Slider by IWEBIX

Mena Brinno – Wicked Polly (2009)

Pubblicato il 2/02/2009 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Wicked Polly
Autore: Mena Brinno
Genere: Gothic - Folk Metal
Anno: 2009
Voto: 6

Visualizzazioni post:65

Nome che pesca nel gotico quello dei Mena Brinno, band originaria della solare Florida che nel 2009 pubblica il suo secondo album, il cui nome significa per l’esattezza “moon fever”. L’accostamento musicale che propone questa band riprende in parte lo stile già inaugurato dai Nightwish, quindi con l’associazione tra una voce tipicamente lirica e uno stile strumentale heavy metal; a questi due tratti, i Mena Brinno aggiungono una massiccia componente folk, che si esprime principalmente in lunghe parti strumentali sparse un po’ lungo tutto il corso del disco. Si possono citare particolarmente quelle contenute in “Secrets Of War”, in cui la doppia cassa si associa a un suono di flauto continuo, e le parti strumentali di “Entrapment”, brano in ¾ con un inizio che unisce il folk al neoclassico.
La pecca principale di questo disco è una carenza di fondo a livello di idee compositive; per quanto l’associazione fra questi stili, folk e metal, unita alla voce lirica di Katy Decker, siano un accostamento interessante, non si tratta purtroppo di un qualcosa di particolarmente innovativo, e non si può dire che ci sia alcunchè che si contraddistingua in positivo in tutto il disco, che emerga e si stacchi dal fondo. La voce di Decker, in particolare, è sicuramente un elemento interessante e la sua estensione vocale è indiscutibile, ma questo non è sufficiente per farne un fattore di distinzione. Inoltre, in certi momenti la voce di Decker tocca punte veramente troppo elevate per il contesto in cui è inserita, ben lontano da quello dell’opera lirica vera e propria, al punto da risultare fastidiosa in quanto esagerata. Un po’ come succedeva in certi momenti con gli stessi Nightwish dell’epoca Turunen, insomma. È invece nelle parti più basse, dove la voce torna ad assumere tonalità umane, come avviene in “Wildwood Flower”, che lo stile dei Mena Brinno torna ad essere interessante. Altri brani, come la stessa “Wicked Polly”, hanno una connotazione troppo mielosa, aspetto che può essere interessante per un tipico fan del gothic, ma elemento di cui sinceramente si può fare benissimo a meno.
I Mena Brinno hanno cercato probabilmente di trovare un punto di equilibrio fra due stili diversi, territori già esplorati ma da cui si può ancora trarre qualcosa di interessante, però ancora non sembrano avere trovato la loro strada in pieno. Solo i fan più oltranzisti potranno trovare qualcosa di interessante in un’opera del genere.

Tracklist:
1- Banks Of The Ohio
2- Entrapment
3- Wicked Polly
4- Secrets Of War
5- Labyrinth
6- Katie Cruel
7- Nightsounds
8- Court Me
9- Wildwood Flower

Lineup:
Katy Decker: voce
Marius Kozlowski: chitarra
Vince Greco: basso
Rob Sinzieri: batteria

Sito ufficiale: www.menabrinno.com
Myspace: www.myspace.com/menabrinno

Etichetta Dark Balance – www.darkbalance.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *