Slider by IWEBIX

Negura Bunget – Virstele Pamintului (2010)

Pubblicato il 3/05/2010 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Virstele Pamintului
Autore: Negura Bunget
Genere: Black Metal
Anno: 2010
Voto: 8

Visualizzazioni post:57

I Negura Bunget non sono certo una novità in campo black metal (sono attivi dal 1994). La novità consiste nel fatto che stanno ottenendo finalmente il rispetto meritato, cosa che la loro provenienza (Romania) e il loro partire in ritardo rispetto agli albori del genere finora avevano negato, almeno nei confronti di un pubblico più ampio. Già con il precedente “OM” la band aveva ottenuto l’attenzione della stampa specialistica, ora con questo “Virstele Pamintului” (loro quinto album, che viene dopo lo split con due dei membri fondatori) i Negura Bunget potrebbero davvero aver raggiunto la definitiva maturazione, il tutto senza perdere la loro primordialità intrinseca, e scusate se è poco. “Virstele Pamintului” (in italiano: “Le Ere Della Terra”) è un inno alla foresta, alla natura ed alla sua incorruttibile forza, che può tanto distruggere quanto creare, e verso la quale l’uomo dovrebbe solo provare venerazione, mentre invece cerca di dominarla e sottometterla. Questo è in parole povere (molto povere) il concept alla base del Negura Bunget-pensiero, ed è facile avvertirlo anche attraverso il sound, che supera la barriera della lingua romena, nella quale i Nostri si esprimono orgogliosamente, e arriva dritta e chiara all’ascoltatore. Fin dalla lunga intro “Pamint”, con il suo flauto ipnotico sopra i suoni di quelli che sembrano essere dei rudimentali sonagli attaccati forse ad un nodoso bastone di quercia, ci immergiamo nella maestosa “Dacia Hiperboreana”, il tutto una volta tanto (se permettete) senza scomodare dal loro torpore i tanto decantati vampiri, che proprio in questa terra hanno avuto la loro origine letteraria. In un album come questo il track-by-track è piuttosto inutile e ridondante, basti dire che è un disco dove l’atmosfera è la padrona assoluta di ogni solco, il sentimento di brutale pace che permea tutte le composizioni vi si appiccicherà addosso per non lasciarvi più. La produzione è lontana dai canoni di perfezione stilistica a cui le major sembrano volerci abituare a forza, ma questo è solo un altro punto a favore del disco, e ringraziamo per il fatto che ancora nel 2010 riescano ad uscire dei dischi che suonano come una vera band piuttosto che come degli strumenti di plastica preconfezionati, tanto che alla fine non riusciamo a distinguere un album da un altro. Benvenuti nelle terre eterne della Dacia, questi sono i Negura Bunget.

Tracklist:
1- Pamint
2- Dacia Hiperboreana
3- Umbra
4- Ochiul Inimii
5- Chei De Roua
6- Cara De Dinicolo De Negura
7- Jar
8- Arborele Lumii
9- Intoarcerea Amurgului

Lineup:
Corb: chitarre, voce
Spin: chitarre
Gadinet: basso
Inia Dinia: tastiere
Ageru Pamintului: voce, percussioni, xilofono, flauto
Negru: batteria, percussioni

Sito ufficiale: www.negurabunget.com
Album distribuito in Italia da Aural Music – Code666: www.code666.net

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *