Slider by IWEBIX

Red Circuit – Homeland (2009)

Pubblicato il 28/02/2010 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Homeland
Autore: Red Circuit
Genere: Modern Prog Metal
Anno: 2009
Voto: 8

Visualizzazioni post:101

Anche se questo è soltanto il loro secondo album, non si può certo dire che i componenti dei Red Circuit siano dei novellini. Il tastierista Markus Teske si è fatto notare come ingegnere del suono per gruppi quali Symphony X, Saga e Vanden Plas, mentre il cantante Chity Somapala (il cui nome curioso dipende dal fatto che è di origine cingalese) ha militato negli Avalon e nei Firewind. Detto questo, i Red Circuit sono una creatura chimerica, che abbina la volontà di ferro teutonica al desiderio di cercare nuove soluzioni musicali tipico dell’artista senza frontiere. Se si fa eccezione per “See The Light”, infatti, tutti i brani di questo disco si caratterizzano per un solido connubio fra i modelli del prog metal classico e tutti gli esperimenti sonori possibili e immaginabili. Voci campionate, sottofondi sinfonici, accompagnamenti acustici, basi elettroniche: chiedete e vi sarà dato!
I Red Circus si agganciano alla linea portata avanti da alcune band (fra cui anche i nostri Empyrios, che però hanno intrapreso una strada meno prog e più moderna) in cui progressive è sinonimo di moderna contaminazione, mescolano vecchio (la voce di Somapala si rifà ad artisti come Andre Matos e Andi Deris) e nuovo e provano uno smodato piacere, sembrerebbe, nel costruire brani dall’esito imprevedibile. Se all’inizio si resta un po’ sorpresi e non è semplice inquadrare il genere eseguito, basta un attimo per lasciarsi trascinare dal vortice di emozione e passioni che scaturiscono dai ritmi sostenuti di “See The Light”, dall’incedere hard rock di “Absinth” o dal sontuoso arrangiamento di “Reach Out”. Quando poi ti sembra di avere sentito proprio tutto, i Red Circus tirano la stoccata finale con “You Can Sleep While You’re Dead”, ballata da pelle d’oca istantanea con un finale tutto da scoprire. Eccellente, e da non prendere sottogamba; questo non è un progetto parallelo, ma una sensazionale realtà fuori dagli schemi.

Tracklist:
1. Homeland
2. The World Forgotten Sons
3. Sun Of Utopia
4. Through The Eyes Of A Child
5. Absinth
6. Fall In The Skies
7. Healing Waters
8. Canonize Your Sins
9. See The Light
10. You Can Sleep While You’re Dead

Lineup:
Chity Somapala – voce
Chris Moser – chitarra
Thomas Schmitt – basso
Andy Klein – batteria
Markus Teske – tastiere

Sito ufficiale: www.redcircuit.de
Myspace: www.myspace.com/redcircuitband

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *