Slider by IWEBIX

Manilla Road – Voyager (2008)

Pubblicato il 6/01/2011 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Voyager
Autore: Manilla Road
Genere: Epic Metal
Anno: 2008
Voto: 8,5

Visualizzazioni post:76

E’ inevitabile, quando si parla di epic metal, pensare ai Manilla Road: questo perché il gruppo di Mark Shelton fa parte di quella ristretta cerchia di band che hanno tracciato le coordinate dell’epic metal, diventando nel tempo un punto di riferimento per il genere ed una forte influenza per miriadi di gruppi che hanno percorso o stanno percorrendo la via musicale aperta dai Nostri. E’ altrettanto inevitabile aspettarsi da una band di tale spessore e con tre decenni di carriera sulle spalle un album di grande valore: può il buon Mark deludere le speranze della moltitudine di fans dei Manilla sparpagliati sul globo terracqueo?? Certo che no! A distanza di tre anni dalla precedente release giunge alfine sugli scaffali il quindicesimo e attesissimo album dei maestri dell’epic metal di Wichita (Kansas) che, sotto l’egida dell’etichetta nostrana My Graveyard Productions, ci regalano “Voyager”, ottimo concept-album narrante le gesta di un gruppo di vichinghi guidati da Holgar che, a bordo della propria imbarcazione il cui nome dà il titolo al disco, abbandonano la terra natia per non subire una forzata conversione religiosa e attraversano l’oceano alla ricerca di una terra libera dove poter riprendere la loro normale vita, finchè non approdano sulle rive del Messico e… A voi scoprire come prosegue la storia! Parlando dei contenuti sonori, mi trovo ad ascoltare brani maledettamente epici, che riescono ad evocare una quantità di atmosfere e suggestioni grazie a frequenti momenti acustici e a lunghi ed affascinanti passaggi musicali. Completa il quadro una produzione essenziale che, soprattutto nei suoni di chitarra, dona ai pezzi quell’oscurità e quel sapore eighties che riporta alla mente le release più datate proprio dei Manilla Road. Una lunga e cupa intro a titolo “Tomb of the serpent king” fa da preludio alla potente “Butchers of the sea”, pezzo aggressivo da cui spiccano vocals variegate ed un massiccio lavoro della chitarra. La tagliente “Frost and fire” ricorda le primissime produzioni dei Manilla Road, mentre si cambia totalmente registro con l’acustica ed epica “Tree of life”, ballata dalle atmosfere avvolgenti capace di farmi vivere inquietanti stati d’animo. Aperto da un azzeccato pezzo per organo arriva uno dei brani migliori del lotto: l’articolata e magnetica “Blood eagle”, pezzo enorme che mi ha tenuto letteralmente inchiodato alla poltrona e su cui imperversa la sei corde di Mark, abile a tessere riffs ed assoli a dir poco affascinanti! Ottima è anche la successiva e più classica “Voyager”, nove epici minuti di Manilla Road prima maniera, e arriva al momento giusto “Eye of the storm”, altro brano acustico che allenta un poco la tensione prima dell’assalto finale condotto dall’accoppiata “Return of the serpent king” – “Conquest” e dalla conclusiva “Totentanz (The dance of death)”, pezzo che alterna passaggi acustici a momenti più heavy, generando una serie di emozioni e sensazioni da togliere il fiato! Non è un disco di immediata assimilazione, questo “Voyager”: vuoi per la produzione, vuoi per la lunghezza dei pezzi o per la grande quantità di elementi diversi presenti nelle composizioni, o per tutte queste cose contemporaneamente. Certo è che il disco va ascoltato per bene più e più volte per poterlo apprezzare, ma è altrettanto certo che alla fine vi regalerà le stesse enormi soddisfazioni che ha donato a me! Album enorme da avere assolutamente e che si candida ad essere una delle migliori uscite di questo 2008!

Tracklist:
1. Tomb of the serpent king / Butchers of the sea
2. Frost and fire
3. Tree of life
4. Blood eagle
5. Voyager
6. Eye of the storm
7. Return of the serpent king
8. Conquest
9. Totentanz (The dance of death)

Lineup:
Mark “Shark” Shelton – voce e chitarra
Harvey ”Crow” Patrick – basso
Cory “Hardcore” Christner – batteria

Sito ufficiale: www.manillaroad.net
Pagina MySpace: www.myspace.com/manillaroadofficial
Sito etichetta: www.mygraveyardproductions.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *