Slider by IWEBIX

23/11/2009 : W.A.S.P. (Bologna)

Pubblicato il 21/01/2010 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:190

23/11/2009 : W.A.S.P. – Estragon (Bologna)

Live report WASP, Bologna

Dati da molti come in parabola discendente, come un gruppo che aveva già scritto le pagine più belle, come una band incapace di suonare un concerto di una durata decente senza che il suo storico singer accusi problemi vocali verso la fine dello show, gli W.A.S.P. hanno spazzato via i dubbi dei miscredenti e sono tornati sul loro trono con quella che forse è stata la loro live performance migliore dell’ultima decade. Se un paio di anni fa era piaciuta moltissimo l’idea di proporre cronologicamente tutto il capolavoro “The Crimson Idol” dal vivo, e l’idea era stata penalizzata solo dall’inadeguatezza dei locali italiani utilizzati in quelle due occasioni, questa volta le cose sono andate alla grande. L’Estragon di Bologna non è quasi mai stato valorizzato tanto, così tirato a lucido tra la buona acustica, luci dignitose e un bel megaschermo a fare da backdrop alla band. E’ stato così possibile proiettare i video storici di quasi ogni pezzo suonato (con la possibilità di vedere il diverso look della band negli anni) e gli spezzoni più recenti realizzati per questa occasione, come il videoclip della nuova eccellente titletrack “Babylon Burning” (il nuovo platter si chiama semplicemente “Babylon”).

Live report WASP, Bologna Live report WASP, Bologna

A proposito dei pezzi nuovi, erano tantissimi anni che la band non proponeva dal vivo delle nuove songs realmente all’altezza dei vecchi cavalli di battaglia. Non c’è altro modo per definire due schegge impazzite come la già citata incalzante titletrack e la straordinaria “Crazy” (che ricorda un po’ la grande “Wild Child”), un manifesto del Blackie pensiero su tutti coloro che idolatrano personaggi famosi. In formissima tutta la truppa di Capitan Blackie, con una nota speciale per la tenuta vocale del frontman e per Doug Blair, che a suon di schitarrate (è proprio il caso di dirlo… ndMax) ha ormai quasi scalzato l’ingombrante fantasma dello storico chitarrista Chris Holmes.
Per gli amanti delle curiosità sugli strumenti musicali va detto che Blair ha inventato una particolare chitarra chiamata GuitarCross, che unisce tre corde di basso insieme a cinque di chitarra.

Live report WASP, Bologna Live report WASP, Bologna

La scaletta di questo tour è stata davvero soddisfacente, con un ottimo mix di classici e i migliori tra i pezzi più recenti (anche se alcuni dischi purtroppo continuano ad essere un po’ trascurati). Il sound nitido e potente e l’ottima risposta di un pubblico gasato al punto giusto ha reso il concerto ancora più entusiasmante e ovviamente grandi emozioni sono state dispensate dalla parte del set dedicata al concept album “The Crimson Idol”, con le classicissime “Chainsaw Charlie” e “The Idol”, che hanno prima scatenato e poi commosso i presenti.

Live report WASP, Bologna Live report WASP, Bologna

La forza della musica degli W.A.S.P. sta nella sua incontrollabile visceralità (le reazioni dei fans a pezzi come “L.O.V.E Machine”, “I Wanna Be Somebody” e “Blind In Texas” non hanno bisogno di commenti…). Al di là delle indubbie capacità compositive di Lawless & co., della sua timbrica caratteristica e del tiro micidiale che la sua band ha dal vivo, è l’interpretazione piena di pathos ed enfasi che può fare la differenza tra buona musica e una vera e propria “esperienza” emotiva, qualcosa che ti entra “sottopelle” e colpisce dritto negli organi interni. Fateci posto nel vostro cuore.

Di seguito altre foto della serata:
Live report WASP, Bologna

Live report WASP, Bologna

Live report WASP, Bologna

Live report WASP, Bologna

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *