Slider by IWEBIX

Eden’s Curse – Eden’s Curse (2007)

Pubblicato il 2/09/2007 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Eden's Curse
Autore: Eden's Curse
Genere: Melodic Rock
Anno: 2007
Voto: 8

Visualizzazioni post:65

A volte un semplice equivoco può avere come conseguenza una piacevole sorpresa. Nello specifico vi parlerò della mia reazione leggendo la biografia degli Eden’s Curse e del mio conseguente sobbalzo scoprendo il gruppo di provenienza del songwriter/bassista, cioè i Cry Havoc. Ho stoltamente pensato ad una resurrezione dei Cryhavoc (tutto attaccato), gruppo finlandese sulla falsariga dei Sentenced adorato da me, da un altro redattore di EP e BASTA. Invece niente errori di stampa e illusione che svanisce leggendo che uno dei mentori degli Eden’s Curse è Paul Logan dei Cry Havoc, gruppo scozzese di melodic rock che nulla ha a che fare con i finnici. L’altro creatore della band è invece il cantante americano Michael Eden, da cui deriva il nome della band nonchè il gioco di parole relativo alla copertina, che rappresenta Eva dopo aver compiuto il peccato originale. Nonostante l’artwork sia assimilabile più ad una formazione di gothic metal, il genere proposto dagli Eden’s Curse è un ottimo hard rock melodico, a tratti AOR, (la ruffianissima “The Voice Inside” ne è un esempio), con una spiccata vena per le sonorità degli anni ’80 (si sentano a tal proposito “After The Love Is Gone”, “Fly Away” o la title-track). Questa sensazione di retrò è data principalmente dallo stile vocale di Michael Eden, misto ai virtuosismi malmsteeniani del chitarrista Thorsten Koehne (Code Of Perfection). Si aggiungano a questo gruppo altri importanti ingredienti come le backing vocals affidate a David Readman (Pink Cream 69), Carsten Schulz (Evidence One, Domain) e Doogie White (ex Rainbow, Malmsteen, Cornerstone) e la superproduzione del prezzemolo del metal Dennis Ward (Pink Cream 69) per far capire che questo degli Eden’s Curse è sì un debutto, ma affidato a persone tutt’altro che inesperte. Un grande album di hard rock melodico, superiore anche ai similari Evidence One e David Readman solista. Ultima chicca per la cover finale, “We All Die Young”, eseguita originariamente dai mitici Steel Dragon per il film “Rock Star”.

Tracklist:
1. Book Of Life…
2. Judgement Day
3. Eyes Of The World
4. Stronger Than The Flame
5. The Voice Inside
6. After The Love Is Gone
7. Fly Away
8. What Are You Waiting For
9. Eden’s Curse
10. Don’t Bring Me Down
11. Heaven Touch Me
12. The Bruce (Intro)
13. Fallen King
14. We All Die Young

Lineup:
Michael Eden – Vocals
Thorsten Koehne – Guitars
Paul Logue – Bass
Ferdy Doernberg – Keyboards
Pete Newdeck – Drums

Sito ufficiale : www.edenscurse.com
Pagina myspace : www.myspace.com/edenscurse
Album distribuito in Italia da Audioglobe – www.audioglobe.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *