Slider by IWEBIX

Wolfmare – Whitemare Rhymes (2008)

Pubblicato il 27/04/2008 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Whitemare Rhymes
Autore: Wolfmare
Genere: Folk Metal
Anno: 2008
Voto: 7.5

Visualizzazioni post:51

Vengono dalla Russia, precisamente da San Pietroburgo i Wolfmare, ma nonostante il monicker nuovo non sono esattamente al debut album con questo “Whitemare Rhymes”. Il gruppo infatti era conosciuto con il nome Wolfsangel e nel 2004 vide la luce l’effettivo debutto “Widdershins”, ma a causa di problemi politici legati al nome della band, ritenuto di estrazione nazista, la band decise di mutare il proprio nome per non dare luogo ad alcun equivoco.
Chi conosce un po’ le sonorità dell’etichetta austriaca CCP Records che li ha messi sotto contratto non potrà fare a meno di pensare ai compagni di etichetta Malnàtt per quanto riguarda la dimensione folkeggiante della loro musica. Tanto folk, tante ballate e un certo influsso di un’altra band ampiamente citata in questi contesti come i Blackmore’s Night. La voce di Iana Nikulina infatti si ispira a quella di Candice Night nel descriverci le fiabe di questa terra incantata che prendono vita grazie sopratutto all’uso di strumenti molto medievaleggianti come il violino, il flauto, il violoncello e il bodhran (una sorta di tamburello). Nel mezzo ballate, cori, canti di grilli e rumori di foresta, per un risultato finale di un metal-folk che va ampiamente di moda in questo periodo ma che riesce a mantenersi abbastanza originale nel proseguio dell’ascolto. Le canzoni sono molto evocative e sopratutto molto divertenti, impossibile non sorridere ascoltando “Mother Moose Jig”, “The Ballad Of Jolly Hangman” o la chiassosa “In Taberna”, scritta addirittura in latino. C’è spazio anche per la struggente ballata “Shine”, più metallica del resto dell’album. Un bootleg estremamente curato e animato da graziosi scheletri disegnati in modo da rispecchiare la canzone rendono il pacchetto piacevole anche all’occhio (a proposito, quello della creatura in copertina è di un cavallo). Un disco che potrà far aumentare la collezione degli amanti di sonorità legate a vecchi Elvenking, Cruachan (un paio di loro sono ospiti qui), Finntroll ed Ensiferum, da mettere assieme agli altri tra la cotta di maglia e il corno con l’idromele.

Tracklist:
1. The Ballad of Jolly Hangman
2. In Taberna
3. The Hall of Mirrors
4. Widdershins Song
5. Schattentanz
6. Mother Moose Jig
7. Shine
8. Mourning of the King
9. Web of War

Lineup:
Dmitri Petras: bass, vocals
Iana Nikulina: keyboards, vocals
Max Znaevsky: drums, percussion
Stas Matveev: guitars
Lyba Maslova: cello, vocals
Alex “McReddin” Redin: vocals
Max Zhupikov: violin
Dmitri Yakovlev: bagpipe, mandolin, whistles, percussion

Guests: Keith Fay: vocals, bodhran / Karen Gilligan: vocals / Leo Tairov: child voice / Choir of Beerhearts: Alex Redin, Iana Nikulina, Lyba Maslova, Max Znaevsky, Andrzej Petras, Vadim Yeliseyev

Sito ufficiale: www.wolfmare.com
Myspace: www.myspace.com/wolfmareband

Etichetta: CCP Records – http://ccpcom.window.hl-users.com

Album distribuito in Italia da Andromeda Dischi – www.andromedadischi.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *