Slider by IWEBIX

Dark Quarterer – War Tears (2007)

Pubblicato il 1/01/2011 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: War Tears
Autore: Dark Quarterer
Genere: Epic/Progressive Metal
Anno: 2007
Voto: 7.5

Visualizzazioni post:67

Mi fa sempre un certo effetto recensire i grandi album italiani del passato. Provo una strana sensazione, come un bambino che incontra il suo eroe: bloccato dall’emozione, impossibilitato a spiccicare una parola.. ecco, mi sento proprio così nel dover parlare di “War Tears”, terza fatica discografica, demo escluso, dei geniali e mai troppo lodati Dark Quarterer ristampata dall’instancabile My Graveyard Prod. ed uscita originariamente per l’etichetta tedesca Inline Music (quella che pubblicò i primi lavori degli Accept) nel 1995. Furono necessari sei anni per dare un seguito allo splendido “The Etruscan Prophecy”, tempo utilizzato dalla band per cercare un nuovo chitarrista ed una nuova stabilità dato che Fulberto Serena abbandonò il gruppo dopo l’uscita del secondo album. Due anni di ricerche portarono all’innesto in lineup di Sandro Tersetti permettendo ai Dark Quarterer di riprendere il cammino interrotto: nello stesso anno la band partecipa al Festival degli Sconosciuti di Ariccia vincendo la propria categoria con la splendida “Out of line” e finendo addirittura a suonare in diretta su Raidue. Tutto questo vale l’interessamento dell’etichetta citata sopra, che co-produrrà con la band “War Tears” facendolo uscire su CD. Che dire di questo disco? Una parola sola, la stessa usata per il suo illustre predecessore: splendido! L’intro “In The Beginning” accende la miccia che si consuma in fretta per deflagrare nella massiccia, maestosa ed epica titletrack, pezzo enorme contenente il DNA dei Dark Quarterer e completamente assoggettato alla voce spettacolare di Gianni. In “Nightmare” le oscure atmosphere sabbathiane che il brano genera richiamano alla mente i primi lavori della band, mentre una decisa sterzata verso potenza e impatto arriva da “Out Of Line”, gioiello sotto forma di canzone in cui si intrecciano epic, heavy e prog per un risultato che lascia senza fiato! “Lady Scolopendra” non cambia di molto le carte in tavola, anche se in questo pezzo la componente dark del sound dei nostri si fa più marcata. Proseguiamo con l’oscura “Darkness”, epica e magnetica, e la potente “Last Paradise”, pezzo dai forti richiami prog e di sicura presa sull’ascoltatore. La conclusiva “A Prayer For Mother Teresa Of Calcutta” altro non è che l’ennesimo brano di valore assoluto composto dal trio di Piombino: una canzone struggente e lacerante, emotivamente distruttiva! Se nella vostra collezione manca “War Tears” l’unica cosa da fare è provvedere ad acquistarlo: questo è un disco da avere ad ogni costo, come tutti quelli firmati Dark Quarterer!

Tracklist:
1. In the beginning
2. War tears
3. Nightmare
4. Out of line
5. Lady Scolopendra
6. Darkness
7. Last paradise
8. A prayer for Mother Teresa of Calcutta

Video tracks:
1. Black hole (80’ Italian Metal Legion Attack 2004)
2. Red hot gloves (Session 1984)

Lineup:
Gianni Nepi – voce e basso
Sandro Tersetti – chitarra
Paolo Ninci – batteria

Sito ufficiale: www.darkquarterer.com
Sito etichetta: www.mygraveyardproductions.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *