Slider by IWEBIX

Wuthering Heights – The Shadow Cabinet (2006)

Pubblicato il 2/01/2011 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: The Shadow Cabinet
Autore: Wuthering Heights
Genere: Symphonic Metal
Anno: 2006
Voto: 8

Visualizzazioni post:47

Questo è davvero un gran bell’album. Eh sì, sarà forse brutto e molto soggettivo esordire così, ma è una grande verità. Questo “The Shadow Cabinet” dei danesi Wuthering Heights è il quarto album in studio, dopo un paio di vecchi demo con i monicker Minas Tirith e Vergelmir e i tre precedenti “Within” (1999), “To Travel For Evermore” (2002) e “Far From The Madding Crowd” (2004). “The Shadow Cabinet” mostra una band assolutamente matura e consapevole dei propri (grandi) mezzi. Una tecnica straordinaria di tutti i musicisti ed una facilità assoluta nel passare nell’arco di pochi secondi da un furioso power metal ad un prog metal mai noioso, da cori epici alla Hammerfall fino a parti folk tutte accomunate da una melodia che acquista corpo ascolto dopo ascolto. Una perizia strumentale davvero egregia, arricchita dalla voce magistrale di Patrik Johansson (già degli Astral Doors) che con il suo incedere forte e maestoso prende per mano le canzoni e le rende cariche e grintose. Si prenda per esempio “Sleep”, che parte con richiami a Manowar e Blind Guardian e si trasforma all’improvviso in una canzone alla Freedom Call eseguita con la velocità dei Dragonforce..
Tanto per confonderci le idee, la successiva “I Shall Not Yield” parte con una matrice prog e prosegue poi su indemoniate chitarre di stampo power metal, mentre la lunga “Carpe Noctem – Seize The Night” parte con un intro alla Blind Guardian, poi dopo qualche sfuriata di power metal il pezzo si fa più introspettivo e più progressive fino a fondere in un unico e prezioso lingotto musicale le influenze dei già citati Blind Guardian e dei Virgin Steele a parti più helloweeniane o più sinfoniche. Ma è fin dall’opener “Demon Desire” che i Wuthering Heights si dimostrano superiori alla maggior parte dei loro “colleghi sinfonici” allungando il passo nel trittico centrale rappresentato dalla suite “Apathy Divine”, parte I (“Faith”) e parte II (“Snow”) intramezzate da “Envy” dove anche le radici folk della band sono ben presenti e si amalgamano ottimamente al lavoro. Non fosse per una bonus track decisamente sotto tono l’album sarebbe promosso con voti eccellenti, ma di certo rimane una delle grandi sorprese di questo 2006.

Tracklist:
1. Demon Desire
2. Beautifool
3. The Raven
4. Faith: Apathy Divine, Part 1
5. Envy
6. Snow: Apathy Divine, Part 2
7. Sleep
8. I Shall Not Yield
9. Reason…?
10. Carpe Noctem: Seize the Night
11. Midnight Song (bonus track)

LIneup:
Patrik Johansson – vocals
Erik Ravn – guitars
Martin Arendal – guitars
Teddy “Dr.Müller” Möller – bass
Morten Gade Sørensen – drums
Andreas Lindahl – keyboards

Sito ufficiale: www.wuthering-heights.dk
Album distribuito in Italia da Audioglobe – www.audioglobe.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *