Slider by IWEBIX

Black Majesty (Stevie Janevski)

Pubblicato il 26/06/2007 da in Interviste | 0 commenti


Visualizzazioni post:91

Intervista Black Majesty , Stevie Janevski

L’ Australia, terra affascinante, ricca di canguri, koala e.. Metallo! Sì, perchè negli ultimi anni, forti dell’interesse planetario riscosso dagli illustri Ac/Dc, tante giovani bands australiane stanno giungendo alla ribalta suonando roccioso Heavy Metal. Noi oggi abbiamo incontrato una delle bands più talentuose, giunta alla pubblicazione del terzo album, i Black Majesty, nella persona del loro simpatico chitarrista Stevie Janevski.

Salve a voi Black Majesty! Qui Alessio di www.entrateparallele.it , metal webzine dall’Italia, è un piacere parlare con voi! Potete cominciare l’intervista partendo dalla vostra storia?

Ciao! Io sono Stevie Janevski, chitarrista della band. I Black Majesty sono una band proveniente dai dintorni di Melbourne, Australia, la casa della birra Fosters! La band si è formata nel 2001 quando il batterista Pavel Konvalinka (ex Kryptor/ Leprocide) si trasferì qui dalla Repubblica Ceca. Noi suoniamo melodic power metal con molti richiami alle nostre bands preferite che sono Iron Maiden, Black Sabbath, Dio, Helloween, primi Queensryche, Accept e primi Dokken. Ora siamo formati da circa sei anni e in questo tempo abbiamo realizzato tre album. Siamo sotto contratto con la Limb Music Products che ci accolse dopo la realizzazione di un demo di soli tre pezzi nel 2002, questo demo infatti ebbe un grande successo e ci permise di essere notati. Molte riviste Heavy, tra cui Rock Hard, parlarono bene di noi, fummo considerati una delle migliori bands tra quelle senza contratto, fino alla realizzazione del nostro debut album “Sands Of Time” nel 2003. In seguito uscì “Silent Company” nel 2005 e recentemente è arrivato “Tomorrowland”, il primo giugno 2007.

Ed è proprio “Tomorrowland” che ora analizzeremo. Secondo me è un album molto bello. Quali sono, secondo te, i suoi punti di forza?

Personalmente mi piace molto l’impostazione dell’album, è un tantino più veloce rispetto alle due precedenti releases ma ha mantenuto gli stessi standard melodici. Le mie canzoni preferite sono l’opener “Forever Damned”, e “Into the Black” per via del mix di luci ed ombre tra chitarre heavy ed acustiche, “Bleeding World” per i cambi di tempo e per la sua dinamicità e naturalmente “Soldier of Fortune” che reputo una ballad ben riuscita!

Come descriveresti il sound dei Black Majesty? A mio parere suonate un misto di classic-power metal, con riferimenti ad Iron Maiden, Helloween, Judas Priest.. (lo hai già anticipato tu)

Sì, grazie comunque per il complimento, amo molto le bands che hai citato. Siamo sicuramente influenzati dal metal tradizionale e omaggiamo la “old school” in questo modo. Noi facciamo quello che facciamo e siamo felici che tante persone apprezzino la nostra musica. Probabilmente siamo una band fortemente influenzata dai mostri sacri del Metallo degli anni ’70 e ’80 che cerca di mettere anche qualcosa di personale nel proprio sound. Siamo una band che intende crescere album dopo album scrivendo canzoni sempre migliori ma senza cambiare stile o direzione musicale. Non ci vedrai mai saltare su un carrozzone commerciale o cambiare direzione. Noi siamo fatti così!

Cover Black Majesty , Tomorrowland Cover Black Majesty , Silent Company Cover Black Majesty , Sands Of Time

Una parola ora per il vostro artwork. La copertina di “Tomorrowland” è davvero bella, cosa ci puoi dire a riguardo? Avrei anche una curiosità, in tutte le vostre copertine compare una potente guerriera armata di spadone, ha un nome? (come Eddie per gli Iron Maiden, o Hector per gli Hammerfall, per esempio..)

Intanto grazie per il complimento! Il nostro artista Dirk Illing ha realizzato tutte e tre le copertine e ogni volta ha superato se stesso. La guerriera che vedi rappresentata sulle cover è la Black Majesty, la Nera Maestà, lei combatte per salvare il mondo. Prima di uscire con il nostro primo album parlammo con Dirk riguardo alla creazione di un personaggio sulla falsariga di Eddie, o come i personaggi di R.J.Dio, o come Hector degli Hammerfall, una specie di mascotte, insomma, e lui creò la Black Majesty. La puoi vedere identificata negli ultimi album con un leone. “Tomorrowland” mostra cosa può succedere al nostro mondo se non ci prendiamo cura di esso. Tante cose possono essere fatte per conservare il mondo ma la Black Majesty ha comunque molto lavoro da fare.. Noi possiamo aiutarla e fare la differenza, ma dobbiamo farlo sin da ora altrimenti sarà troppo tardi.

Cosa ci puoi dire riguardo ai testi di “Tomorrowland” ? Si tratta di un concept album?

C’è un tema di fondo che potrebbe far pensare ad un concept album, incentrato sul mondo futuro, appunto “Tomorrowland”. Canzoni come “Bleeding World” e la stessa title-track parlano di questo ma non hanno il significato del concept album. Abbiamo cercato di legare tra loro tutte e tre le copertine degli album ma nemmeno in questo caso c’è un concept album nè connessioni dietro tutto questo.

Intervista Black Majesty , Stevie Janevski

Voi Black Majesty suonerete al Wacken Open Air, il più importante festival europeo, sarà un’occasione ideale per promuovere “Tomorrowland”, che ne dici?

Ci stiamo rendendo conto solamente ora di questa cosa, ci sembravano solamente voci quelle che ci davano la possibilità di suonare al Wacken, invece sono diventate realtà. Sapevamo dell’esistenza di questo festival e suonarci era uno dei nostri sogni fin da tanti anni fa. E’ il festival metal più importante d’Europa e come dici tu sarà importantissimo per noi andarci e suonare bene per farci notare, siamo davvero intenzionati a mostrare al pubblico europeo quello che sappiamo fare in modo da promuovere degnamente “Tomorrowland”. Oltre a questo c’è anche l’emozione di poter vedere tante altre bands, ci sembrerà di essere sulla luna vedendo così tante bands che fin da piccoli ci hanno segnato e con cui siamo cresciuti. Sì, decisamente Wacken sarà un grande posto per lanciare “Tomorrowland”!

Voi venite dall’Australia, mi piacciono molto i vostri conterranei Vanishing Point e i “vecchi” Pegazus (oltre agli Ac/Dc, naturalmente!). Cosa ci puoi dire riguardo alla scena Heavy Metal in Australia?

La scena metal in Australia è ancora abbastanza underground, ma allo stesso tempo è una cosa molto speciale essere coinvolti in essa. Intorno a Melbourne e nella stessa Australia c’è un grande fermento, un grande interesse per questa cosa e ci sono spazi per ogni band. Stanno crescendo anche le realtà che ci supportano, come la Metal Downunder che cercheranno di farci diventare importanti. Danny Cecati, l’ex cantante dei Pegazus che tu citi è attualmente negli Eyefear, ed è cugino del nostro cantante John Cavaliere. Danny ha cantato assieme a John in una delle nostre canzoni del vecchio album “Sands Of Time”, ne è venuto fuori un duetto meraviglioso!
Una cosa simile è accaduta quando John è salito sul palco assieme ai Vanishing Point per cantare “Surreal”. Silvio Massaro, il cantante dei Vanishing Point, ha cantato a sua volta assieme a noi “Colliding Worlds”. Vorrei pensare che tutti noi si faccia parte di una grande New Wave of Australian Metal, ahah! Black Majesty, Vanishing Point, Eyefear, Anarion, è davvero una gran bella scena!

Intervista Black Majesty , Stevie Janevski Intervista Black Majesty , Stevie Janevski

Cosa ci puoi dire riguardo ad un futuro e possibile tour, avremo occasione di vedervi anche in Italia? Ho letto nella tua biografia quanto tu apprezzi pizza e pasta 😉 ..

Il nostro cantante John Cavaliere è originario di Roma, anche se ha trascorso la gran parte della sua vita in Australia. Nel 2005 Hanny (l’altro chitarrista della band) e John hanno trascorso un po’ di tempo in Italia di ritorno dal tour in Germania e Repubblica Ceca. Non hanno smesso un attimo di parlare di quanto è bella l’Italia e di quanto gli sarebbe piaciuto tornarci. Quindi incrociamo le dita e speriamo che accada, sarei davvero contento di vivere di pasta e pizza per qualche settimana in Italia, ahah!
Per il tour si vedrà, pianifichiamo un passo per volta, ora il nostro obiettivo è quello di concentrarci sugli show estivi europei e di fare bella figura.

Intervista Black Majesty , Stevie Janevski

Parlando più in generale, ci sono ultimamente delle uscite in campo Heavy Metal che ti sono piaciute?

Mi è piaciuto molto il nuovo album degli Scorpions, “Humanity”. Penso sia uno dei loro album migliori. Ho apprezzato molto anche il nuovo “MK-II” dei Masterplan e la “Ghost Opera” dei Kamelot. E poi ascolto molti classici, gli ultimi due sono stati “Rising” dei Rainbow e “Point Of Entry” dei Judas Priest.

Ok, Stevie, l’intervista è finita, chiudi pure come vuoi e grazie per la vostra disponibilità!

Grazie a voi, siamo veramente entusiasti di venire in Europa e di avere la possibilità di lanciare “Tomorrowland”. Sarete sempre i benvenuti sul nostro sito www.blackmajesty.com e su www.myspace.com/blackmajesty , ascoltate le nostre canzoni online e lasciateci un messaggio o un commento, siamo sempre molto contenti di sapere cosa pensano i nostri fans. E se vi capita di venire ai nostri concerti, siete tutti invitati a venirci a salutare!
Cheers from downunder, Australia
Stevie & Black Majesty

Queste le prossime date europee dei Black Majesty:

14/7/2007 – Masters of Rock Open Air Festival CZECH REPUBLIC
20-21/7/2007 – Metal Universe Black Sun Fest. SLOVAKIA
27-29/7/2007 – Benatska Noc Festival CZECH REPUBLIC
1/8/2007 – Kain (Headline Show) CZECH REPUBLIC
3/8/2007 – Wacken Open Air Festival GERMANY

Sito della band : www.blackmajesty.comwww.myspace.com/blackmajesty

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *