Slider by IWEBIX

Revoltons – Underwater Bells (2009)

Pubblicato il 13/09/2009 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Underwater Bells
Autore: Revoltons
Genere: Heavy Metal
Anno: 2009
Voto: 7.5

Visualizzazioni post:111

I Revoltons sono una formazione friulana attiva da oltre una decade, che quest’anno arriva a pubblicare (dopo numerosi cambi di formazione) il suo terzo album. Nei precedenti dischi la band aveva un suono decisamente di stampo power-prog; con quest’album lascia da parte virtuosismi e tastiere per dedicarsi ad un roccioso heavy di stampo americano (la proposta musicale può essere accostabile alle ultime produzioni degli Iced Earth).
Va sottolineato che il disco conta ben quindici tracce, ma quattro di esse sono in realtà degli intro.
Il disco si apre con le bellissime “The Pure Soul Cry” e “Death To Leave Eternity”, che esaltano al meglio le doti musicali di tutto il gruppo con un gran lavoro alle chitarre di Matt e Alex Corona. Una nota di merito va al cantante Andro ed alla sua ugola davvero versatile, che gli permette di passare con facilità da parti più grintose e rabbiose (ascoltare “Berserker”) a momenti più puliti e melodici, come in “Lady Disease”. Il disco è molto piacevole e mai banale, anche perchè la band inserisce nella sua proposta soluzioni che vanno dal thrash al power europeo al prog, che ci permettono di ascoltare un CD molto vario.
La parte centrale del disco cala un po’ rispetto allo splendido inizio, ma si rialza con le ultime canzoni, a cominciare dalla violenta “Cybertale”, che mette in mostra la sezione ritmica formata da Roberto Sarcina al basso e Simone Morettin alla batteria, per arrivare alla title-track che rappresenta uno dei pezzi migliori e più immediati dell’album. Fra queste due canzoni c’è anche spazio per l’intensa ballad “London Fall”, ricca di emozione quanto basta per mostrarci come il gruppo sappia trovarsi a suo agio anche quando non ci sia da “pestare” duro sugli strumenti. Chiude il disco il bel video di “Death To Live Eternity”.
Per concludere, possiamo dire che questo “Underwater Bells” è un disco molto positivo, ben registrato e ben suonato da una formazione matura e dalle grandi abilità; non è sicuramente un disco immediato, ma dopo qualche ascolto rimarrete sicuramente molto soddisfatti dell’acquisto.
Un plauso anche a Giuliano Mazzardi ed alla sua My Graveyard Productions per essere sempre attento ai gruppi di casa nostra e per permettere che la musica di valore possa arrivare nelle nostre case.

Tracklist:
01. The Pure Soul Cry
02. Death To Leave Eternity
03. Berserker
04. Claylove
05. Rotten Equilibrium
06. The Last Witch
07. PJ
08. Slow Row
09. Lady Disease
10. Melting Night
11. One And Silence
12. Cybertale
13. London Fall
14. Scanning Horizon
15. Underwater Bells

Lineup:
Andro – Voce
Matt Corona – Chitarra
Alex Corona – Chitarra
Roberto Sarcina – Basso
Simone Morettin – Batteria

Sito ufficiale: www.revoltons.com
Myspace: www.myspace.com/revoltons
Etichetta My Graveyard Productions: www.mygraveyardproductions.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *