Slider by IWEBIX

Lust For Oblivion – Black Moon (2009)

Pubblicato il 21/11/2009 da in Demo | 0 commenti

Titolo: Black Moon
Autore: Lust For Oblivion
Genere: Gothic
Anno: 2009
Voto: 6,5

Visualizzazioni post:129

Progetto nato nel dicembre del 2006, la band piemontese riesce ad arrivare ora al primo demo. Dalle idee di Alex viene creata la band con l’ingresso degli altri musicisti. La ricerca della voce richiede più tempo, ed è solo grazie ad una serie di coincidenze che Chiara entra nel gruppo. Dopo un cambio di batterista nel 2008 viene alla luce questo “Black Moon”. La titletrack si apre con l’organo che crea qualche secondo di atmosfera ed introduce gli altri strumenti. La voce fa il suo ingresso su una ritmica heavy, mentre la tastiera continua a ripetere la melodia di introduzione. Il ritonello è indovinato, melodico e con accenno alla lirica nella parte finale della linea vocale. Nel pezzo centrale stacco con la sessione ritmica, che prosegue e anticipa un buon assolo di chitarra. Il secondo “Blank Darkness” parte con la chitarra che esegue un riff accattivante. La ritmica che accompagna la strofa è decisamente più corposa ed heavy del precedente brano ed anticipa un bridge melodico molto “alla Tarja”. Il ritornello è costruito con una parte strumentale lavorata e con una linea vocale piuttosto carica. Momento soft nella parte centrale, con vocalizzi lirici e momento strumentale. La ripresa è energica e porta al finale, lasciato alla chitarra. La lenta “Lady Of The Ocean” smorza i toni: inizio morbido con la tastiere e chitarra che crea melodie prima dell’entrata della voce. Pezzo dove la chitarra diventa acustica e le linee vocali di Chiara risultano interessanti. Il ritornello vede di nuovo l’accompagnamento con distorsione, ma sempre con accordi lunghi. Anche la parte strumentale rimane tranquilla, con la tastiera che intreccia con la chitarra calme melodie, per aumentare solo nel momento dei vocalizzi acuti di Chiara e nel finale con voce e tastiera in primo piano. Si termina con “Freedom Call”, il brano più veloce del demo. Inizio powereggiante, strofa che rimane su quei lidi e, dopo un bridge ben realizzato, il ritornello veloce con linee vocali immediate. Stacco e tastiera che si intreccia con la chitarra per riprendere con il ritornello finale. Un demo realizzato discretamente; i pezzi devono sicuramente qualcosa a Within Temptation e soci per l’impostazione di fondo. La voce è bella e non particolarmente simile ad altre del settore. La caratteristica che sicuramente va migliorata è l’aspetto della registrazione: il volume della voce è troppo alto rispetto al resto, soprattutto alla chitarra e alla tastiera, ed i suoni non sono molto legati. Anche se si tratta di un demo sono aspetti fondamentali, soprattutto nel genere scelto dalla band. Quattro brani sono pochi per giudicare, di certo le qualità musicali ci sono, dunque giudizio positivo in attesa di una nuova uscita che si spera sia più corposa.

Tracklist:
01. Black moon
02. Blank darkness
03. Lady of the ocean
04. Freedom call

Lineup:
Alex – Tastiera
Andrea – Chitarra
Chiara – Voce
Paolo – Batteria
Riccardo – Basso

MySpace: www.myspace.com/lustforoblivion

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *