Slider by IWEBIX

Delirium X Tremens (Ciardo)

Pubblicato il 19/08/2007 da in Interviste | 0 commenti


Visualizzazioni post:79

Intervista Delirium X Tremens

Irrompono sulle webpagine di EP i Delirium X Tremens da Belluno, band autrice di un ottimo debut album come “CreHated From No_Thing”: death metal di qualità superiore capace di far saltare dalla poltrona e di soggiogare l’animo di chiunque ascolti questo lavoro! Per la nostra e vostra gioia ecco a voi una lunga intervista alla band!

Ciao ragazzi! Prima di iniziare a porvi domande voglio farvi i complimenti e i ringraziamenti per aver dato alle stampe “CreHated From No_Thing”, disco che mi è piaciuto un bel po’ come avete letto dalla mia recensione! Detto questo andiamo a cominciare: presentate la band ai lettori di Entrateparallele.it!

Ciao! Qui Ciardo cantante dei DXT , grazie mille per le tue parole,ci riempiono di orgoglio! I DXT sono 5 elementi psicolabili e precisamente : Pondro al basso, Thomas dietro le pelli, Med e Lorenzo le due nostre asce e io come ho detto prima ai lamenti vocali! La band si è formata nel 1998 e dopo svariati cambi di lineup siamo arrivati oggi alla formazione che ti ho citato. Inizialmente suonavamo cover dei più svariati gruppi estremi, dagli Immortal ai Kreator, dai Cannibal Corpse a Burzum. Poi abbiamo deciso di creare qualcosa di nostro, non è stato facile indirizzare le nostre idee, c’era un po’ di confusione, finchè non siamo arrivati a creare la musica che più ci piaceva!

Quali origini ha il geniale monicker della band?

Il nome originale era DELIRIUM TREMENS, che come sapete è uno stadio dell’alcolismo, ci piaceva perché aveva un bell’impatto. Poi ci siamo accorti che un altro gruppo aveva il nostro stesso nome e per non cambiarlo e tenere viva la nostra idea abbiamo aggiunto una “X” tra le due parole. Ed ecco i DELIRIUM X TREMENS!!!

Vorrei sapere come siete arrivati a siglare un contratto con la label Punishment 18 e come vi trovate a lavorare con loro.

Il 2 novembre 2006 suonammo a Milano di supporto ai grandi Necrodeath, fu lì che entrammo in contatto con Corrado (titolare dell’etichetta insieme alla sua ragazza Marita). Ci chiese di spedirgli il disco perché forse poteva interessargli, così dopo averlo ascoltato ci ha proposto il contratto. Eravamo indecisi se firmare perché avevamo anche un’altra proposta di un etichetta inglese, ma alla fine la nostra scelta è ricaduta sulla Punishment18 e ti dirò che è stata una scelta ottima! La Punishment18 sta lavorando molto bene con noi a livello di promozione e ci troviamo ottimamente anche a livello personale, quindi siamo soddisfatti e convinti della nostra scelta!

Come ho scritto in sede di recensione, una delle caratteristiche principali dei Delirium X Tremens è la rara capacità di trasmettere con la vostra musica una serie di inquietanti stati d’animo. Come si fa a tradurre in musica queste situazioni?

Domanda difficile questa!! Noi cerchiamo semplicemente di distillare al meglio quello che vogliamo esprimere, quando componiamo cerchiamo di arrangiare il tutto in maniera perfetta finchè non siamo pienamente soddisfatti, non ci fermiamo alla prima soluzione ma ne proviamo svariate. Forse è proprio questo che fa rendere le canzoni al 100%. Le tue parole non possono che farci piacere, perché vuol dire che qualcosa di buono lo abbiamo fatto!

Intervista Delirium X Tremens

Nei pezzi ho sentito molto l’influenza dei Death. Che ne pensate? L’ho sentita solo io?

Ci sono molte influenze nel nostro sound, è normale, sicuramente anche i Death sono compresi tra i mostri sacri che hanno formato il nostro background. Credo che i Death siano stati un grandissimo gruppo che ha influenzato molti stili. Personalmente comunque a livello compositivo mi sento più legato a gruppi come Deicide, Sinister, Vader e compagnia brutta.

Il livello qualitativo dei brani è davvero molto alto: come nasce un pezzo dei DXT? C’è un compositore principale o tutti partecipano alla stesura dei brani?

Ti ringrazio ancora per l’apprezzamento! Diciamo che la maggior parte delle canzoni (a livello chitarristico) le ho composte io. In genere si parte dalla struttura di chitarra, viene portata la canzone completa e si valuta se è adatta al nostro sound e stile. A questo punto si parte con la stesura della batteria e si comincia a vedere lo scheletro della canzone. Man mano si compongono le parti di basso e tutte le armonizzazioni, gli effetti, guitar synth e via dicendo … Per ultima cosa aggiungiamo la voce. E’ un processo di composizione abbastanza lungo ma ci permette di valutare in ogni momento se una cosa ci convince o meno e il risultato lo hai sentito nella nostra ultima creatura “CreHated From No_Thing”!

Utilizzate lo stesso sistema anche per i testi? C’è un argomento di cui preferite parlare maggiormente rispetto ad altri?

I testi vengono in genere composti a parte e successivamente riadattati alle emozioni della canzone, a quello che vogliamo esprimere. Genericamente i testi vengono scritti dal bassista Pondro, le argomentazioni sono incentrate sulla scienza, la tecnologia, sulla sete di potere della razza umana. In particolare “CreHated …” è un concept nel quale il protagonista è uno scienziato che cerca di raggiungere la massima aspirazione e cioè la vita eterna. Per fare ciò si serve di cinque creature cibernetiche da lui stesso create che lo aiuteranno nella sua morbosa ricerca scavalcando qualsiasi legge della natura … il nostro scienziato arriverà al punto di congelare se stesso per farsi poi risvegliare in un futuro dove le macchine da lui create saranno a capo del mondo, distruggendo la razza umana.

Quanto è durato il processo di composizione di “CreHated..”?

Abbiamo composto il tutto in un anno e mezzo circa, una bella fatica ! Ma i risultati e i consensi ci stanno ripagando in pieno, non abbiamo versato sangue per niente !!!

Intervista Delirium X Tremens

L’album gode di una produzione ottima realizzata presso i Majestic Studio di Scorzè. Come siete arrivati a scegliere questi studi?

Io avevo già registrato la voce per un’altra band al Majestic, I Love Forsaken, band sempre del Bellunese, e quello studio mi aveva convinto subito. Abbiamo così registrato “Cyberhuman”, nostro Mcd d’esordio e ci siamo trovati benissimo! Si è creato un ottimo feeling tra noi e Marino (proprietario del Majestic), lui ha capito le nostre esigenze e il nostro sound e noi abbiamo imparato molto dal suo operato, quindi abbiamo deciso di non rompere l’incantesimo e di registrare anche il nostro ultimo disco proprio al Majestic!

Come ho detto prima la qualità dei brani è molto alta, in tutto il disco non c’è mai un calo di tono. C’è un brano dell’album a cui vi sentite particolarmente legati e che utilizzereste come vostro biglietto da visita? Spiegateci anche i motivi della vostra scelta!

Ti posso dire tranquillamente che la opening track “Liquefied Emotions” è proprio il nosro biglietto da visita! L’apertura dei concerti la lasciamo sempre a lei e la usiamo in genere per inserirla in compilation o cose di questo tipo. Oltretutto è anche la canzone di cui abbiamo fatto il video che tra poco sarà disponibile! E’ stata la prima composizione che abbiamo scritto dopo il Mcd “Cyberhuman”, è stato un parto particolarmente difficile, per questo ci sentiamo molto legati a questa song.

Supponiamo che dobbiate convincere un indeciso metallaro ad acquistare il vostro cd. Quali parole usereste?

Questa domanda è difficile!! You can be more stronger, if you listen to DELIRIUM X TREMENS’s Death Metal!!!

Un’altra domanda che faccio sempre riguarda i primi riscontri sull’album da parte di critica e ascoltatori. Come sta andando?

Sta andando alla grande sia in Italia che all’estero, nel nostro myspace (www.myspace.com/deliriumxtremens) ci sono tutti i link alle recensioni di “CreHated…”. Non ci aspettavamo una risposta del genere, contando che ora le recensioni ci hanno messo a confronto con album di band più famose e conosciute, davvero ci stanno arrivando ottimi consensi dalla critica!

Intervista Delirium X Tremens

Facciamo ancora un passo indietro: il vostro Mcd d’esordio “CyberHuman” venne ristampato dall’etichetta messicana Asenath Records e distribuito in tutta l’America centrale. Come è stata accolta la vostra musica dai metallari di quei posti?

Ti dirò che la Asenath aveva stampato 1000 copie del Mcd e ora le ha praticamente finite, quindi posso dirti che è stato accolto in maniera positiva ed entusiastica dai metalheads del Centroamerica.. è piaciuto molto il nostro sound!

Parliamo dei singoli componenti della band: qual è il vostro background musicale? I vostri gusti sono più o meno omogenei o avete influenze diverse?

Le nostre influenze musicali sono svariate, ma la passione comune è naturalmente il metal, in particolare la frangia più oltranzista chiamata Death Metal… Io adoro il Black Metal e Death Metal, ma mi piace anche il folk, i cori di montagna… Pondro adora il thrash, certi tipi di musica elettronica…Thomas si nutre di death metal a manetta ! Med ha una tendenza più classica, heavy metal ! Infine Lorenzo è il più variegato, ascolta davvero di tutto!!!

Siete freschi reduci dal Landrock festival.. Volete raccontarci com’è andata? Parlateci anche dei vostri progetti futuri per quanto riguarda il fronte live!

Il Landrock Festival è stata un esperienza unica, davvero fantastico a partire dall’organizzazione. Il paesaggio poi immerso nelle montagne è molto suggestivo, evocativo, sicuramente il posto più bello dove abbiamo suonato! Abbiamo suonato bene, siamo stati accolti a braccia aperte da tutti e il pubblico è stato incredibile, una partecipazione fantastica! Per il futuro non abbiamo schedulato ancora molte date : suoneremo il 25 Agosto a Vigo Meano(TN) al Metalday Festival con i grandi The Haunted, poi il 7 settembre suoneremo al festival “Libertà Sonore” a Trebaseleghe (PD) in compagnia di Node e Outsider, l’8 settembre al Pub Cirvoi a Belluno e il 31 ottobre alla Birreria Giamaj sempre a Belluno… come vedi non abbiamo un gran numero di date confermate in programma, vedremo più avanti quello che succederà.

Quanto è importante per i Delirium X Tremens suonare dal vivo?

E’ molto importante l’ambito live per noi, sul palco possiamo esprimere tutta la nostra furia e possiamo rendere le canzoni ancora più violente! Il fatto di suonare dal vivo poi ci dà carica, è sempre una bella scarica di adrenalina, lo adoriamo !!!

Cosa pensate della scena metal underground veneta e più in generale di quella italiana?

Credo che in Italia, non solo nel Veneto, ci siano molte realtà interessanti e valide. Sicuramente molte band dovrebbero sacrificarsi un po’ di più invece che andare a suonare sempre al pub sotto casa … si sa, ci vogliono sacrificio e fatica, ma è l’unica strada per riuscire a farsi conoscere.

Siamo giunti in chiusura: vi ringrazio per la simpatica disponibilità e lascio a voi la conclusione di questa intervista! Da parte mia grazie ancora!

Grazie a te e ad EntrateParallele per lo spazio che ci avete concesso! vi invitiamo tutti ai nostri prossimi concerti per dimostrarvi quello che sappiamo fare, non lasceremo nessun superstite!! ahahah!! Se volete sentire i nostri pezzi potete visitare il nostro sito www.deliriumxtremens.com oppure la nostra pagina myspace www.myspace.com/deliriumxtremens! HORNS UP!

Sito ufficiale : www.deliriumxtremens.com – www.myspace.com/deliriumxtremens

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *