Slider by IWEBIX

Anguish Force – Created 4 Self-Destruction (2009)

Pubblicato il 15/06/2010 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Created 4 Self-Destruction
Autore: Anguish Force
Genere: Heavy Metal
Anno: 2009
Voto: 7

Visualizzazioni post:62

E’ tempo di ritorni su EntrateParallele.it! Dopo aver recentemente ritrovato i thrashers milanesi Abuser con il loro “Threats Of Fate”, si fanno sentire con del nuovo materiale anche gli Anguish Force, che mi fanno pervenire non uno, bensì due lavori, entrambi pubblicati dalla label bresciana My Graveyard Productions: “RRR 1988 – 1997”, disco che raccoglie una serie di vecchi brani interamente riregistrati e di cui parleremo a parte, e questo “Created 4 Self-Destruction”, a tutti gli effetti il nuovo album della band di Bolzano. Che gli Anguish Force fossero ragazzi in gamba lo avevo già scritto in chiusura alla rece di “Invincibile Imperivm Italicvm”, così come avevo scritto che i Nostri avevano tutte le possibilità per migliorare ulteriormente la loro musica… “Created…” conferma il passo in avanti compiuto dalla band grazie a dieci pezzi privi di cadute di tono ed assestati sulla stessa – e buonissima – linea qualitativa in termini di songwriting, mentre un’altra nota positiva riguarda l’operato di Johnny Thunder, a mio parere autore di un’interpretazione decisamente più convincente e sentita rispetto a quanto offerto su “Invincibile…”. Completata da una produzione coerente con il sapore ottantiano dei pezzi, la proposta degli Anguish Force si muove grossomodo sulle stesse coordinate del citato predecessore, ossia un arrembante heavy metal dai forti tratti speed privo di qualsivoglia orpello sonoro, in cui c’è spazio anche per rimandi al power e parti vagamente thrash: in “Created 4 Self-Destruction” tutto questo viene sapientemente miscelato per un prodotto finale che non inventa nulla, ma che si lascia ascoltare molto piacevolmente senza fiaccare dopo pochi passaggi. Dopo aver cantato la grandezza della Roma imperiale, nei loro testi gli Anguish Force spostano l’attenzione dall’arcaico passato tricolore ad un apocalittico futuro mondiale, conseguenza delle azioni di colui che è stato creato per autodistruggersi: l’uomo. L’introduzione al disco avviene attraverso le roventi note della strumentale “The Final Impact”, opener che prepara a dovere il terreno per il travolgente e rabbioso speed / heavy metal messo in campo dall’ottima titletrack, pezzo irresistibile che potrebbe essere nocivo per i muscoli del collo; “Babylon” prosegue sulla via tracciata mettendo in mostra una spiccata vena melodica, mentre le atmosfere si fanno più evocative sull’epica e cadenzata “World Of Wars”. Si torna a correre con la diretta ed irruenta “Nuclear Penalty”, prima di incontrare l’imponente “Hkcainos (Cassandra’s Reign)”, pezzo che avanza nero e minaccioso anche grazie alle suggestioni generate dalle tastiere e che nel finale deflagra in tutta la sua potenza: una bella canzone, per nulla stancante nonostante superi i quindici minuti di durata. Si cambia completamente registro con l’efficace cavalcata “Cry, Gaia Cry” e la successiva “Don’t Stop Cryin’ (For The Rain)”, pezzo particolarmente gradevole grazie ai suoi connotati rock’n’roll. Gli ultimi due brani chiudono l’album così come si era aperto, ovvero all’insegna delle bordate speed / heavy di “Apocalypse Is Near” e “2035: The End Of The World”. E’ un album valido questo “Created 4 Self-Destruction”, non fondamentale ma onesto e, come detto in precedenza, molto piacevole da ascoltare: se quanto finora descritto rientra nei vostri gusti, date un ascolto alla musica degli Anguish Force, non ne resterete delusi!

Tracklist:
1. The Final Impact
2. Created For Self-Destruction
3. Babylon
4. World Of Wars
5. Nuclear Penalty
6. Hkcainos (Cassandra’s Reign)
7. Cry, Gaia Cry
8. Don’t Stop Cryin’ (For The Rain)
9. Apocalypse Is Near
10. 2035: The End Of The World

Lineup:
Johnny Thunder – voce
LGD – chitarra
Danny Hendrix – chitarra
Robousis – basso
Samoth Klerwin – batteria

Sito ufficiale: www.anguishforce.com
Pagina MySpace: www.myspace.com/anguishforce

Etichetta My Graveyard Productions – www.mygraveyardproductions.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *