Slider by IWEBIX

The Upper Class Bastards : firmano con Street Symphonies Records

Pubblicato il 24/06/2009 da in News | 0 commenti


Visualizzazioni post:47

Street Symphonies Records è lieta di annunciare l’ingresso nel proprio roster dei The Upper Class Bastards, hard rock band
con voce femminile il cui debut album “No-Bless Oblige” è già ordinabile sul sito www.streetsymphonies.com.
Per informazioni sui The Upper Class Bastards visitate www.myspace.com/theupperclassbastards oppure www.theupperclassbastards.com.

Gli Upper Class Bastards sono un gruppo di hard rock italiano, formatosi a Torino nel 2005. È di Charlotte S l’idea di riunire sotto questo nome la prima formazione della band, che inizialmente vede Dario Orlando (chitarra), Danilo Bar (chitarra), Paul McKill (basso) e Pedro (batteria). Gli Upper Class Bastards entrano nella scena underground torinese con determinazione e stile, evolvendosi progressivamente ma conservando costantemente le radici di un rock energico, a tratti diretto e schietto e a tratti più tecnico e ricercato.
Il primo lavoro vede la luce nel 2005, è il punto di partenza per testare le sonorità sul pubblico. È la prima volta che la musica degli Upper Class Bastards entra nelle case degli aficionados che in seguito supporteranno sempre la band dandole incentivo e nuova forza per portare avanti i progetti nascenti.
Nel 2009 è quindi il momento della firma con Street Symphonies Records e del full-length No-Bless Oblige contenente dieci pezzi. L’originalità parte già dal titolo. Noblesse Oblige ha un significato suo, nella lingua francese, ben noto a tutti, tendenzialmente molto “Upper Class” e lievemente… amarognolo. L’uso in questo contesto sarebbe però stato quello di una definizione incompleta, in quanto sarebbe venuta a mancare la componente “Bastards”… che è stata prontamente recuperata trasformando il titolo in un anglo-francese decisamente ironico che tutto dice e lascia intuire! I testi dei brani del cd sono opera della mente di Charlotte S che così li descrive: “Fondamentalmente i miei testi sono il mezzo per esprimere, più che stati d’animo, il mio lato ad alcuni ‘ oscuro’. Insomma, per evitare ‘ il giorno della mia ordinaria follia’, provo a cantare in faccia al prossimo la mia rabbia, la mia forte intolleranza verso un sacco di cose, i miei no. Provo a sbeffeggiare un po’ il mondo, almeno quello in cui vivo io. Mi piace fare dell’ironia, mi piace che gli stupidi non capiscano e mi piace deridere i finti eroi…”
Rispetto al primo lavoro Crash Test, l’ultimo No-Bless Oblige porta con sé una differenza palpabile già a livello qualitativo. Nel primo caso si parla più che altro di un promo, per cui, per quanto ben registrato, rappresenta comunque un lavoro realizzato al fine di dare solo un piccolo assaggio della band. Inoltre è stato realizzato a soli due mesi dalla formazione. Nel secondo caso, invece, il lavoro realizzato è più completo e creativo, sotto tutti i punti di vista. Il lavoro in studio è stato molto più puntiglioso ed è evidente il grande sforzo di ricerca dei suoni e di arrangiamento. Il cambio di line-up intervenuto durante la lavorazione ha lasciato un’impronta percepibile nei vari brani e tutto sommato caratterizza l’insieme in modo positivo e non certo banale. Toni forti miscelati ad accattivanti melodie, se si vuole definire la chiave usata.
Il gruppo ha programmi ambiziosi: gli Upper Class Bastards sono… invadenti ed invasivi! Sono in continua fase di promozione dall’Europa agli Stati Uniti, dove radio, riviste, fanzines e webzines non trascurano mai la band italiana. Sono poche le nazioni in cui il cd non è ancora entrato ma, se il lavoro è ancora molto, la loro ambizione può certamente dirsi senza limiti.

Line-up:

Charlotte S (vocals)
Dario Orlando (chitarra solista)
Luca Spagnuolo (chitarra)
Alessandro Spagnuolo (basso)
Mr. Gee (batteria)

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *