Slider by IWEBIX

15/11/2011 : Saxon + Anvil + Crimes Of Passion (Romagnano Sesia, NO)

Pubblicato il 26/12/2011 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:227

15/11/2011 : Saxon + Anvil + Crimes Of Passion – Rock n Roll Arena, Romagnano Sesia, (NO)

Live report Saxon - Romagnano Sesia

Una serata all’insegna del metal classico quella del 15 novembre, con due punti fermi dell’heavy mondiale ad alternarsi sullo stage di una Rock ‘N Roll Arena di Romagnano Sesia che non aveva mai visto prima d’ora così tanti supporters accorsi a sostenere i propri idoli sotto il caloroso palcoscenico dell’ex teatro del piccolo paese in provincia di Novara.

Problema non da poco potremmo dire, al limite della legalità, per la presenza di molti più astanti di quanti il locale potesse realmente ospitarne. Non sono mancate le sorprese agli ultimi arrivati, che hanno ricevuto per la prima volta l’amaro rifiuto della possibilità d’ingresso, per un sold out forse ipotizzabile, ma non certamente preventivato, pur avendo già in prevendita superato di gran lunga le serate che avevano preceduto l’evento di martedì 15 novembre.

Purtroppo la maggior parte dei presenti ha avuto da ridire, e personalmente ho sentito più d’una persona lamentarsi delle “scomode” condizioni in cui ha dovuto assistere al live, per l’impossibilità di accedere alla zona “calda” del locale. Per dirla tutta, certi insulti al locale si sono sprecati; effettivamente la location ha dato non pochi problemi, e pur avendo presenziato a svariati concerti in quel di Romagnano, avendone sempre apprezzato il clima che si poteva respirare all’interno, mi rendo conto che in casi come questo urge correre ai ripari, e fissare un tetto di paganti massimo, per la serie “chi prima arriva meglio alloggia”, onde evitare deprecabili e scomode situazioni come quest’ultima.

Arrivo in solitaria al locale sperando di trovare qualche volto familiare, ma la platea è talmente folta che non scorgo nessun personaggio a me noto, e mi posiziono su un piccolo livello sopraelevato insieme ad un amico che si trova al Rock ‘N Roll con la sua “distro” di cd. Purtroppo faccio in tempo ad assistere solo ad una breve porzione del set dei CRIMES OF PASSION, giovane combo britannico che aveva già accompagnato i veterani Saxon durante l’ultima calata italica. La loro proposta trasuda metal vecchio stampo da ogni poro, per quel poco che ho potuto ascoltare, pur essendo penalizzati da una resa sonora che di certo non è riuscita a rendergli del tutto grazia. Bravi, si meritano una bella ovazione dal pubblico presente.

Live report Saxon - Romagnano Sesia

L’aria si fa bollente, è tempo per l’incudine di ritornare a battere (e non ad essere battuta); vidi gli ANVIL nel 2005 durante il glorioso Tradate Iron Fest, kermesse entrata nella leggenda per noi supporters lombardi e soprattutto varesini, quando i nostri suonarono insieme ad Arkenemy, ai connazionali Exciter, Onkel Tom, Destruction, Dissection e Candlemass a supporto del compianto Ronnie James Dio, in uno dei suoi ultimi tour solisti (e che aveva visto i Saxon headliner il giorno precedente, non a caso). Da quel giorno non ho smesso di seguire una band che ha raccolto davvero poco, e che ha acquistato un briciolo di notorietà “postuma” che non conosceva dai tempi di “Metal On Metal” solo dopo la realizzazione di un dvd sulla storia delle loro “gesta”, capaci di risalire dall’oblio dopo la coraggiosa autoproduzione del 13esimo capitolo discografico della loro carriera. Ancora una volta lo scatenato Steven “Lips” Kudlow, il fido Robb Reiner, batterista di spessore ed icona per una generazione di drummers, e Glenn Five, ormai alle quattro corde dei prime movers canadesi da 15 anni a questa parte, senza vergogna alcuna approntano da sé il palco per la loro esibizione, senza l’ausilio di alcun roadie.

La risposta entusiasta del pubblico non si fa aspettare, ed i nostri snocciolano brani storici della loro discografia lasciando anche tracce del presente, con brani tratti dall’ultima fatica “Juggernaut Of Justice”; ancora eccezionali, a distanza di anni dalla loro concezione, brani come “Winged Assassins”, “666” o “Mothra”, che i nostri riescono ad imporre come classici anche con la formazione a tre. Transitando per “This Is Thirteen” e “New Orleans Voodoo”, quest’ultima decisamente fuori dal coro, i nostri stupiscono ancora per la forza che trasmettono dal palco, ed il rozzo riffing di Lips, di certo mai stato sugli scudi per pulizia nell’esecuzione e mai passato per guitar hero, emoziona con la sola forza della passione che trasuda dai volti degli Anvil stessi. Chiusura ancora una volta affidata al classico dei classici, “Metal On Metal”, dove gli spettatori si ritrovano a muovere la propria testa a ritmo di musica come ipnotizzati. Uno spettacolo da manuale, lunga vita al trio canadese!

Setlist Anvil:
01. March Of The Crabs
02. 666
03. Juggernaut Of Justice
04. Winged Assassins
05. On Fire
06. This Is Thirteen
07. Mothra
08. White Rhino
09. Fuken Eh!
10. New Orleans Voodoo
11. Metal On Metal

Live report Saxon - Romagnano Sesia

L’attesa non è di certo corposa, e basta una mezz’ora scarsa per vedere salire sul palco i cinque giovanotti britannici attrazione principale della serata, che cominciano ad incendiare la folla con un estratto dall’ultimo “Call To Arms”, a nome “Hammer Of The Gods”, seguita immediatamente da due classici del combo, “Heavy Metal Thunder” e “Never Surrender”, giusto per far capire che i SAXON ci sono ancora e non smetteranno a breve di saziare i nostri palati mai satolli. Un palco che aumenta in termini di spazio con l’arrivo degli headliner, ed è costellato di “luminarie” da far invidia a molti nomi più blasonati, mostrerà segni di cedimento nel corso dell’esecuzione di “Rock ‘N Roll Gypsy”, con l’impianto che non regge e salta del tutto ed il quintetto che si ritira in camerino per ritornare a breve on stage, inizialmente senza uscire amplificati dall’impianto, poi riuscendo ad offrire suoni migliori di quelli che avevano caratterizzato la prima parte della setlist, troppo alti e confusionari per riuscire ad essere del tutto apprezzati. I nostri non sbagliano un colpo, ed a lato dei classici riescono anche a proporre con successo estratti dall’ultima fatica; una setlist davvero infinita ed emozionante, che vede i nostri passare in rassegna buona parte della loro discografia, oltre che superare abbondantemente l’orario consentito, e lanciarsi in un encore sostanzioso e succulento. “747 Strangers In The Night”, “Power & The Glory”, “Strong Arm Of The Law” e la classica “Princess Of The Night” concludono in bellezza una serata che non era cominciata propriamente nel migliore dei modi, vedi i suoni penalizzanti ed una presenza di pubblico troppo massiccia, come già detto in precedenza.

Live report Saxon - Romagnano Sesia

Abbiamo assistito alla data di un tour che ha visto due punti fermi dell’universo metal, sempre acclamati e supportati nel corso degli anni (chi più chi meno, anche a seconda del periodo, potremmo dire…), che hanno unito le forze in una sorta di amarcord dei gloriosi ’80s, ed hanno dimostrato come, seppur nel loro piccolo, riescano ancora a smuovere i cuori (e le chiappe) di molti giovani e vecchi fans. La parola d’ordine più azzeccata, in casi come questo, sembra proprio essere “never surrender”, ed i nostri non accettano di mollare il colpo, esempi di coerenza e passione per quanti seguono e seguiranno le orme di queste vecchie glorie, che non accennano ad appendere gli strumenti al chiodo e proseguono fieri per le loro strade… Horns up!

Setlist Saxon:
01. Hammer Of The Gods
02. Heavy Metal Thunder
03. Never Surrender
04. Chasing The Bullet
05. Motorcycle Man
06. Back In ‘79
07. Mists Of Avalon
08. Dallas 1 PM
09. Call To Arms
10. Demon Sweeney Todd
11. Rock ‘N Roll Gypsy
12. Rock The Nations
13. Battle Cry
14. And The Bands Played On
15. When Doomsday Comes
16. Denim & Leather
17. Ride Like The Wind
18. 20000 Ft.
19. Wheels Of Steel

Encore:
20. Crusader
21. 747 Strangers In The Night
22. Power & The Glory
24. Strong Arm Of The Law
25. Princess Of The Night

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *