Slider by IWEBIX

Nowhere – Try To Catch It! (2008)

Pubblicato il 17/09/2008 da in Demo | 0 commenti

Titolo: Try To Catch It!
Autore: Nowhere
Genere: Thrash Metal
Anno: 2008
Voto: 6,5

Visualizzazioni post:100

Vede finalmente la luce “Try To Catch It!”, terzo capitolo nella storia dei Nowhere, thrash metal band proveniente dall’area milanese e formatasi nell’ormai lontano 1998: registrato due anni fa ma pubblicato solamente quest’anno, l’EP di cui state leggendo spezza un silenzio discografico che durava dal precedente demo “Burning Brighter”, le cui registrazioni risalgono alla fine del 2002. L’impressione che mi sono fatto dei Nowhere è quella di una band decisamente capace nell’utilizzo dei propri strumenti ed anche a livello di songwriting.. a dimostrarlo ci sono questi sei pezzi, che non annoiano e risultano piacevoli anche dopo svariati ascolti: parte del merito va sicuramente all’ottima resa sonora del dischetto, che permette di godere appieno della musica del quartetto meneghino. Come detto, i nostri propongono un thrash metal di matrice americana dai suoni piuttosto moderni, che ha nei Metallica degli anni ’90 qualcosa di più di un semplice riferimento, con l’aggiunta di frequenti variazioni al tema per mezzo di azzeccati cambi di tempo e d’atmosfera, che donano quel pizzico di imprevedibilità alle composizioni. Il rovescio della medaglia di questo “Try To Catch It!”, a mio modesto parere, è proprio la grande influenza esercitata dalla band di Lars Ulrich che a volte emerge fin troppo prepotentemente dal sound dei Nowhere, rischiando di penalizzare quanto di buono si può sentire su brani come “Charley’s Ballad”, grintoso mid tempo a cui è affidato il compito di aprire l’EP e che mette subito in luce le capacità esecutive in possesso della band. Nella successiva “Yesterday Story” spicca il lavoro della sezione ritmica, abile nel dettare i cambi di tempo e nel generare, insieme alle due chitarre, le diverse atmosfere a cui accennavo poco più in alto mantenendo costantemente salda la presa sulla mia attenzione. “Hey Baby” è un pezzo più classicamente thrash, un onesto spartiacque tra il brano precedente e l’ottima “Reach The Sky”, la canzone che preferisco di questo lavoro, che riprende ed amplifica il discorso di “Yesterday Story” ottenendo così un brano potente ed allo stesso tempo molto emozionale e coinvolgente! Più diretta ma non meno riuscita è “Dark (part 1)”: una song che dal vivo deve essere letale, e che sfocia in “Dark (part 2)”, poco meno di tre minuti quasi totalmente strumentali che pongono la parola fine a questo EP. Un buon lavoro sotto tutti gli aspetti in conclusione, ma che musicalmente risente della presenza, a volte troppo ingombrante, dei già citati Metallica e che “costa” ai Nowhere mezzo punto sul voto finale.

Tracklist:
1. Charley’s ballad
2. Yesterday story
3. Hey baby
4. Reach the sky
5. Dark (part 1)
6. Dark (part 2)

Lineup:
Ank – voce e chitarra
Luca – chitarra
Claudio – basso
Manuel – batteria

Sito ufficiale: www.nowhereshow.com
Pagina MySpace: www.myspace.com/nowhereshow

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *