Tankard (Olaf Zissel)

Visualizzazioni post:520

Intervista Olaf Zissel, Tankard

La chiacchieratina di questo caldo pomeriggio estivo è riservata ai tedeschi e birrosissimi Tankard, in concomitanza con l’uscita di un disco che vede le migliori canzoni del gruppo rivisitate e risuonate. Dall’altro capo del telefono ci risponde il batterista Olaf, disponibile e molto alla mano. Gustatevi l’intervista in questo caldo africano con una bella birra oppure un ghiacciolo… alla birra!

Parliamo subito del vostro ultimo lavoro: cosa ne pensi di risuonare i pezzi invece di fare un classico “Best of” ? Molte band lo stanno facendo, colpa della produzione dei dischi metal dei primi ’80?

Stavamo pensando a questo più di due anni fa, ma con vari ritardi usciamo adesso. Sembra che abbiamo copiato i Destruction, ma in realtà è stata una coincidenza. Ti dirò, è certo meglio che un “Best of” perchè offri qualcosa di più a chi lo compra: nelle raccolte i pezzi rimangono quasi gli stessi e non ha troppo senso.

C’è anche un disco tributo in un’edizione limitata. L’hai sentito? Pensi ci siano tracce interessanti?

Beh… non ricordo bene quali, ma quelle riuscite meglio sono senza dubbio quelle più stravolte, più diverse dalle originali. Una in particolar modo era piuttosto lenta e cadenzata rispetto all’originale e mi è piaciuta davvero tanto.

Intervista Olaf Zissel, Tankard

A proposito dell’ultimo DVD: siete soddisfatti? Meglio un unico show o tante date in posti diversi?

Sicuramente più date per prendere il meglio ed anche per far felici i fan di diversi posti. Ma non dipende sempre da noi… mancano i soldi per fare un lavoro così complesso e poi bisogna richiedere tanti permessi e pagare tanti diritti. Ci siamo potuti permettere quello che avete visto, ma il risultato mi è sembrato buono. Stiamo comunque raccogliendo diverso materiale per un dvd futuro e speriamo di poter sempre fare di meglio.

Siete una delle poche band thrash che non parlano sempre di guerra e morte. I vostri testi parlano invece di birra e divertimento. Il Thrash metal si sposa bene anche con questi argomenti.. sembra funzionare… Considerazioni?

Beh, vedi, scriviamo quello che ci piace fare. Considera che non siamo mai stati in guerra, non abbiamo fatto neanche il servizio militare. Su tutto il resto ce n’è da dire e ci piace suonare al ritmo di argomentazioni su cui siamo esperti…!

Tankard, Best Case Scenario

C’è appunto una leggenda che vuole che vi faceste pagare in birra agli inizi della carriera, vero o falso?

Verissimo, ma prima che arrivassi io, dannazione! (ride)

Dove vi piace suonare? Palchi piccoli o megafestival? Nazioni preferite?

Come nazioni veramente ovunque… Non c’è posto dove sia stato che non abbia apprezzato ed è sempre divertente suonare per popoli diversi. Per quanto riguarda i palchi, indubbiamente nei piccoli club… C’è più contatto con i fan ed è sempre divertente. A volte i grandi festival sono dispersivi e si suona in tutta fretta nella grande organizzazione.

Avete altre tracce pronte per un nuovo album?

Brutta domanda… non ancora!

Pensate ad un tour per questo disco?

Abbiamo intenzione di finire le date estive e poi proseguire per un mini tour, anche se non con troppe date, perchè le ferie non ci danno grandi opportunità.

Intervista Olaf Zissel, Tankard

A questo proposito… posso chiedervi di cosa vi occupate fuori dai Tankard?

Certo, io ho a che vedere con freni per auto, Andy è un designer, Gerre è nel sociale mentre Frank lavora per la Land Rover…. segue una pausa di silenzio… Land Rover???? (buahah risata)

Qual è il metodo migliore per scrivere una canzone, dopo un buon drink o anche da sobri?

Molte canzoni scaturiscono proprio da grandi birrate o belle feste come “The Morning After”.

Chiudi l’intervista lasciando un messaggio per EP e per i vostri fan!

Ringrazio EP per questa divertente intervista e tutti i fan, che invito non solo a comprare i nostri dischi ma anche a venire ai nostri concerti dove potremo divertirci e bere tanta birra assieme…!

Sito ufficiale : www.tankard.org

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.