Slider by IWEBIX

Hell In The Club : band con membri di Elvenking e Secret Sphere

Pubblicato il 25/10/2010 da in News | 0 commenti


Visualizzazioni post:41

HELL IN THE CLUB!!
IN USCITA IL 3 DICEMBRE 2010!!

Getrocked presenta il nuovo incrocio delle mille lingue dell’Hard rock, un club selvaggio in cui infilare chitarre policrome e lucenti, rimanendo a ballare coi diavoli e a dormire con gli angeli, ecco a voi i grandissimi “HELL IN THE CLUB”!

Efficace e ispirata sia nei brani più rabbiosi sia nei lenti che bruciano il cuore, la band si prepara a
mettere a ferro e fuoco l’Europa sviluppando un’originale miscela di stili che è figlia di una nobile tradizione a stelle e strisce di grande successo.
Preparatevi al nuovo album degli Hell in the Club: “LET THE GAMES BEGIN”!

1)NEVER TURN MY BACK
2)ROCK DOWN THIS PLACE
3)ON THE ROAD
4)NATURAL BORN ROCKERS
5)SINCE YOU’RE NOT HERE
6)ANOTHER SATURDAY NIGHT
7)RAISE YOUR DRINKIN’ GLASS
8)FORBIDDEN FRUIT
9)NO APPRECIATION
10)STAR
11)DAYDREAM BOULEVARD
12)DON’T THROW IN THE TOWEL

Con un suono che inietta in una formula hard rock massicce dosi di rock’n’roll e blues sghembi, laccando il tutto
con i colori acidi del glam gli HELL IN THE CLUB profumano di next big thing senza rinunciare però a quel
senso di classico a cui tutte le grandi band si abbeverano. Riescono cioè a fondere assieme lo stile degli
AEROSMITH, con l’irriverente carica dei VAN HALEN, il rock chiassoso e stradaiolo di SKID ROW, GUNS N’
ROSES e MOTLEY CRÜE alle svenevolezze spacca-classifica di EXTREME e MR BIG, il tutto strizzando l’occhio
alla nuova scena di gruppi come HARDCORE SUPERSTAR e BACKYARD BABIES.
Il loro è un sound ricco di suggestioni, difficilmente catalogabile perché vario, poco ortodosso, meticcio e attento
a esplorare le mille possibilità fornite dall’hard rock.
Se in tempi più o meno recenti gruppi come JET, LIVING THINGS, THE DARKNESS hanno declinato una nuova
lettura dello spazio grigio che corre fra rock e hard, gli HELL IN THE CLUB raccolgono in un unico canestro
l’eredità del passato, la centrifugano e la risputano fuori in un pulp musicale che metabolizza la lezione e crea
davvero qualcosa di nuovo ed eccitante.
Non si tratta solo di saper costruire delle linee melodiche che viaggiano su incastri perfetti – provate ad ascoltarvi
una hit anfetaminica come “On the Road” e la dolcezza lancinante di “Star” – ma di reale fantasia compositiva,
capace di viaggiare sul doppio binario della citazione di classe e l’invenzione pura.
Giusto per essere chiari piazzatevi in cuffia e sentite come fila “Another Saturday Night” di Cat Stevens,
trasfigurata in un sabba onirico e impazzito o il rock’n’roll moderno di “Rock down this place” che travolge con il suo ritornello e si stampa in testa al primo ascolto.
E non dev’essere un caso se, come nella miglior tradizione del rock, parliamo in effetti di un SUPERGRUPPO, frutto della fusione a freddo della voce degli ELVENKING (Damna-Dave) con i 2/5 dei SECRET SPHERE (Andy, Fede) – sezione ritmica – e l’aggiunta del talentuoso Picco alle chitarre.
Capelli lunghi, pantaloni di satin, stivali, smalti e Ray Ban che arrivano dritti dagli anni ’80, il gruppo dà fondo a
tutta la simbologia dell’hard rock, portando quei colori come una tribù di Lakota Sioux farebbe con le proprie
pitture di guerra.

www.getrocked.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *