Slider by IWEBIX

Journey – Ecl1ps3 (2011)

Pubblicato il 14/06/2011 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Ecl1ps3
Autore: Journey
Genere: AOR
Anno: 2011
Voto: 8

Visualizzazioni post:142

Sono trascorsi tre anni giusti giusti da “Revelation”, meraviglioso disco che ha rilanciato i Journey con il talentuoso singer Arnel Pineda. L’ingresso del filippino nella band ha riscosso grandi applausi (e ovviamente qualche critica da parte dei più fedeli alla formazione originale) e, vuoi per le sue grandi doti vocali o per le ottime prestazioni live dell’ultimo tour, i Journey continuano a dare lezioni di AOR. Ed eccoci con questo nuovissimo “Ecl1ps3”, che vanta pure una copertina più bella del solito (a mio avviso i loro sono tra i più brutti artwork della storia: dopo quelli degli Asia ci sono quelli con lo scarabeo colorato). Ma dicevo, “Ecl1ps3”, scritto in modo assolutamente geek, si presenta come il successore di un grande album e la conferma di Pineda alla voce, quindi è ovvio immaginare che le aspettative siano altissime.
Neal Shon è un vero guru dell’AOR e conosce bene gli attrezzi del mestiere, infatti è grazie ad un frizzante riff del suo arnese a sei corde che apre le danze con una titletrack ipermelodica che impone da subito quello che sarà il sound del disco: grandi linee vocali, atmosfere tipicamente ottantiane ma non banali e, soprattutto, la voce di Arnel che svetta su note altissime ed interpretazioni passionali.
Una produzione eccezionale mette in risalto ogni strumento senza combinare pasticci o nascondere nulla; si sente incredibilmente tutto bene, anche il basso che di questi ultimi tempi è sempre più… basso!
E poi ci sono quei cori grandiosi che non son mai mancati in ogni lavoro dei Journey, decisamente obbligatori in questo genere; inoltre, che bello, c’è quella cosa lì che molti chiamano gusto, altri ispirazione, insomma avete capito, c’è un incredibile groove, melodico e aggressivo, in alcune occasioni quasi smielato (come nel lentone “She’s A Mystery”), c’è quel fattore musicale che distingue un buon disco da un grande disco.
Ecco, “Eclipse” (scusate se lo scrivo così ma non mi andava di inserire l’1 e il 3, oh! Ndr), è a tutti gli effetti un super album! Stilisticamente non mostra grandi cambiamenti rispetto a “Revelation”, ma ci sono momenti come “Tantra” che esplodono in melodie meravigliose e prestazioni stratosferiche di Pineda, che dà lezioni di canto a quelli che non lo ritengono adatto ai Journey. Altri segnali positivi arrivano dal ritmo tribale di “Human Feel”, con un bellissimo hammond che penetra fra i tom della batteria per occupare i buchi vuoti, o il running rock di “Ritual”, trascinante brano che dal vivo farà tremare la terra.
Dodici canzoni esplosive, intense ed emozionanti, nessuna sottotono o noiosa, ma tutte ricche della migliore anima AOR, quella che mr. Shon riesce a modellare come creta. “Ecl1ps3” è un disco raffinato, colto e brillante, di gran lunga superiore agli standard odierni. E poi, come accennato, c’ha pure una copertina carina!

Tracklist:
1. City Of Hope
2. Edge Of The Moment
3. Chain Of Love
4. Tantra
5. Anything Is Possibile
6. Resonate
7. She’s A Mystery
8. Human Feel
9. Ritual
10. To Whom It May Concern
11. Someone
Venus

Lineup:
Ariel Pineda – vocals

Neal Schon – guitars

Jonathan Cain – keyboards

Ross Valory – bass

Deen Castronovo – drums

Sito ufficiale: www.journeymusic.com
Etichetta Frontiers Records: www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *