Slider by IWEBIX

Steve Vai – Where The Wild Things Are (2009)

Pubblicato il 6/10/2009 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Where The Wild Things Are
Autore: Steve Vai
Genere: Rock
Anno: 2009
Voto: 8

Visualizzazioni post:81

Basterebbe una semplice parola: perfetto. Questo doppio dvd live è praticamente perfetto. Pare che il buon vecchio Steve “The Master” Vai abbia trovato la massima sincronia audio-video, realizzando un live show allo State Theatre (Minneapolis), un teatro dall’acustica pazzesca dentro il quale luci e colori sono il contorno di una performance da urlo. Due violini di una raffinatezza unica, quello della splendida talentuosa Ann Marie Calhoun e l’altro del funambolo Alex DePue (entrambi si occupano anche del reparto tastiere), un basso travolgente, quello di Bryan Beller, un tatuatissimo Jeremy Colson alle pelli ed una seconda chitarra, di Dave Weiner, che poco ha da invidiare al maestro Steve.
Si evidenzia da subito una qualità che raggiunge il paranormale, dalle riprese, alle luci, agli effetti speciali fino ai colori; e l’audio, cavolo, è davvero strepitoso. Omettendo momentaneamente la precisione tecnica (quasi esasperante), il risultato audio è talmente ottimale che non sembra nemmeno di stare ad ascoltare un live: i suoni sono brillantissimi e si riesce a distinguere ogni singola nota di ogni strumentista; niente picchi di volume (non è da Steve Vai…) o momenti più confusionali: ogni strumento, ogni suono, ogni frequenza sta al suo posto senza impicciare nel contesto. Di sicuro il lavoro di editing e mastering è stato fatto “alla svizzera”, perché è davvero raro ascoltare un live che pare un disco in studio; se non fosse per le riprese del pubblico e gli applausi nel finale di ogni canzone sarebbe davvero difficile accorgersene.
La qualità tecnica, poi, beh, questa è indiscutibile. Vai sembra inoltre essere riemerso dalle critiche dei suoi ultimi lavori. Ciò che non uccide rende più forti, e su questa filosofia l’allievo di Frank Zappa ha preso il meglio della sua carriera e l’ha riadattato ai giorni nostri, con arrangiamenti all’avanguardia e mantenendo sempre cristallino il suono della sua Ibanez, unico nel mondo. Troviamo una sola inedita, “Paint Me Your Face”, in apertura, che è un sunto di quello che sarà lo show: folle, allegra e potente; scorrendo la tracklist troviamo raccolti e lucidati momenti stellari con “The Audience Is Listenig”, “Fire Wall”, “Liberty”, “Apples In Paradise” e tante altre ancora sino ad arrivare al gran finale con la storica “For The Love Of God” che, con la dolcezza del violino di Ann Marie, da sola vale l’intero dvd. Ma non è finita qui: c’è anche spazio per una densa sezione acustica, intima e leggera, dove Steve si accomoda a sedere e lascia alla band il compito di creare un effetto magico che risuona senza tempo nel teatro. Il bello è anche questo, che per quanto Vai possa essere il leader, concede degli spazi enormi agli altri strumentisti che si sciolgono in soli e momenti topici da brivido. Come dire, non c’è solo Steve Vai (al contrario di altri concorrenti chitarristi che preferisco non citare…). Come da classico non mancano inoltre i cambi d’abito, una miriade di chitarre trasparenti e colorate, luccicanti e cromate, e, soprattutto, il mitico ventilatore per i capelli di Vai!
E non è ancora finita, come ringraziamento finale si scoprono contenuti bonus, interviste, “behind the scenes” ed il video dimostrazione del recente distorsore “Jemini” firmato S.V.
Beh, di materiale ce n’è tanto, due dvd, tre ore e quaranta minuti di godimento (compreso il materiale bonus), filmato in alta risoluzione, un delizioso booklet, e, soprattutto, una grande performance. Ricordo inoltre che esiste anche una versione del dvd in blu-ray e anche un cd audio del medesimo concerto (quest’ultimo ovviamente con una scaletta ridotta, settantasette minuti di musica).
Un must per i seguaci del virtuoso chitarrista, consigliato a tutti i musisti e magari da prendere più con le pinze per i curiosi (che potranno trovare un filmato di ben sette minuti sul sito di Vai).

Tracklist:

Disc 1:
1. Paint Me Your Face
2. Now We Run
3. Oooo
4. Building The Church
5. Tender Surrender
6. Band Intros
7. Fire Wall
8. The Crying Machine
9. Shove The Sun Aside
10. I’m Becoming
11. Die To Live
12. Freak Show Excess
13. Apples In Paradise
14. All About Eve
15. Gary 7
16. Beastly Rap
17. Treasure Island
18. Angel Food
19. Earthquake Sky

Disc 2
1. The Audience Is Listening
2. The Murder
3. Juice
4. Whispering A Prayer
5. Taurus Bulba
6. Liberty
7. Answers
8. For The Love Of God

Bonus Material:
– Band interviews & behind the scenes
– Jemini distortion demonstration

Lineup:
Steve Vai – lead guitar, vocals
Alex DePue – violin, keyboards
Bryan Beller – bass
Jeremy Colson – drums, percussion, vocals
Dave Veiner – guitar
Ann Marie Calhoun – violin, keyboards, vocals

Sito ufficiale: www.vai.com
Disco distribuito in Italia da Audioglobe: www.audioglobe.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *