche se sono una minoranza. Ci sono sempre ad esempio estratti dal “libro dei morti”! [/b]

Perché un titolo come “Papyrus Containing The Spell To Preserve Its Possessor Against Attacks From He Who Is In The Water” ?

[b] Hei! Sei il primo giornalista (“giornalaio” prego…) che mi dice il fottuto nome completo!
Ecco, quella è un capitolo del libro dei morti che ti dicevo. Penso sia una grande canzone! Forse la migliore del disco! [/b]

Intervista Nile Karl Sanders

E sul titolo dell’album? Perché proprio “Ithyphallic”?

[b] Era il titolo che volevamo! … Chi ha un album chiamato Ithyphallic?! … Nessuno? No.. Nile! Dallas l’ha tirato fuori e abbiamo subito deciso che sarebbe stato il titolo. [/b]

Problemi con questo titolo?

[b] Che storia. Anche con “Annihilation of the Wicked” avevamo in testa il titolo “Ithyphallic”, ma la Relapse ci disse “no fucking way” (tradicibile con un “manco morto” ). Anche per “Ithyphallic” ce lo dissero. Ho chiamato il nostro manager Gunther, e alla fine siamo andati alla Nuclear Blast che ci ha detto che se volevamo chiamare “Ithyphallic” il nostro disco a loro non gliene sbatteva! Ahahah! [/b]

E hai trovato un modo diverso di lavorare con l’etichetta?

[b] Assolutamente! Loro della Nuclear Blast sono davvero professionali e ci mettono un sacco di impegno nella promozione. Lavorano duro! Se li guardi negli occhi, vedi che dicono la verità! [/b]

Come rapporti vita in tour e famiglia?

[b] Ah.. è una domanda pesante. Vedi, io ho un figlio, ma purtroppo non ha una madre (!!), solo io. Così quando devo andare in tour, lui deve andare a stare dai nonni. E passando tanto tempo lontano da casa non posso dare a mio figlio quello che un padre dovrebbe, a causa della lontananza. Ha dodici anni ora. Andare in tour per me è importante, è il mio lavoro e mi permette di vivere, ma a volte vorrei stare a casa con lui! [/b]

Cambiando argomento, ti permette di guadagnare abbastanza la musica?

[b] Beh, non sono ricco! Però posso vivere dignitosamente e dare a mio figlio l’istruzione e gli svaghi di cui un bambino ha bisogno! [/b]

Intervista Nile Karl Sanders

Dove avete registrato “Ithyphallic”?

[b] Abbiamo buttato giù le tracce nel South Carolina, ai Soundlab, mentre il mix lo abbiamo fatto ai Rack Trax in Chicago, con Neil Kernon come produttore! Gran ragazzo! [/b]

Quanto siete stati in studio?

[b] Cinquantun giorni di recording session! Di cui solo tre per piazzare la batteria! Però il risultato ottenuto è quello che volevamo! Quando metti il cd nello stereo deve arrivarti in faccia una bella botta … Pom! (e si picchia la mano con un pugno) [/b]

Avete in programma un video promozionale?

[b] Si… stiamo mettendo a posto le idee, lo faremo credo dopo l’Ozzfest. [/b]

Che canzone?

(Con evidente volto soddisfatto) [b] Papyrus…[/b] (e ghigna contento!) [b] E il nostro singolo catchy! [/b] (qui Sanders inzia a fare un po’ di growl cantando Papyrus, creando un po’ di allarme nella Hall dell’albergo). [b] Voglio vedere il titolo completo sulle televisioni… AHHAHAHA!! [/b]

Preferisci andare in studio a registrare o suonare dal vivo?

[b] Sono due ambienti completamente diversi… sono complementari diciamo, anche se personalmente preferisco di gran lunga l’atmosfera dei live! [/b]

Una domanda sul tuo solo project ( “Saurian Meditation” del 2004). Credi avrà un seguito?

[b] Credo di sì! Sto lavorando attualmente su quattro canzoni, e ho idee sparse qua e là. Alla fine del tour con i Nile ci prenderemo una piccola pausa e ne approfitterò per metterle insieme! [/b]

Beh, Karl, ti ringrazio molto per il tempo concessoci e ti lascio la parola per salutare i lettori di www.entrateparallele.it

[b] Grazie a te per l’ottima chiaccherata! “Ithyphallic” vi renderà schiavi! I Nile vi aspettano in tour! [/b]

Un saluto e un ringraziamento particolare e personale alla sempre gentilissima Pam, della Kizmaiaz!
E come sempre il regalo di Karl Sanders a Ep:
Intervista Nile Karl Sanders

Sito ufficiale della band : www.nile-catacombs.net

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *