Slider by IWEBIX

Killer Klown – Gain (2009)

Pubblicato il 30/03/2009 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Gain
Autore: Killer Klown
Genere: Hard Rock
Anno: 2009
Voto: 7.5

Visualizzazioni post:84

“Gain” è l’album d’esordio dei Killer Klown, band italiana che propone un rock inferocito che a tratti ricorda l’entusiasmo street dei Guns N’ Roses, i più recenti Motley Crue ed il più scuro Ozzy Osbourne. Ma, precisiamo, non è il solito hard rock plurimasticato: questo disco è davvero un’esplosione suicida di ottima musica! Le forti influenze musicali non rappresentano un guru sacro, anzi, il sound è ripulito e risistemato per “i tempi nostri” in modo da ammortizzare la negatività di un genere non particolarmente originale. Autoprodotto, “Gain” spinge l’acceleratore su uno street rock aggressivo e, come da nome, “killer”.
La caratteristica che colpisce immediatamente è che i Killer Klown non si perdono in frivolezze e giri di parole, ma vanno subito al punto della questione con brani veloci, compatti e ben prodotti: “Monster Idiot”, “Bloody Velvet” e “Tropical Disease” sono proiettili impazziti, con riff non estremamente complicati ma, dannazione, veramente efficaci! Senza ostacoli o interruzioni la scaletta procede velocissima e non concede momenti per spingere stop, un po’ come nei dischi degli AC/DC: si ascolta con entusiasmo senza nemmeno accorgersi del tempo che passa. Ed è così che, tra riff alla Slash e Zakk Wylde, la voce graffiante (da vero rocker ’80) di Gabriele “Gabry” Gozzi si eleva come ciliegina sulla torta del disco, graffiante ed arrabbiata quanto basta per imporsi saldamente nel panorama rock.
La lezione è chiara: bisogna credere in questo genere per non farlo tramontare!
La cosa bella del disco è che le influenze sopra citate servono solamente ad accarezzare questa nuova vena musicale che si sistema i vestiti ed il look per il nuovo millennio, riuscendo ad essere, a suo modo, originale. I Killer Klown si differenziano così dalla marea di rock band e lanciano la prima granata di ottimo rock. Che dire, la battaglia comincia di certo a loro favore…

Tracklist:
01. Monster Idiot
02. Bloody Velvet
03. Troical Desease
04. Big Town
05. Broken Silence
06. Too Bad
07. Joker
08. Smoke This
09. Acid Rain
10. Gangster
11. Demolition Man

Line Up:
Gabriele Gozzi – Voce
Andrea “Diablo” Martongelli – Chitarra
Nicoch – Basso
Andy K- Batteria

Myspace: www.myspace.com/killerklownmusic
Etichetta Street Symphonies Records: www.streetsymphoniesrecords.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *