Slider by IWEBIX

29/01/2011 : Combichrist + Mortiis (Rimini)

Pubblicato il 1/02/2011 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:108

29/01/2011 : Combichrist + Mortiis (Velvet, Rimini)

Live report Combichrist + Mortiis - Rimini

Dopo essere passato in vari stati europei, il Monsters On Tour approda anche in Italia per tre serate, tra cui questa al Velvet di Rimini.
Le band chiamate in causa sono i Combichrist, che promuovono appunto il disco “Making Monsters”, e Mortiis, anche lui con un nuovo cd, “Perfectly Defect”, uscito lo scorso ottobre.

Live report Combichrist + Mortiis - Rimini

Sono proprio MORTIIS e la sua band ad aprire la serata e a scaldare il pubblico, peraltro riuscendoci in pieno.
Al mio arrivo il gruppo ha già iniziato a suonare da qualche minuto e in sala c’è un nutrito gruppo di persone che assiste allo spettacolo; Mortiis, abbandonata la mascherina da troll, sfoggia un trucco molto pesante ed un abbigliamento minimale ma molto curato nei dettagli, su cui spicca la canotta di Charles Manson.
In ogni caso è bene precisare che un’immagine così elaborata è solo una parte della proposta di Mortiis, che non perde di vista l’importanza dell’elemento principale, cioè la musica.
L’esibizione è incentrata su brani tratti dagli ultimi dischi, eseguiti alla perfezione e “corredati” da un frontman che incita il pubblico e lo rende partecipe dello spettacolo.

Live report Combichrist + Mortiis - Rimini

La risposta dall’altra parte non tarda ad arrivare e i presenti si muovo e fanno headbanging al ritmo di “Broken Skin”, una delle canzoni che più si adattano ad essere “ballate”. L’atmosfera va scaldandosi sempre di più e lo stesso Mortiis se ne accorge, tanto che scende dal palco e si butta tra le prime file del pubblico, che lo accoglie con abbracci e pacche sulle spalle. Il momento clou arriva con “Decadent & Desperate”, uno dei suoi pezzi più famosi e conosciuto praticamente da tutta la platea. Dopo circa 40 minuti e qualche ringraziamento, il gruppo scende dal palco lasciando tutti soddisfatti. Coloro che già seguivano Mortiis non possono che rimanere nuovamente conquistati e allo stesso modo anche quelli che non conoscevano i norvegesi sono di certo stati colpiti dalla loro performance.

Live report Combichrist + Mortiis - Rimini

Setlist Mortiis:
-The Ugly Truth
-Way Too Wicked
-Gibber
-Doppleganger
-Closer To The End
-Perfectly Defect
-Broken Skin
-Decadent & Desperate
-Scalding The Burnt
-Demons Are Back

Live report Combichrist + Mortiis - Rimini

Dopo un cambio palco non eccessivamente lungo è il turno dei COMBICHRIST, attrazione per eccellenza della serata. I quattro mettono subito in chiaro di voler fare sul serio grazie ad una presenza scenica spettacolare: le luci sono giocate in modo da far risaltare le silhouette dei musicisti, tra le quali si staglia quella di Trevor Friedrich, uno dei due batteristi, che suona stando in piedi su uno sgabello.
Andy LaPlegua, a sua volta, si dimostra un vero animale da palco, adempiendo in tutto e per tutto ai suoi “doveri” di frontman: sfoggia espressioni tra il grottesco e il luciferino, passa continuamente da un lato all’altro del palco e soprattutto interagisce con il pubblico. La gente viene incitata a battere le mani, saltare, ballare, finire i versi delle canzoni.
Mentre il palco viene invaso da fumo scenico (già accennato durante il concerto di Mortiis), la band snocciola uno dopo l’altro una serie di pezzi irresistibili, cominciando dalla potentissima “Just Like Me” e proseguendo con molte altre canzoni dell’ultimo cd, come “Follow The Trail Of Blood”, “Fuckmachine”, “Slave To Machine”, “Never Surrender” e “They”. La performance è tutta basata sulla potenza, vero punto forte di questo genere musicale che dal vivo trova la sua massima espressione e valorizzazione. Il pubblico a questo punto è ormai completamente rapito dall’esibizione e il locale è pieno di gente che balla sia in platea che sugli spalti.

Live report Combichrist + Mortiis - Rimini

Da notare inoltre la varietà di persone accorse a questo evento: la maggior parte è costituita da cyber goth muniti di mascherine antigas e glowstick per ballare, ma non mancano anche gotici più orientati verso lo stile classico e nemmeno qualche sparuto metallaro, sicuramente attirato dai Mortiis.
Oltre a proporre i brani dell’ultimo lavoro, i Combichrist si esibiscono in quelli più gettonati del loro repertorio, come “Get Your Body Beat”, “Blut Royale” e “What The Fuck Is Wrong With You People?”, con la quale chiudono il concerto mentre viene smontato l’allestimento (tra cui figura un peluche rosa di unicorno).
La loro esibizione dura circa un’ora e un quarto ed è seguita da una serata a tema in tutte le sale del Velvet.
I presenti hanno sicuramente assistito ad un concerto soddisfacente sotto tutti i punti di vista, che ha visto protagoniste due grandi band e che tutti ricorderanno per molto tempo.

Live report Combichrist + Mortiis - Rimini

Setlist Combichrist:
-Reclamation
-Just Like Me
-Follow The Trail Of Blood
-Today I Woke To The Rain Of Blood
-Electrohead
-Throat Full Of Glass
-Get Your Body Beat
-Deathbed
-Slave To Machine
-Fuckmachine
-Blut Royale
-They
-Never Surrender
-Scarred
-Fuck That Shit
(pausa)
-This Shit Will Fuck You Up
-What The Fuck Is Wrong With You People?

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *