Slider by IWEBIX

ValSans – Sword (2011)

Pubblicato il 3/08/2011 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Sword
Autore: ValSans
Genere: Heavy Metal
Anno: 2011
Voto: 6

Visualizzazioni post:66

E’ stata una strada lunga e tortuosa quella che i ValSans hanno percorso prima di arrivare al loro full lenght d’esordio. Provenienti da Ebenfurth, un piccolo comune della bassa Austria, i ValSans hanno origine nel secolo scorso e cambiano diversi musicisti e due monicker prima di giungere all’attuale: all’inizio furono i Paranorm (1996), poi vennero i Meridian (2001) ed infine, nell’ottobre 2002, con l’avvento di Andy B. Barna, l’ultimo cambio a favore del corrente ValSans, con il quale i Nostri danno alle stampe nel 2004 il loro unico demo “Dawn Of Metal”.
Il dischetto miete un certo successo, tanto che per far fronte alle richieste viene ristampato tre volte andando sempre esaurito: in quegli anni anche l’attività live ha un’impennata, permettendo al quintetto di supportare act del calibro di Grave Digger, Iron Savior e, in tempi recenti, U.D.O. e Sabaton.
Nel 2010 la band rilascia “Sword” in una versione limitata a puro scopo promozionale, mossa azzeccata che attira l’interesse della Pure Underground Records – sottoetichetta della tedesca Pure Steel Records – che pubblica ufficialmente l’album a fine aprile 2011: assolutamente immuni alle mode sonore del momento, i ValSans suonano un tradizionalissimo heavy / power influenzato dal metal di teutonica forgia e dagli Hammerfall, per una proposta fatta di riffs robusti e ritmiche compatte, ma anche di tanta melodia e cori immediati, con testi che spaziano tra mitologia, storia e devozione totale all’heavy metal.
Nel complesso il disco è gradevole e ben prodotto, sincero e genuino, ma da collocare nella fascia dei dischi “normali” in virtù di un songwriting non proprio brillante, che genera brani che si lasciano ascoltare senza difficoltà ma che non sono neanche particolarmente affascinanti; altro punto a sfavore sono le vocals di Andy B. Barna, che ritengo non incisive a sufficienza. Non bastano pezzi un pochino sopra la media qualitativa come l’anthemica e massiccia “The Allegiance”, la potente “Mjölnir” – piazzata non a caso in apertura – e la tagliente “Eyes Of A Viper”, brano di cui è stato realizzato anche un video, per innalzare ulteriormente le sorti di un disco che, a mio parere, è destinato all’oblìo. Occorre dunque che i ValSans si rimbocchino le maniche visto che ci sono i margini per un netto miglioramento: songwriting e vocals vanno sicuramente affinati! I defenders più assetati di classicissime sonorità prestino orecchio a questo “Sword”, se invece non rientrate in questa cerchia volgete altrove la vostra attenzione.

Tracklist:
1. Mjölnir
2. On The Battlefield
3. Valsans
4. The Allegiance
5. Hall Of Fame
6. Eyes Of A Viper
7. Lady Of The Lake
8. Metal Crusade
9. Golden Treasure
10. Eppur Si Muove

Lineup:
Andy B. Barna – voce
Thomas “Steelforger” Schmid – chitarra
Thomas “Stu” Stubics – chitarra
Thomas Kleinander – basso
Wolfgang Köppel – batteria

Sito ufficiale: www.valsans.com
Myspace: www.myspace.com/valsans
Etichetta Pure Underground Records – www.puresteel-records.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *