Slider by IWEBIX

Circus Maximus – Isolate (2007)

Pubblicato il 1/01/2011 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Isolate
Autore: Circus Maximus
Genere: Progressive Metal
Anno: 2007
Voto: 8.5

Visualizzazioni post:82

I casi sono due: o il progressive sta per affermarsi come genere indiscusso a livello planetario, oppure questa pioggia battente di dischi prog soffre in un certo qual modo di un bias non meglio identificato e che vede il sottoscritto in qusto epicentro di progressiva furia balistica. Qualunque di queste ragioni, ci vuol ben altro per farmi soccombere e capitolare, soprattutto se lo si cerca di fare con dischi ben fatti come il presente Isolate dei norvegesi Circus Maximus, portabandiera della nuova onda norvegese di metal melodico. Qualsiasi cosa sia questo termine coniato dall’ etichetta, siamo ben felici di stringere questa piccola gemma fra le dita mentre la inseriamo nel fidato lettore cd/mp3/aac/wma/atrac e attendiamo che “A Darkened Mind” ci spieghi che lingua parlano i nordici. Si dispiega dinanzi a noi un pezzo dall’inizio hard rock che ha il sapore degli Ark, che si infuria nel suo svolgimento e si fa più elaborato man mano che procede, fino all’apoteosi di intreccio tra tastiera, chitarre e batteria che pagano tributo a quanto proposto dai Dream Theater dei tempi d’oro. Sono impressionato da come Michael riesca a inserirsi con naturalezza all’interno del tessuto musicale, come un Chris Bay ma senza il limitatore di acuti infilato in gola. “Abyss”, una traccia molto tranquilla che insiste sulle sonorità progressive giocando molto sul trascinante refrain e sui morbidi toni di chitarra (una specie di “Powerballad”) fa subito seguito, rivelando come i magheggi dei circensi se la possano viaggiare anche su ritmi più power. Un sapiente mix di Hammerfall e Europe ci attende con “Wither”, mentre come potete notare le droghe finiscono di dilaniarmi dall’interno. “Sane no More” ci riporta dalla bolla sognante dove ci eravamo infilati al complicato mondo della progressività, cruda, diretta e strumentale, godibile e spensierata anche nella sua trama non del tutto lineare nonostante l’assenza di tempi caratterizzati da frazioni non computabili da mente umana (come per esempio in “Dance of Eternity” dei già citati americani). “Arrival of Love” si ripropone su binari già tracciati, mentre “Zero”si posiziona in scia di melodie suadenti di Allenlandiana memoria, culminando in una “epic ballad” che fa da preludio all’enciclopedica “Mouth of Madness”, che rappresenta, alla prova dei fatti e immagino nelle menti dei cinque, tutto il poutpourri che sono riusciti a far coesistere insieme, in modo molto organico e ben strutturato, in questo loro secondo lavoro. E finisce con un carillon circense! La pacata “From Childhood’s Hour” rinfranca gli spiriti prima della conclusiva “Ultimate Sacrifice”, prova esemplare di come i Circus Maximus non siano per nulla andati in calando lungo tutta l’intera realizzazione: l’incedere marziale e “fatalista” del pezzo, inframezzato da “cavalcate rock” in tutto e per tutto ci fa rimpiangere la sopraggiunta fine del dischetto.

Senza voler commentare il pregevole periodo che il prog sta vivendo e che naturalmente potete trovare tutto documentato qui su entrateparallele (ovviamente lo potete trovare anche da altre parti, ma scritto in maniera più noiosa e con voti più gonfiati), aggiungo senza dubbio alla mensola dei trofei questo “Isolate”, punto d’incrocio di varie sonorità e testimonianza vivente di come il prog possa essere sporcato e adattato senza perdere di incisività, vi consiglio di comparvelo una volta consumati “Paradise Lost” e “The Black Circus”.

Tracklist:
01. A Darkened Mind
02. Abyss
03. Wither
04. Sane No More
05. Arrival of Love
06. Zero
07. Mouth of Madness
08. From Childhood’s Hour
09. Ultimate Sacrifice

Line up:
Michael Erikson – voce
Mats Haugen – chitarra
Glen Møllen – basso
Espen Storø – tastiere
Truls Haugen – batteria

Indirizzo del sito ufficiale, attualmente in rimodellamento:
http://www.circusmaximussite.com/

Qualche canzone che potete ascoltare sul sito:

Wither http://www.circusmaximussite.com/media/wither.mp3

Abyss http://www.frontiers.it/portals/0/multimedia/circusmaximus_02sample.mp3

Arrival of Love http://www.frontiers.it/portals/0/multimedia/circusmaximus_05sample.mp3

Album distribuito in Italia da Frontiers – www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *