Slider by IWEBIX

Whitesnake – Forevermore (2011)

Pubblicato il 27/03/2011 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Forevermore
Autore: Whitesnake
Genere: Hard Rock
Anno: 2011
Voto: 8,5

Visualizzazioni post:59

“Un disco per i nostalgici, per i fan dei Whitesnake e del genere, per i curiosi; un disco, a dirla proprio tutta, per chi spera che dopo il tramonto ci sia una di quelle notti che solo David Coverdale sa raccontare”. Questa frase concludeva la recensione che io stesso scrissi qualche anno fa per il disco “Good To Be Bad” degli intramontabili Whitesnake. Ecco, il nuovo capitolo “Forevermore” si rispecchia perfettamente in queste parole e la recensione potrebbe quasi finire qui. Però è giusto dirvi qualcosa in più, perché scrivere che è molto simile al precedente, ma molto più bello, non è abbastanza, vero?
Pare insomma che Coverdale e soci abbiamo davvero spremuto per bene le proprie menti, perché, dopo oltre trent’anni di carriera, ancora sfornano dischi grandiosi. Aggressivo come non mai, graffiante e, quasi a contraddirsi, raffinato, il nuovo capitolo della discografia si presenta con una produzione degna di nota, con potenti chitarroni che faranno soffrire le vostre casse e un’ottima amalgama tra tutti gli altri strumenti. Lo so che volete sapere quali siano le condizioni della voce di Coverdale, quindi non sto a farla lunga. Non so dire quanto sia stata ritoccata, anzi, meglio che non lo venga a sapere, ma quello che posso assicurare è che la sua performance è drasticamente eccezionale. Calda, intensa e ricca di armoniche, in ogni brano David mostra senza tanti virtuosismi un’interpretazione da brivido. L’estensione risente comunque degli anni (e delle sigarette) e le vette raggiunte non sono più quelle degli anni ’80, ma la sensualità e il sentimento sono sempre, dannatamente gli stessi, quelli che ci hanno incantato disco dopo disco. Ora, con una voce che ha il sapore di meraviglia, grandi chitarre che trainano ogni brano verso il paradiso dell’hard rock (se poi ne esiste davvero uno), grandi cori quasi stessimo ascoltando AOR e un songwriting molto, ma molto, ma proprio tanto ispirato, cosa facciamo? Andiamo a cercare l’ago del pagliaio? Io non ne ho voglia. Preferisco godermi i ritornelli di “Whipping Boy Blues”, la potenza “My Evil Ways”, il sentimento delle ballad (meravigliose) “One Of These Days” e “Fare Thee Well”, e la maestosità della titletrack. Quest’ultima, piazzata proprio in chiusura album, ricorda non poco un grande successo dei Led Zeppelin, ma, vuoi per la performance di tutta la band e per l’intenso crescendo, racchiude una magia tutta sua che incanterà all’istante.
Un’altra grande uscita per Frontiers, che distribuisce l’ennesimo ottimo disco.
Ok, ora non perdete altro tempo a leggere quello che scrivo e andate subito a comprare “Forevermore”, di questi tempi sono rari i dischi hard rock con tanta qualità.

Tracklist:
1. Steal Your Heart Away
2. All Out Of Luck
3. Love Will Set You Free
4. Easier Said Than Done
5. Tell Me How
6. I Need You (Shine A Light)
7. One Of These Days
8. Love And Treat Me Right
9. Dogs In The Street
10. Fare Thee Well
11. Whipping Boy Blues
12. My Evil Ways
13. Forevermore

Lineup:
David Coverdale – lead & backing vocals
Doug Aldrich – lead & rhythm guitar
Reb Beach – lead & rhythm guitar, backing vocals
Michael Devin – bass & backing vocals
Brian Tichy – drums & percussions

Sito ufficiale: www.whitesnake.com
Etichetta Frontiers Records: www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *