Slider by IWEBIX

Hell’s Crows – Quiet Before Tempest (2008)

Pubblicato il 2/12/2008 da in Demo | 0 commenti

Titolo: Quiet Before Tempest
Autore: Hell's Crows
Genere: Hard & Heavy
Anno: 2008
Voto: 7

Visualizzazioni post:107

“Quiet Before Tempest” è il nome del primo demo dei Hell’s Crows, heavy metal band marchigiana fortemente ispirata dall’hard & heavy anni ’80. Il disco contiene quattro brani inediti di discreta qualità, tre dei quali sono delle classiche fucilate alla Iron Maiden, mentre la restante track è una ballad strappalacrime in perfetto stile ottantiano. I giovanissimi ragazzi di Macerata dimostrano una notevole maestria nell’esecuzione dei brani, fatta eccezione per alcuni errori tecnici (soliti nei demo…), come lo stare e a tempo o l’intonazione, ma vista la giovane età si può sicuramente superare questa soglia negativa; basti pensare che la stragrande maggioranza delle band di diciottenni si sofferma anni ed anni solo a macinare cover senza cercare di provare il colpaccio o mostrare almeno il coraggio e l’ambizione di suonare brani inediti. Questo gradino è stato brevemente scavalcato dagli Hell’s Crows, che pongono le basi per un futuro di puro stampo heavy metal (e cosa si può chiedere di più ai nostri ragazzi?) con l’opener “Friendly Fire” e la successiva “The Secret World”, brani tutt’altro che semplici che mettono subito in evidenza la vena maideniana della band. Ok, non è di certo l’originalità la punta di diamante di questo gruppo, ma, cavolo, i musicisti in questione sono poco più che ragazzi e hanno davvero del talento da vendere, roba da non crederci! L’unica ballad è forse la sola delle quattro tracce che non convince, un po’ per i numerosi errori tecnici, un po’ per l’assenza di dinamiche e, inoltre, una ripetitività troppo mielosa nella linea vocale (il cantanto inoltre appare rigorosamente alla Vasco Rossi…); i cori sono un troppo easy e spesso mancano di quello slancio vincente per cui, in teoria, vengono usati; e questo è sicuramente una delle questioni da migliorare al fine di ottenere un lavoro compatto e potente. La titletrack, infine, è il biglietto da visita della band, una canzone che mostra sia il lato romantico (con un intro decisamente surreale) che quello rockettaro (con i soliti riffoni puramente heavy metal) degli Hell’s Crows. Con questa canzone si chiude la prima fatica in studio di una band che promette sicuramente dell’ottima musica, in vista di un futuro tutto da cavalcare con quel groove che suona bene solo a chi il metal ce l’ha nel sangue.

Tracklist:
1. Friendly Fire
2. The Secret World
3. Lover Sky
4. Quiet Before Tempest

Line up:
Lucky Lost – vocal
Randy Rush – guitar
Simon Crow – guitar
Matt Madwave – bass
Gio Gio “The Beast” – drums

Sito della band: www.myspace.com/hell39scrows

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *