Slider by IWEBIX

27/01/2011 : Accept + Steelwing (Milano)

Pubblicato il 7/03/2011 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:136

27/01/2011 : Accept + Steelwing (Magazzini Generali, Milano)

Live report Accept + Steelwing, Milano

E’ un pubblico abbastanza numeroso quello che si è radunato ai Magazzini Generali di Milano per accogliere con un caloroso “bentornati” gli storici alfieri del power metal tedesco più diretto, gli Accept. Mi fa piacere constatare che dalle mie ultime esperienze in questo locale ci sia stato un passo in avanti sia nell’acustica che nella disposizione del palco, stasera privo di quella pedana insensata che in altre occasioni si frapponeva tra palco e audience, utile solo per le ore notturne in cui il locale si trasforma in discoteca.

Live report Accept + Steelwing, Milano

A fare da apripista sono stati chiamati i giovani svedesi STEELWING, che avevo già avuto occasione di vedere dal vivo durante la scorsa edizione dello Sweden Rock festival. Trattasi della classica formazione di ragazzi cresciuti a pane, Maiden e Priest, che però non pare riuscire ad andare oltre alle proprie palesi pesantissime influenze per sfornare un sound anche solo mimamente originale. E’ un peccato, perchè al singer Riley la voce non manca, anche se la sua timbrica non è per nulla originale e il look alla Bruce Dickinson dei primi anni ’80 certamente non giova alla band che in certi frangenti sembra più una caricatura o una parodia dei classici gruppi già citati. Per andare oltre il ruolo di tribute band del true metal questi giovanissimi svedesi dovrebbero apportare qualche modifica al loro sound oppure puntare tutto su un songwriting di primissimo livello, cosa che permetterebbe loro di raggiungere il successo pur essendo totalmente derivativi, insomma seguire la scia di un gruppo come gli Airbourne che si è costruito una piccola carriera suonando come gli AC/DC. Alcuni pezzi non sono male e potrebbero essere un viatico interessante per la band, come “The Illusion”, “Sentinel Hill” e la conclusiva “Roadkill (…Or Be Killed)” tutti estratti dall’unico disco della band “Lord Of The Wasteland”. Lasciamoli maturare…

Live report Accept + Steelwing, Milano

Chi non ha di certo bisogno di maturare perchè è già al top del suo genere, sono i grandissimi ACCEPT, tornati in tour dalle nostre parti per promuovere a dovere il nuovo straordinario disco in studio “Blood Of The Nations”, quella della reunion della band e il primo con il nuovo vocalist, l’ex TT Quick Mark Tornillo. Va detto subito che il nuovo singer, sia in studio che dal vivo, si è rivelato eccellente da ogni punto di vista, con la sola differenza di essere un po’ meno “ingombrante” di Udo a livello di stage presence, defilandosi ad ogni assolo per lasciare le luci dei riflettori tutte sul mirabolante playing di Wolf Hoffman, leader della band nonchè principale songwriter e artefice del suo sound. Davvero splendida la scaletta che ha visto un gruppo rodatissimo e straordinariamente coeso alternare alcuni dei nuovi pezzi migliori con una valanga di classici e un paio di inclusioni a sorpresa per dare soddisfazione ad ogni tipo di fan e coprire quasi ogni periodo della sterminata discografia della formazione. L’entusiasmo dei presenti è stato davvero massimo sin dai riffs di apertura di “Teutonic Terror”, raro esempio di pezzo nuovo che è già un classico degno di non sfigurare nel paragone con le clamorose “Starlight”, “Restless And Wild” e compagnia bella. Tra i brani storici bellissime le melodie di “Love Child” e “Neon Nights”, con Mark Tornillo sempre sugli scudi.

Live report Accept + Steelwing, Milano

Il frontman americano è una sorta di mix di Bon Scott e Udo ma con un quid tutto suo presente specialmente sulle parti più pulite come è facile intuire dall’hard rock meno veloce del solito della nuova “New World Comin'”. Solidissima la sezione ritmica del quintetto con l’indemoniato bassista Peter Baltes e il drummer Stefan Schwarzmann a non perdere mai un colpo nonostante la grande intensità di uno show che ha sfiorato le due ore di durata. Di Hermann Frank, relegato al ruolo di mero chitarrista ritmico di lusso, ricordo nitidamente solo un assolo sulla divertente “Losers And Winners” e questo dà l’idea di come Wolf si prenda quasi tutte le responsabilità e i riconoscimenti grazie ad una fase solista piuttosto precisa e decisamente fluida, totalmente all’altezza della sua grande fama. Tra i pezzi più apprezzati della serata la vecchia “Aiming High”, una di quelle canzoni veloci e trascinanti adorate da tutti i fans più “old school”, da sfracelli in concerto. Curioso l’inserimento nella setlist di “Bulletproof” dal solido “Objection Overruled”, uno dei tanti pezzi ispirati dagli AC/DC nella discografia della band teutonica.

Nei bis, dopo lo speed della sempre osannata “Fast As A Shark” e la recentissima “Pandemic” spetta a “Balls To The Wall” l’onore di sigillare un ritorno alla grandissima. E per citare il superclassico finale, sia gli Accept che i loro fedelissimi fans hanno tutti i motivi di alzare al cielo due dita, il simbolo della vittoria: “V”.

Di seguito le altre foto della serata, tutte ad opera del nostro Massimo “Max Moon” Guidotti.
Steelwing:

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Accept:

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Live report Accept + Steelwing, Milano

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *