Slider by IWEBIX

Warrant – Rockaholic (2011)

Pubblicato il 28/07/2011 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Rockaholic
Autore: Warrant
Genere: Hard Rock
Anno: 2011
Voto: 6,5

Visualizzazioni post:122

“Rockaholic” è la conferma della rinascita dei Warrant, una band per cui non si dovrebbero fare troppe presentazioni in un portale hard & heavy che, in teoria, dovrebbe essere letto da un pubblico piuttosto ferrato sulla storia del rock e suoi metallosi derivati e, ovviamente, delle band che ne hanno fatto la storia. Quindi, per quelli che si meritano il cappello con le orecchie da asino, ricordiamo che la band in questione è quella del super classicone “Cherry Pie”, nata a cavallo tra gli ’80 e i ’90 e che ha venduto milioni e milioni di dischi.
Forse non ha mai spiccato per chissà quale creatività compositiva, tant’è che molti si ricordano solo di “Cherry Pie”, ma uno dei comandamenti che si trovano sulla bibbia del metal ci ammonisce severamente nel caso non abbiamo approfondito le conoscenze sul gruppo.
Ma dicevamo, dopo cambi di lineup e diversi anni di titubanza, i Warrant si sono riaffacciati con prepotenza con il precedente “Born Again” e con questo nuovissimo “Rockaholic”, uscito per Frontiers. Alla produzione troviamo Mr. Keith Olsen (forse qualcuno se lo ricorda in grandi album con Ozzy Osbourne e Withesnake) e Pat Regan (non so se i suoi lavori con Deep Purple e Kiss vi possano essere d’aiuto per inquadrare il livello del personaggio) che hanno saputo affilare, appesantire e avvelenare i suoni di questo disco. Quindi, ad essere brevi, il sound è mostruoso! A essere obiettivi, suona proprio bene. A essere pignoli, il suono c’è, il songwriting un po’ meno. Nonostante goda di un’ottima produzione, e l’ingresso di Robert Mason (Ratt) abbia rafforzato il cantato a suon di raschiate e grandi linee vocali, da qualche parte il disco si sbriciola, e precisamente dal lato dell’originalità. Fatta eccezione per qualche brano-fucilata come l’opener “Sex Ain’t Love” e la successiva “Innocence Gone”, la tracklist si compone di numerose ballad strappalacrimuccia e altri brani che negli anni ’80 avrebbero riscosso un grande successo. Solo che, stando al calendario, siamo nel 2011. E per quanto i forti tentativi di “Cocaine Freight Train” e “Snake” puntino sulla potenza del rock, suonano come cose già sentite, già proposte in un lontano passato da Whitesnake, Motley Crue, Scorpions e colleghi.
Il lato positivo è che la band sembra compatta e pronta a scaldare i palchi di tutto il mondo, come se dovesse recuperare tutto il tempo perso in questi anni. Questo buon hard rock che ci propongono oggi, d’altronde, può avere grande presa solo dal vivo, perché nuovo materiale di questa tiratura, seppur suonato a dovere, si dimentica davvero in fretta.

Tracklist:


01. Sex Ain’t Love

02. Innocence Gone

03. Snake

04. Dusty’s Revenge

05. Home

06. What Love Can Do

07. Life’s A Song

08. Show Must Go On

09. Cocaine Freight Train

10. Found Forever

11. Candy Man

12. Sunshine

13. Tears In The City

14. The Last Straw



Lineup:


Robert Mason – vocals
Jerry Dixon – bass

Erik Turner – guitar

Joey Allen – lead guitar

Steven Sweet – drums

Sito ufficiale: www.warrantweb.net
Etichetta Frontiers Records: www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *