Slider by IWEBIX

Iron Savior – The Landing (2011)

Pubblicato il 9/12/2011 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: The Landing
Autore: Iron Savior
Genere: Speed Power Metal
Anno: 2011
Voto: 8

Visualizzazioni post:144

Il settimo album degli Iron Savior, “The Landing”, si presenta con una forza indiscutibile, che mischia elementi di power metal con timbri heavy metal e speed.
L’ambiente fantascientifico è caricato dall’intro inquietante che rievoca l’atterraggio di una nave spaziale. La maggior parte delle canzoni possiede un ritmo serrato e coinvolgente. La voce del cantante è aggressiva e roca, più distaccata dalle limpide voci power metal di alcuni gruppi storici come Rhapsody Of Fire, Kamelot o Stratovarius. Il tedesco Piet Sielck è infatti più vicino allo stile di canto del suo connazionale Hansi Kürsch dei Blind Guardian, anche se tende a crogiolarsi sulle ottave dell’heavy metal.
La traccia vincente di questo album è “In The Hall Of The Heroes”, dal ritornello inequivocabilmente trascinante, accompagnato da un sottofondo di sintetizzatori ben inseriti.
Un’altra canzone curiosa è “R U Ready”, molto più tendente all’hard rock rispetto alle precedenti, il cui testo è composto da titoli di canzoni estremamente famose come “Smoke On The Water”, “Breaking The Law” “Highway To Hell” “Heavy Metal Thunder” e molte altre.
Rispetto a molti gruppi di questo genere, le canzoni degli Iron Savior hanno un basso molto presente e ascoltabile, cosa che non può far altro che compiacermi. Una piccola pecca secondo il mio gusto personale è la carenza di tastiere che rende meno sinfonico l’ensemble.

Tracklist:
01. Descending
02. The Savior
03. Starlight
04. March Of Doom
05. Heavy Metal Never Dies
06. Moment In Time
07. Hall Of The Heroes
08. R. U. Ready
09. Faster Than All
10. Before The Pain
11. No Guts No Glory

Lineup:
Piet Sielck: voce, chitarra
Yenz Leonhardt: basso
Joachim “Piesel” Küstner: chitarra
Thomas Nack: batteria

Sito ufficiale: www.iron-savior.com
Myspace: www.myspace.com/ironsaviorofficial
Etichetta AFM Records – www.afm-records.de

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *