Slider by IWEBIX

Ac/Dc : ecco le band di supporto

Pubblicato il 18/05/2010 da in News | 0 commenti


Visualizzazioni post:61

LE VIBRAZIONI E SOLIERI APRONO PER GLI AC/DC

Gli Ac/dc per l’unico appuntamento in Italia, promosso da Barley Arts il 19 Maggio allo Stadio Friuli di Udine, – biglietti esauriti da mesi e fan ancora esaltati dal doppio concerto al Forum di Assago nel marzo 2009 – ospitano sul palco, a partire dalle 19.15, due artisti nazionali e dal piglio rock, Le Vibrazioni e Maurizio Solieri.

Solieri, chitarrista da anni “esperto” di stadi sul palco al fianco di Vasco Rossi, ha recentemente pubblicato il suo primo album solista (Volume 1), nel quale alla voce troviamo Michele Luppi, noto al pubblico metal per avere militato nei Vision Divine. Gli altri componenti della band sono Claudio “Gallo” Golinelli (basso), Mimmo Camporeale (tastiere) e Adriano Molinari (batteria).

Le Vibrazioni, ovvero Francesco Sàrcina (voce e chitarra), Stefano Verderi (chitarra e piano), Alessandro Deidda (batteria e percussioni), Emanuele Gardossi (basso), saliranno sul palco proprio prima degli Ac/dc. Per loro, che hanno pubblicato l’album “Le Strade del Tempo” il 22 Gennaio scorso, questo concerto rappresenta una sorta di consacrazione della loro “anima rock”, quella che chi ha avuto occasione di ascoltarli dal vivo non ha mai mancato di riconoscere.

Il set sul palco dello Stadio di Udine sarà per entrambi gli artisti anche l’apertura dei rispettivi tour estivi, con appuntamenti già confermati in tutta Italia fra Giugno e Settembre.

Alle 21.30 l’attesa avrà fine quando il palco sarà infiammato dal “Rock’n’Roll Train” di Angus Young (chitarra), Malcolm Young (chitarra), Brian Johnson (voce), Cliff Williams (basso) e Phil Rudd (batteria). In quello che si preannuncia come il concerto dell’anno, gli Ac/dc travolgeranno dal punto di vista sonoro e visivo gli oltre 45 mila assiepati sugli spalti, come hanno appena fatto nello show di apertura del tour europeo, a Sofia in Bulgaria, dove ieri sera (14 Maggio) hanno suonato per la prima volta nella loro storia.

www.barleyarts.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *