Slider by IWEBIX

18/07/2010 : Metal Brigade Festival – Day 2 (Pavia)

Pubblicato il 9/09/2010 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:273

18/07/2010 : Metal Brigade Festival – Day 2 (Pavia)

DEATH MECHANISM (con Andy Panigada dei BULLDOZER)
NECROART
WHITIN YOUR PAIN
SHUT US DOWN
MECHANICAL GOD CREATION
ART OF SILENCE
HOLT
CARVED
NEVRAST

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Pronti per partecipare ad uno di quei festival che mette curiosità, domenica 18 luglio io e la mia adorata mogliettina raggiungiamo il palasport di Pavia in perfetto orario per il secondo giorno del Metal Brigade Fest.
Arrivati alla cassa chiediamo notizie degli organizzatori e ci presentiamo, l’accoglienza da parte di questi ultimi è calorosa e una volta risolti i problemi burocratici siamo liberi di entrare nell’area dedicata al festival.
Inizialmente l’unica cosa che colpisce è il gran caldo, poi guardandoci attorno ci rendiamo subito conto della scarsa affluenza di persone, quindi decidiamo di attendere davanti ad una buona birra fresca.

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Per motivi a noi sconosciuti, il festival ha inizio con cinquanta minuti di ritardo; aprire il Metal Brigade della seconda giornata tocca ai milanesi NEVRAST, gruppo votato ad un black metal velocissimo e viscerale, figlio della scena nord europea dei primi anni Novanta. Cinque brani per loro – eseguiti in maniera impeccabile – prima di lasciare spazio ai CARVED, combo ligure che vanta un tour di spalla ai Necrodeath.

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Questa band propone un death metal a tratti melodico (anche per il frequente uso delle tastiere) ma ben strutturato e dal forte impatto live. Cinque brani in scaletta anche in questo caso; poco prima della fine del set il cantante se ne esce con un discorso provocatorio, che costringerà gli organizzatori ad invitare tutte le band ad evitare frasi scorrette riguardanti politica, religione ecc. (personalmente sono del tutto d’accordo con lo staff del festival).

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Sono le ore 16,35 quando salgono sul palco gli HOLT, quartetto che punta diretto su un crossover metal giocato quasi totalmente sulla potenza; durante l’esibizione notiamo un piccolo aumento di spettatori, che restano comunque impalati, quasi mostrando la totale indifferenza verso i gruppi fino ad ora presenti.

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

A sorpresa il gruppo successivo sono gli ART OF SILENCE al posto dei mancanti SELF DISGRACE (causa problemi interni): sette brani per loro, tra cui spicca l’ottima cover di “Angel Of Death” degli Slayer, eseguita con gusto e personalità, che riesce perfino a far scuotere le teste dei pochi presenti. Buona prova e grande professionalità in sede live.

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Ore 18,10: è il momento di una delle band migliori del bill, i MECHANICAL GOD CREATION, gruppo devastante guidato dalla carismatica e potentissima voce della cantante Lucy. I tempi del set cominciano ad allungarsi e lo spazio lasciato a questa band è di ben otto brani, quasi tutti altamente pericolosi e pesanti come macigni. Al quinto brano troviamo una cover dei Testament (“D.N.R.”), eseguita in modo non eccellente ma efficace quanto basta a scatenare gli animi. Concludendo, direi che è la prova migliore fino ad ora.

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Si fanno le 19,00 e anche la piccola massa di spettatori sembra disperdersi, mentre il caldo non lascia tregua ed i giovani SHUT US DOWN aprono la loro esibizione mostrandosi subito ben equipaggiati di un buon bagaglio tecnico, ma al contempo poco convincenti nell’impatto live.

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Mentre il sole sta per tramontare si presentano sul palco i WITHIN YOUR PAIN, band vigevanese reduce da un album e progettata per distruggere in sede live. Ottima prova in cui spicca la personalità scenica del cantante.

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Quando il sole è ormai sull’orlo dell’oblio, come vampiri, giungono sul palco i veterani NECROART, anch’essi reduci da un ottimo disco in studio. La band si presenta con un batterista sostitutivo (drummer dei Pantegana, band tributo ai Pantera) che risulta all’altezza della situazione. I Necroart dal vivo risultano una macchina tritasassi, tanto che dopo un’introduzione inquietante la band parte a 200 all’ora, proponendo brani tratti dall’ultimo disco e vecchi cavalli di battaglia. Nonostante un problema di corrente blocchi per qualche minuto il loro spettacolo, il combo lombardo non delude le aspettative, dimostrandosi – a mio parere – il gruppo migliore del festival.

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Sono le 22,15, il caldo non ci abbandona e le zanzare ci stanno letteralmente divorando: è in questa situazione che aprono il set i tanto attesi DEATH MECHANISM, poche parole per loro e brani sparati al massimo nelle orecchie dei presenti, nonostante qualche problema di volume per la chitarra risolto solo a metà esibizione. Dopo alcuni brani, tra cui un’anticipazione del nuovo disco in uscita a settembre per Jolly Roger Records, quasi per incanto raggiunge il palco lo special guest della serata: Andy Panigada dei Bulldozer, che si esibisce per un paio di pezzi con il gruppo veronese richiamando a sè l’attenzione degli ormai pochissimi presenti.

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Uscito di scena il chitarrista dei Bulldozer, resta ancora il tempo per qualche brano. Tutto sommato la musica dei Death Mechanism risulta micidiale e assassina, ma quello che penalizza l’esibizione è la freddezza che il gruppo mostra nei confronti del pubblico.
Tirando le somme, si conclude cosi una giornata all’insegna della buona musica, di piccole grandi band italiane che con coraggio e buona volontà portano avanti una scena musicale importante. In cuor mio un solo grande rammarico: la mancanza di pubblico in una giornata come questa. Le cause possono essere molteplici, ma tutta quella gente che sostiene la teoria che in Italia non si dà spazio alle giovani band metal dov’era?
Personalmente mi sento di ringraziare i coraggiosi organizzatori, che si sono guadagnati il rispetto da parte delle band, dei giornalisti e spero dei pochi presenti.

Ecco di seguito altre foto della serata, tutte realizzate da Alice Tornielli:
Nevrast:

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Carved:
Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Holt:
Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Art Of Silence:
Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Mechanical God Creation:
Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Shut Us Down:
Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Within Your Pain:
Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Necroart:
Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Death Mechanism:
Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Live report Metal Brigade Festival - Pavia

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *