Slider by IWEBIX

Alex Beyrodt’s Voodoo Circle – Voodoo Circle (2008)

Pubblicato il 2/12/2008 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Voodoo Circle
Autore: Alex Beyrodt's Voodoo Circle
Genere: Hard Rock / Heavy Metal
Anno: 2008
Voto: 7

Visualizzazioni post:54

Cosa ci si può aspettare da un album che ha come copertina una fiammeggiante Fender Stratocaster? Ma naturalmente un disco di metal neo-classico suonato da un guitar virtuoso, sulla scia di R.Blackmore, Y.Malmsteen, Michael Romeo e compagnia varia. Il guitar hero di turno è Alex Beyrodt, fondatore dei Silent Force e qui al suo debut album con i Voodoo Circle, nati da pochissimo, si parla infatti della primavera del 2008. Il buon Alex, per non far passare il suo disco come quello di un clone qualsiasi, si è subito circondato di artisti estremamente validi, affidando il ruolo di cantante a David Readman dei Pink Cream 69, quello di bassista all’onnipresente Mat Sinner, già di Sinner e Primal Fear, quello di tastierista a Jimmy Gresic (Steve Lukather e Jordan Rudess tra le sue apparizioni) e quello di batterista ad un artista proveniente addirittura dal pop-rock, Mel Gaynor dei Simple Minds. Nelle composizioni dei Voodoo Circle, come potranno immaginare coloro che sono giunti fino a questo punto della rece, non regna l’originalità, tutti i brani hanno influenze marcate provenienti in particolare dagli anni ’80 e dai vecchi album di Malmsteen (come l’opener “Spewing Lies”, “We´ll Never Learn” o “Angels Will Cry”), ma non mancano richiami ai Rainbow e al loro hard rock con “Man And Machine” e “Dream Of Eden” dove compare l’ultimo cantante della band Doogie White (nonchè ex voce di Malmsteen) a duettare con Readman. C’è spazio anche per brani più diretti, come la powerosa “Kingdom Of The Blind”, mentre non manca la “sbrodolata” strumentale che qui risponde al nome di “White Lady Requiem”. L’intenzione di Alex Beyrodt con questo album è quella di ritornare all’antica, con una band che ama quello che fa e che vuole esprimersi al meglio con la musica, mentre al giorno d’oggi pare che questa spontaneità sia andata perduta. Il “circolo voodoo” è completato da altri grandi artisti che hanno dato il loro contributo come Rudi Sarzo (Ozzy Osbourne, Dio, Whitesnake), Norifumi Shima (Concerto Moon), Richard Andersson (Majestic, Space Odyssey) e Dennis Ward immancabile in fase di mixing. Niente di nuovo, per carità, dischi di questo tipo ce ne saranno sempre a ricordarci le radici da cui attinge l’heavy metal. Alex scrive che i Voodoo Circle suonano con il cuore, noi ci fidiamo di lui e dei suoi eccezionali compagni e lo promuoviamo.

Tracklist:
1. Spewing Lies
2. Desperate Heart
3. Kingdom Of The Blind
4. Man And Machine
5. Master Of Illusion
6. We´ll Never Learn
7. Dream Of Eden (feat. Doogie White/David Readman)
8. Heaven Can Wait
9. Angels Will Cry
10. Enter My World Of Darkness
11. Wings Of Sorrow (bonus track digipack)
12. White Lady Requiem (Instrumental)
13. Dream Of Eden (David Readman version) (bonus track digipack)

Line up:
Alex Beyrodt (guitars)
David Readman (vocals)
Mat Sinner (bass)
Mel Gaynor (drums)
Jimmy Kresic (keyboards)

Sito ufficiale: www.voodoocircle.com
Myspace: www.myspace.com/voodoocircleband

Album distribuito in Italia da Audioglobe – www.audioglobe.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *