Slider by IWEBIX

Crown The Lost – Blind Faith Loyalty (2009)

Pubblicato il 23/08/2009 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Blind Faith Loyalty
Autore: Crown The Lost
Genere: Thrash Metal
Anno: 2009
Voto: 6

Visualizzazioni post:62

Ad una prima e superficiale occhiata, buona parte dei cognomi dei musicisti in forza ai Crown The Lost potrebbe far pensare di trovarsi di fronte ad una band tricolore. Approfondendo, scopro che di italiano hanno solo due cose: le origini, dovute probabilmente a qualche parente emigrato in America in cerca di fortuna, e l’etichetta per la quale esce “Blind Faith Loyalty”, la nostrana Cruz del Sur. Fondati a Pittsburgh, Pennsylvania, nell’aprile 2005 dal chitarrista David E. Gehlke, i Crown The Lost danno alle stampe l’anno successivo il loro primo full lenght, l’autoprodotto “Reverence Dies Within”: a distanza di tre anni tornano dunque a far circolare il proprio nome per mezzo di questo nuovo album che, ve lo dico subito, non mi ha entusiasmato. “Blind Faith Loyalty” è un disco sicuramente particolare che poggia le sue basi su un thrash piuttosto tecnico in cui convergono tonnellate di melodia. Un cantante dal timbro decisamente classico – a tratti mi ricorda Bruce Dickinson, con le ovvie e debite proporzioni – unitamente a passaggi ritmici di matrice speed ed elementi sonori di estrazione più estrema completano il quadro della musica dei Nostri. Una proposta davvero corposa e articolata, ma che a tratti mi ha messo a dura prova nel mantenere alta l’attenzione durante i vari ascolti dei brani: in questo senso, la prestazione vocale troppo lineare di Chris Renaldi non aiuta sicuramente, e anche la grande quantità di spunti che i Crown The Lost inseriscono in ogni pezzo contribuisce a renderli un po’ difficoltosi da assimilare… diciamo che se i brani venissero “alleggeriti” di qualche idea sarebbero ancora più efficaci! Di contro va detto che a livello tecnico la band si dimostra davvero valida, in particolar modo ho apprezzato la qualità della chitarra di Joe Bonaddio ed il preciso e variegato apporto di Kevin Antonacci alla batteria. I brani tutto sommato sono di buona fattura e mettono in mostra un’originalità compositiva – con qualche angolo ancora da smussare, come dicevo più in alto – in possesso di pochi gruppi: tra le canzoni più riuscite citerei l’aggressiva “Drawing The Parallel” e le valide “Bound To Wrath”, “Privation” e “Hollow Refuge”. In virtù di quanto sopra “Blind Faith Loyalty” strappa abbastanza facilmente la sufficienza, ma a mio parere per ambire a risultati migliori occorre rendere più accessibili i pezzi: i Crown The Lost hanno le qualità per fare bene, ed io li aspetto al varco con il prossimo album!

Tracklist:
1. Defame the hypocrites
2. Drawing the parallel
3. Bound to wrath
4. Symbiotic
5. Finality
6. Dreaming in reverse
7. Privation
8. Impose your will
9. Hollow refuge
10. Blind faith loyalty

Lineup:
Chris Renaldi – voce
Joe Bonaddio – chitarra
David E. Gehlke – chitarra
Shaun Gunter – basso
Kevin Antonacci – batteria

Sito ufficiale: www.crownthelost.com
Pagina MySpace: www.myspace.com/crownthelostmetal
Sito etichetta: www.cruzdelsurmusic.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *