Slider by IWEBIX

Benedictum – Dominion (2011)

Pubblicato il 21/02/2011 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Dominion
Autore: Benedictum
Genere: Heavy Metal
Anno: 2011
Voto: 7

Visualizzazioni post:86

Arrivati al loro terzo album, gli americani Benedictum mantengono alta la bandiera dell’heavy metal. Capitanati dalle sinuose curve di Veronica Freeman, si confermano nuovamente e prepotentemente come musicisti di tutto rispetto nel loro genere. Dopo due ottimi dischi di rodaggio, con questa terza fatica la band impone la propria realtà tra gli equilibri del metal classico, e lo fa senza troppi giri di parole, senza tante giustificazioni o trucchetti commerciali, perché i Benedictum suonano eccome! È doveroso presentare i cambi di lineup che hanno fortemente influenzato il lavoro, quindi Chris Shrum al basso, Mike Pannone alla batteria e Tony Diaz alle tastiere, tre ottimi acquisti che si affiancano alla già citata Veronica e al suo fedele chitarrista Peter Wells.
“Dominion” non si presenta come un disco epico e indimenticabile, piuttosto come il degno successore dei due precedenti “Seasons Of Tragedy” e “Uncreation”, rispetto ai quali si dimostra decisamente più maturo sia per quanto riguarda la produzione, finalmente all’altezza della situazione, che nel songwriting, molto più curato, raffinato ed impregnato di quella cattiveria che serve a chi suona heavy metal. Già, perché il disco è proprio così. Chiaramente la band non ha rivoluzionato un genere “classico” o mostrato cenni di spiccata creatività, ma si son dati da fare per presentare un prodotto tutt’altro che monotono o scontato, puntando sui grandi riffoni di Wells e sulla voce graffiante della singer. I richiami alle grandi band del passato sono inevitabili, ma brani come “Prodigal Son”, “The Seer” e la titletrack sono vere cannonate che faranno godere gli appassionati del metallo. Ma c’è anche di più: tanti ritornelli melodici e ariosi in mezzo a parti pesanti e aggressive, o richiami più moderni, quasi rock, come la scoppiettante “Bang” (che tuttavia potrebbe non piacere a chi non è pronto alle influenze più moderne). “Dominion” è dunque un disco superiore ai precedenti, molto più versatile e incisivo, come dimostrano anche le prestazioni tecniche e “sentite” dei membri della band, e tutto questo si riassume nel brano finale, “Epsilon”, la degna conclusione di un disco privo di pecche, sviolinate o sbavature. Ben riuscite anche le due bonus track, tra cui una cover dei Rush rivisitata in stile Benedictum, davvero gustosa.

Tracklist:
1. Dominion
2. At The Gates
3. Seer
4. Grind It
5. Prodigal son
6. The Shadowlands
7. Beautiful Pain
8. Dark Heart
9. Bang
10. Loud Silence
11. Epsilon
12. Sanctuary (bonus track)
13. Overture / The Temples Of Syrink (bonus track)

Lineup:
Veronica Freeman – vocals
Pete Wells – guitar
Chris Shrum – bass
Tony Diaz – keyboards
Mikey Pannone – drums

Sito ufficiale: www.benedictum.net
Myspace: www.myspace.com/benedictum
Etichetta Frontiers Records – www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *