Slider by IWEBIX

Rosae Crucis – Il Re Del Mondo (2008)

Pubblicato il 1/09/2008 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Il Re Del Mondo
Autore: Rosae Crucis
Genere: Epic Metal
Anno: 2008
Voto: 8

Visualizzazioni post:60

Un castello chiuso da anni, le cui mura sono rifugio ormai solo degli animali… Al suo interno la grande sala del trono, buia e ricoperta dalla polvere accumulatasi in più di tre lustri, tempo in cui nessun piede umano aveva più calpestato quel pavimento. All’improvviso, una lama di luce trafigge l’umida oscurità fino ad illuminare la stanza: molti uomini varcano la soglia della sala, ma solo uno di loro si dirige con passo deciso verso il posto che gli compete… Il re del mondo è tornato ed insieme a lui ci sono anche i romani Rosae Crucis, che tornano a far parlare di loro dopo un silenzio discografico che durava dai tempi di “Worms Of The Earth”, album uscito nel 2003. Non è materiale nuovo quello che la neonata etichetta Jolly Roger Records reimmette sul mercato, anche se in un certo senso è come se lo fosse, dato che quella che ho tra le mani è la ri-registrazione, realizzata tra marzo e maggio di quest’anno, del demo tape d’esordio della band, pubblicato originariamente nel 1992 e qui arricchito dalla bella cover di “Ballo In Fa Diesis Minore” del menestrello Angelo Branduardi. L’ottima produzione di cui gode “Il Re Del Mondo” permette di gustare appieno il potente epic metal dei Rosae Crucis, tanto valido a livello musicale quanto nei testi in madrelingua: apre l’ascolto del disco “Sacrem Reformationem”, pezzo cadenzato e solenne dai chorus iperevocativi, preambolo all’epicissima “Rosa Croce”, brano magnetico che resta subito marchiato a fuoco nella memoria, così come la successiva e veloce “La Chiesa”, a mio parere uno dei pezzi migliori del lotto e che conferma il valore indiscutibile dei musicisti riuniti sotto il monicker Rosae Crucis. Rallentano i tempi con “Contro Il Mio Destino”, ma non diminuisce l’intensità anche grazie all’ennesima prova convincente del Ciape, ottimo cantante dotato di grande capacità interpretativa. “Il Signore Delle Tempeste” si snoda più o meno sulle coordinate del brano d’apertura, risultando quindi efficace nelle sue atmosfere epiche. Ottima anche la lunga “La Sacra Corona”, da cui spicca il gran lavoro delle chitarre, ed altrettanto valida risulta la variegata e grintosa titletrack. Della cover ho già detto più in alto, quindi passo direttamente a consigliarvi di far vostro questo lavoro! Non esiste un motivo per cui non dobbiate acquistare “Il Re Del Mondo”: una grande band, gli epic metaller Rosae Crucis, che fa grande musica, cosa volete di più?!? Per gli amanti del genere questo è un disco da avere assolutamente!! Un’ultima cosa, ma importantissima: tenete gli occhi aperti e le orecchie ben tese, perché è in arrivo anche “Fede Potere Vendetta”!

Tracklist:
1. Sacrem reformationem
2. Rosa croce
3. La chiesa
4. Contro il mio destino
5. Il signore delle tempeste
6. La sacra corona
7. Il re del mondo
8. Ballo in fa d minore (Angelo Branduardi cover)

Lineup:
Giuseppe “Ciape” Cialone – voce
Andrea “Kiraya” Magini – chitarra
Tiziano “Shreadmaster” Marcozzi – chitarra
Daniele “KK” Cerqua – basso
Piero Arioni – batteria

Sito ufficiale: www.rosaecrucis.it
Pagina MySpace: www.myspace.com/rosaecrucisband
Pagina MySpace etichetta: www.myspace.com/jollyrogerlabelindie

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *