Slider by IWEBIX

Miosis – Albedo Adaptation (2009)

Pubblicato il 8/07/2009 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Albedo Adaptation
Autore: Miosis
Genere: Dark / Progressive Metal
Anno: 2009
Voto: 7

Visualizzazioni post:82

Band formata in Svezia nel 2005 con l’idea di creare musica complessa, ma che sappia allo stesso tempo emozionare, dopo poco tempo riesce a produrre un EP. Infatti è del 2007 “Konvolut”, disco autoprodotto che riscuote successo e attira l’attenzione di Lion Music. Tutti i componenti sono fans di gruppi come Radiohead, Massive attack e Tool ma una componente progressive riesce a trovare spazio in “Albedo Adaptation”. A partire dalla prima traccia “State Of Facuna”, molte sono le componenti che fanno pensare al prog, come ad esempio l’utilizzo di ritmiche particolari e linee melodiche difficili, ma l’altra faccia della medaglia è trovare un pezzo dove non è la tecnica ad avere il sopravvento. Le linee vocali dal sapore dark rendono omogeneo il suono e aiutano l’ascoltatore a trovare agganci per memorizzare il brano. Più dura la ritmica in “Once Divine”, che nell riff iniziale viene smorzata subito da una strofa più acustica che ondeggiando tra distorto e pulito, porta al ritornello. Si nota che la voce ha una parte fondamentale per la riuscita dei pezzi grazie a delle linee facili da seguire nel suo insieme, ma non per questo troppo banali, scelte con attenzione in fase di stesura dei brani. Le strutture utilizzate sono più o meno similari, con passaggi strumentali lunghi e ripetitivi che donano ai brani una caratteristica malinconica. Tutti i pezzi sono di lunghezza superiore ai cinque minuti e la settima traccia “Red” supera addirittura gli undici minuti, mostrando una band capace di creare musica intricata, ma coinvolgente: i numerosi cambi all’interno del brano lo rendono uno dei migliori del disco. Prodotto egregiamente, il disco dei “Miosis” si colloca tra i migliori del suo genere, ma invita all’ascolto anche chi non è abituato a certe sonorità. La ricerca musicale che la band propone è di ottima qualità anche se a volte l’impressione è di non volere uscire troppo dai binari imposti da Tool e soci. La bravura di questi musicisti sta nel cercare una via diversa trovando una personalità propria. Complimenti ai Miosis, una nuova ottima band da seguire per chi non cerca solo musica complicata, ma anche atmosfera e riflessione.

Tracklist:
01. State Of Lacuna
02. Once Divine
03. Our Floods
04. Benandanti
05. Flow
06. The Lucid
07. Red

Lineup:
Mikael Mangs Edwardsson – Basso
Mattias Axelsson – Batteria
Torin Williams – Voce
Henrik Von Harten – Chitarra

Sito ufficiale: www.miosis.se
MySpace: www.myspace.com/miosisband

Etichetta: Lion music www.lionsmusic.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *